Scopri

Faro

Capoluogo dell'Algarve, il vero cuore del Portogallo
Porta d’ingresso dell’Algarve, la regione più a sud del Portogallo, grazie anche al comodo e vicino aeroporto internazionale (che dista solo pochi chilometri dalla città), Faro incanta il visitatore con il suo mix di natura incontaminata e di storia antica, in gran parte influenzata dal dominio arabo. A lungo infatti la città con i suoi dintorni fu soggetta ai mori, che peraltro hanno lasciato notevoli tracce artistiche nella bella architettura, fino a che Don Alfonso III, che fu re nel XIII secolo, la riconquistò alla cristianità nel 1249.
 
 
La Cattedrale Sé
Il ricordo di questa impresa è rappresentato da vari monumenti, come l’Arco di Riposo, dove si dice che il re abbia sostato dopo la riconquista, dall’imponente Cattedrale barocca Sé - acronimo di Sede Episcopale -, eretta nel 1251 nel luogo dove sorgeva una moschea, due anni dopo che la regione e la città erano tornate in mano cristiana.
La Cattedrale Sé
 
Alla cattedrale fanno corona altri pregevoli luoghi di culto, come la Chiesa di San Pietro, la Chiesa di San Francesco, riccamente adornata dei tipici azulejos e di intagli di legno ricoperti di lamina dorata. La Chiesa del Carmelo dalla bella facciata barocca, ha al suo interno la curiosa e un po’ inquietante Cappella delle Ossa, una delle attrazioni di Faro più significative, dove sono disposte artisticamente e in modo geometrico le ossa appunto dei monaci che un tempo erano attivi in città. L’antica storia della città si può leggere con ampi dettagli nel Museo Municipale, oggi collocato nel Convento di Nostra Signora dell’Assunzione del XVI secolo.
 
L’Arco da Vila 
L’Arco da Vila 
È l’arco più alto e antico del Portogallo, porta d’accesso un tempo per chi veniva dal mare, immette nella parte vecchia della città (chiamata la vila adentro), dove si trova la suggestiva Porta araba, dell’XI secolo, da cui si entra nell’animata via di Sant’Antonio, dalla tipica pavimentazione portoghese, e animata di eleganti negozi e ristoranti.
 
Nel vicino Largo de Carneiro ci si imbatte quasi all’improvviso nel pittoresco mercato municipale, dalle variegate bancarelle che espongono e vendono le più invitanti specialità alimentari del luogo tra cui arance, mandorle, fichi, olive e carrube oltre ai singolari prodotti artigianali.
 
Dall’alto dell’eremo di Sant’Antonio (il Santo più amato e ricordato nella zona, che come è noto nacque e passò molto tempo della sua vita in Portogallo, di cui è Patrono), si può godere di una vista mozzafiato sul mare e sulle saline sottostanti. È infatti la natura incontaminata a farla da padrona, tanto che quello che è considerato il salotto buono della città, altro non è che un grandioso Parco Naturale, il Giardino Manuel Bivar.
 
Parco Naturale Ria Formosa
Parco Naturale Ria Formosa
La posizione di Faro è tra le più spettacolari che è dato vedere, nel cuore della Ria Formosa, un grande e variegato parco naturale disseminato di lagune, canali, isolotti, saline, dove vivono in libertà circa 1500 specie di esseri viventi, tra cui una grande varietà di rari uccelli migratori, un luogo che si può percorrere in barca partendo dal piccolo porto.
 
Spiaggia Farol
Le spiagge
Vicina al mare, Faro ha lunghe strisce di sabbia, da dove partono escursioni in barca per le isole che la circondano, tra cui da segnalare l’Isola di Culetra, nel cui mare si può praticare agevolmente la vela.
 
Le spiagge sono attrezzate ma tranquille, e tra queste sono da consigliare la spiaggia di Isola di Faro, di Farol, di Culatra e di Deserta.
 
E per abbracciare tutta la zona dintorno non c’è che da salire sul faro di Capo Santa Maria, il punto più estremo a sud di tutta questa magica regione. Secondo un vecchio detto, per scoprire il vero volto del Portogallo occorre recarsi proprio a Faro e immergersi nella sua atmosfera tranquilla e nel suo fascino di antica tradizione, anche gastronomica.
 
La Cucina dell'Algarve e le sue specialità
La cucina dell'Algarve utilizza per i suoi piatti pesce e frutti di mare. Molte sono le tentazioni dei piatti tipici come le ‘Vongole alla Belhao Pato’, in onore del grande poeta portoghese, il riso al polpo, l'açorda di mare (zuppa di pesce), il tonno alla cipolla, la feijoada di corna, le migas conquilhas, la zuppa di cação, lo xarém o lo stufato alla portoghese, per finire con il baccalà, il celebre baccalà dell’Atlantico, cucinato nei modi più svariati, per cui si dice che in Portogallo esistano tante ricette quanti sono i giorni dell’anno.
 
Baccalà dell'Atlantico
Vongole alla Belhao Pato
Riso al polpo
 
 
Dove dormire a Faro

 

Faro è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti
 
Testo di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Video: www.visitalgarve.pt
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N68 - Settembre 2018
 
 
Enti del Turismo
Scarica l'articolo di Faro
in versione digitale
Scopri la città, le principali attrazioni turistiche, i più importanti musei da visitare e i tour da non perdere, selezionati per te dalla Redazione di Avion Tourism.
Dove andare
Monumenti
Sé Cattedrale di Faro
Della sua struttura originaria, del XIII e XIV secolo, l’Igreja de Santa Maria, elevata al rango di Sé di Faro nel Cinquecento, conserva alcuni elementi architettonici, come la torre campanaria e due cappelle della crociera.
Le immagini sacre e le ricche decorazioni lignee, intagliate e dorate, conservate nella Cattedrale Sé di Faro costituiscono una delle più importanti collezioni d’arte del XVII e XVIII secolo in Algarve.
 
