Scopri

Valencia

La città gaudente

Conosciuta come “la città dei fiori e della luce” per il clima eccezionale e il pollice verde, Valencia induce in allegra tentazione anche gli spiriti più tranquilli e schivi. L’atmosfera rilassata e festaiola, i numerosi parchi, le belle spiagge e l’immancabile paella fanno della terza città spagnola una meta affascinante di giorno e di notte. Per viverla integralmente bisogna calarsi nei suoi ritmi e non esimersi dai suoi riti. Sintetizzare l’anima della città con lo stereotipo “movida, sole e paella” è ingeneroso.

 

Piazza Santa Maria e la Cattedrale nella parte antica della città di Valencia
 

Valencia la gaudente, convive con Valencia la colta, consapevole di possedere un patrimonio storico e artistico tra i più ricchi d’Europa. Lo testimonia l’Instituto Valenciano de Arte Moderna uno dei musei d’arte tra i più rinomati, insieme al Museo delle Belle Arti, la seconda pinacoteca più importante del paese. Valencia ospita anche il maggior complesso ludico-culturale d’Europa, la città delle arti e delle scienze.

 

Valencia è inserita nel prestigioso elenco dell'UNESCO, che ha riconosciuto il valore architettonico, storico e culturale a La Lonja della Seta, il Tribunale delle Acque e la festa per antonomasia dell’umanità: Le Fallas.

 

L’edificio della Lonja è considerato Patrimonio dell’Umanità.
La Lonja de la Seda de Valencia
 
L’edificio della Lonja è considerato Patrimonio dell’Umanità. Costruito tra il 1482 e il 1533, questo gruppo di edifici in origine era utilizzato per il commercio della seta (da qui il suo nome, lo scambio di seta). È un capolavoro dell'architettura tardo gotica. La sua bella Sala de Contratación (Contract o Trading Hall) illustra la ricchezza di una grande città mercantile mediterranea nel XV e XVI secolo.

 

 

Il Tribunale si svolge sotto la Porta degli Apostoli della Cattedrale di Valencia.
Tribunale delle Acque della Vega
Nonostante lo spirito avanguardista che ha proiettato Valencia ad un’esplosione economica e creativa stupefacente, la comunità non rinuncia alle proprie tradizioni
 
Ogni giovedì alle 12 in punto si riunisce un Tribunale i cui giudici sono anziani contadini. Avvolti in camicioni neri, ascoltano le dispute “campagnole” ed emettono la loro sentenza. Inoppugnabile.
 
È un’istituzione millenaria, riconosciuta nel 2009 come patrimonio immateriale dell’Umanità dalla Unesco.

 

 

 

La grande spiaggia Malvarrosa di Valencia
Le spiagge
Il Paseo Marítimo è diventata una delle zone per eccellenza dove trascorrere il tempo libero. Le spiagge de las Arenas e Malvarrosa distano solo pochi minuti dal centro città.
Durante le sere d’estate si riempiono di gente che passeggia godendosi la soave brezza del Mediterraneo.

 

 

Il vecchio corso del fiume è invece diventato il Jardín del Turia, grande polmone verde della città. Una passeggiata attraverso questo frequentato e ben attrezzato giardino oltre che piacevole, consente di raggiungere alcuni dei principali monumenti e musei di Valencia. 

 

 

La movida valenciana

La nightlife valenciana è unica. Coinvolgente come le notti di Madrid e Barcellona, ma più discreta, meno esibita ed ostentata. Per muoversi al meglio è indispensabile conoscerne i ritmi e sapere dove andare. E quando. Il fulcro della movida non è lo stesso durante tutta la settimana. Ogni locale può essere “più di tendenza” una sera e decisamente meno “cool” un’altra, senza dimenticare che taluni prendono vita soltanto dopo le 3 di notte.
Le zone più popolate di bar, pub e club sono Cànovas, il Barrio del Carmen (con i locali più alternativi e modaioli) e la Ciutat Universitaria, in particolare lungo Avenida de Blasco Ibáñez e nelle vie che circondano Plaza de Xuquer.

 

Valencia di notte quando, al calare del sole, inizia la movida
 

 

 
Gastrononomia Valenciana
I turisti che passeggiano vengono invitati fin dall’ora dell’aperitivo a provare la celeberrima “Agua de Valencia”, un misto di succo d’arancia, cointreau, vodka e cava, pronti per assaporare un’autentica paella valenciana con il suo deciso sapore originale. Quasi un rito d’iniziazione che sancisce il benvenuto nella città della decantata movida, sinonimo ineguagliabile di vita notturna e svago. La gastronomia valenzana è mediterranea a base di prodotti freschi e di qualità, provenienti dal mare e dagli orti. Valencia custodisce un patrimonio culinario millenario e il piatto più rinomato è La Paella.