Chiesa della Misericordia di Faro
Nel 1499, fu edificata in questo luogo l’Ermida do Espírito Santo, un eremo inserito nella ristrutturazione della città promossa dal re D. Manuel I. Alla fine del Cinquecento, il vescovo D. Afonso Castelo Branco (1581-85) prese l’iniziativa di sostituire la cappella con l’attuale “Igreja da Misericórdia”, con annesso ospedale. Uno degli aspetti più interessanti della struttura è il fatto di essere l’unica in Algarve ad avere una pianta a croce greca. All’interno, si distingue l’altare maggiore, con un interessante retablo manierista di inizio Seicento. L’arco trionfale, profusamente decorato con legno intagliato e dorato in stile Rococò, si collega alle pale degli altari laterali. La chiesa possiede inoltre una pregevole raccolta di immagini sacre del XVIII secolo.
 
Chiesa del Carmelo
La Chiesa del Carmelo di Faro ha grandi dimensioni, una navata unica e un’imponente facciata, abbellita da due svettanti torri campanarie che si ergono ai suoi lati. La chiesa è stata costruita tra il 1713 e il 1719 mentre l’ultima torre campanaria fu ultimata nel 1807. È un esempio di architettura barocca, con una facciata simmetrica in stile D. João V.
 
Arco da Vila em Faro
È un portale monumentale voluto dal vescovo D. Francisco Gomes de Avelar nel XIX secolo e progettato dall’architetto italiano Francesco Saverio Fabri. Inaugurato nel 1812 è stato inserito in una delle porte medioevali della città di Faro e presenta una nicchia con l’immagine di San Tommaso d’Aquino mentre, al suo interno, si può ammirare la Porta Árabe dall’architettura araba.
Musei
Museo Municipale di Faro
Il Museu Arqueológico si trova nell’antico Convento de Nossa Senhora da Assunção. La principale collezione del museo è costituita da reperti archeologici, risalenti al periodo compreso tra la preistoria e il Medioevo, con un occhio particolare per il periodo romano. Tra i reperti romani si distinguono quelli provenienti dalle Rovine di Milreu: il mosaico dell’Oceano, due lapidi le cui iscrizioni fanno riferimento a Ossonoba e i busti degli imperatori Agrippina, Adriano e Galieno. Fanno inoltre parte del patrimonio museale una collezione di arte sacra, con pittura religiosa del XVII e del XVIII secolo, alcuni azulejos e oggetti decorativi di vario tipo, in esposizione nella Sala Ferreira de Almeida.
Museo Regionale di Algarve
Nel Museo Etnografico di Faro sono conservati oggetti tipici e fotografie che illustrano l’etnografia regionale di sedici comuni del territorio. Il museo si trova nell’edificio dell’Assemblea municipale, risalente all’inizio del XX secolo. Il museo consente di fare un viaggio nel passato, ricreando gli spazi della tradizionale casa dell’Algarve.
 
 
Escursioni
Rovine romane di Milreu
La villa romana di Milreu, del I o II secolo, modificata nel IV, fu occupata fino al VI o VII sec. Attualmente sono visibili le strutture di una casa signorile di grandi dimensioni, costruita nel I secolo e modificata nel II e IV sec, le installazioni agricole, le terme e un tempio.
 
In barca lungo la costa dell’Algarve
Da Faro, Olhão e Tavira partono diverse barche per fare belle escursioni al Parco Naturale di Ria Formosa, dove le imbarcazioni navigano tra canali, penisole e isolotti permettendo l’osservazione della fauna e della flora. Barche, catamarani e motoscafi taxi consentono di raggiungere le spiagge isolate delle isole di Armona, Culatra, Farol e Deserta.
 
Parco naturale di Ria Formosa
Centro de Educação Ambiental de Marim - Quelfes - Olhão
La Ria Formosa è un labirinto di canali, isole, lagune e banchi di sabbia che si estende per 60 km lungo il litorale dell’Algarve, tra le spiagge di Garrão e di Manta Rota. La varietà degli ecosistemi presenti attrae diverse specie di animali, tra cui numerosi uccelli. Uno dei più rari è il pollo sultano, simbolo del Parco Naturale, che non è possibile osservare in nessun altro luogo del paese. Se desiderate ammirare questo volatile dal vistoso piumaggio e sapere tutto sull’area protetta, iniziate la vostra visita dal Centro de Educação Ambiental de Marim, che vi indicherà i sentieri più appropriati e gli osservatori in cui nascondersi per osservare la vita quotidiana delle diverse specie. Il parco organizza inoltre escursioni a bordo di un’imbarcazione tradizionale anticamente utilizzata per la pesca del tonno.
Lagos
La città di Lagos dista circa 90 chilometri da Faro e merita una visita per ammirare importanti monumenti storici come il Castelo dos Governadores, le Mura della città e il Forte da Ponta da Bandeira.
Ma anche per le sue spiagge che sono fra le più belle dell’Algarve, come Batata, Pinhão, Dona Ana e Camilo, accessibili dal centro città. Gli amanti dell’avventura si possono recare fino alla Ponta da Piedade, emblema del posto, una formazione rocciosa frastagliata con grotte.
 
Testo di Nicolò Villa
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N68; N5/2019.
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Aeroporti nelle vicinanze di Faro
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!