 

Dove dormire a Valencia

 

Valencia è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 


Testo di Antonella Longhi
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock

Video: www.visitvalencia.com
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N16 - Aggiornamento giugno 2018

 

 

Enti del turismo

www.visitvalencia.com
www.spain.info

dove andare
Monumenti
CATTEDRALE DI VALENCIA

Plaza Reina

Ubicata su un tempio romano, la sua origine risale al XIII secolo. La Cattedrale di Valencia non appartiene ad uno stile unico e dominante ma le sue espressioni vanno dal Romanico al Barocco, come testimoniano i suoi tre portali: Portale principale o “de los Hierros” (dei Ferri); Portale degli Apostoli e Portale del Palazzo. All’interno della Cappella del Santo Calice, che originariamente era separata dalla Cattedrale, vi si conserva il Santo Calice che, secondo la tradizione, utilizzò Gesù Cristo nell’Ultima Cena.

www.catedraldevalencia.es

PIAZZA DEL AYUNTAMIENTO

Caratterizzata da uno stile architettonico eclettico e da una forma triangolare, la Piazza del Ayuntamiento è rallegrata dalla fontana centrale e dalle colorate bancarelle di fiori.

È circondata da alcuni degli edifici e dei luoghi più rappresentativi della città, come l’Arena, la Estación del Norte, il Municipio di Valencia, il Palazzo delle Poste e la Plaza Redonda. È conosciuta perché è il luogo dove si svolgono tutte le “mascletàs” che si tengono nel mese di marzo e durante le Fallas.

 
MARINA REAL

La Marina Real Juan Carlos I è uno dei punti di riferimento della città, non soltanto per gli eventi che ospita, ma anche per i suoi singolari edifici. Al suo interno si trovano i depositi del XIX secolo, l’Edificio dell’Orologio e l’Edificio Veles e Vents, emblema della nuova Marina. Vale inoltre la pena menzionare i locali commerciali, i bar all’aperto e i ristoranti che offrono panorami meravigliosi. Il complesso della Marina comprende inoltre un parco per bambini, il Pontile centrale con i mega yacht, nonché la Marina Nord e la Marina Sud, con le loro numerose imbarcazioni.

TRIBUNALE DELLE ACQUE

Plaza de la Virgen - Puerta de los Apóstoles

Nella Porta degli Apostoli della Cattedrale di Valencia si riunisce, ogni giovedì, il "Tribunal de las Aguas” che svolge un rito fervorosamente conservato da un millennio nell’unica struttura legislativa che rimane tra quelle stabilite da Giacomo I. Formato da otto contadini, il “Tribunal de las Aguas” ha sperimentato una proiezione a livello internazionale ed è considerata un’istituzione modello. Senza folclore, efficace ed tipicamente valenzano, esercita davanti ad un pubblico curioso tra il quale non mancano gli studenti universitari ed i turisti.

 
Musei
MUSEO DELLE SCIENZE PRINCIPE FELIPE

Circondato da una superficie di 13.500 metri quadri di specchi d'acqua, è il grande museo del XXI secolo, ideato per far scoprire, in modo didattico, interattivo e piacevole, tutti gli aspetti relazionati all'evoluzione della vita, della scienza e della tecnologia. L’interattività è la caratteristica principale del Museo delle Scienze Príncipe Felipe, che si presenta all'insegna del motto “È vietato non toccare, non sentire, non pensare”. In questo modo, il museo si trasforma in uno strumento reale di educazione e riattivazione della capacità critica delle persone.

www.cac.es

IVAM-ISTITUTO VALENZANO D’ARTE MODERNA

Centro Julio González - Guillem de Castro, 118

Edificio di nuova costruzione occupato per la maggior parte da gallerie a carattere museale classico e da mostre permanenti ed itineranti. I loro programmi si centrano preferibilmente sul processo evolutivo dell’arte, dalla crisi delle avanguardie classiche fino agli anni settanta. Le mostre permanenti ospitano la Collezione Julio González e la Collezione Pinazo. Vi si possono anche ammirare resti delle mura medievali che cingevano Valencia e che furono demolite poco più di cent’anni fa.

 

 
Escursioni
HEMISFERIC DELLA CITTA' DELLE ARTI
E DELLE SCIENZE 

L'Hemìsferic, progettato da Santiago Calatrava, è un edificio particolare e al contempo spettacolare. Rappresenta un enorme occhio umano ed è caratterizzato da una copertura a forma ovoidale lunga oltre 100 metri. L'intera struttura è circondata da un laghetto artificiale di 24.000 metri quadri, dando vita così a un complesso di incredibile bellezza. In uno schermo concavo di 900 metri quadri, ospita ben due sistemi di proiezione: cinema grande formato, Imax Dome e proiezioni digitali.

OCEANOGRAFIC

È il più grande acquario d'Europa, capace di ospitare 45.000 esseri viventi appartenenti a 500 specie diverse. L'Oceanogràfic è composto da diversi edifici, in cui sono stati ricreati gli ecosistemi più importanti di ciascun mare e oceano del pianeta. Al centro del complesso è situato il Ristorante Sottomarino, l'edificio più emblematico dell'Oceanogràfic per la particolarità della sua copertura. All'interno si trovano inoltre l'Edificio di Istruzione e Ricerca, la zona per la riabilitazione della fauna marina, l'Edificio di Accesso, nonché punti di ristoro e negozi.

 
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo AmmanFaroRoma, Tangeri e Johannesburg Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!