Scopri

Oviedo

Città tappa del Cammino di Santiago circondata dal paradiso dalle Asturie
Il territorio delle Asturie, regione all’estremo Nord della Spagna, è pittoresco ed incontaminato, un vero Paradiso naturale quanto mai vario. Disseminato di boschi, montagne,  scogliere scoscese, oltre che di lunghe spiagge bianche, di villaggi di pescatori con piccoli porti che in passato furono rifugi durante le tempeste o moli per baleniere.
 

Capoluogo di quello che è in realtà il Principato delle Asturie - l’erede al trono spagnolo ha ancora il titolo di Principe delle Asturie - è Oviedo, servita per i sempre più numerosi turisti dal vicino aeroporto di Oviedo.  La città sfoggia un’architettura pre-Romanica dal fascino unico, un segno lasciato dalla monarchia asturica del IX secolo, del periodo in cui le Asturie furono un regno autonomo.  
 
 
Una delle prime cose da ammirare è la Fontana de’ La Foncalada’, una delle più antiche d’Europa e l’unico esempio di architettura civile preromanica nel continente. Nella via San Francisco si staglia lo storico edificio dell’Università di Oviedo e nella vicina Piazza Porlier il Palazzo Camposagrado che dà sulla Cattedrale di San Salvador: splendida chiesa che si stacca dal contesto architettonico romanico con un raro esempio di Gotico fiammeggiante, e che custodisce fin dal IX secolo uno dei simboli più cari agli abitanti delle Asturie, simbolo che campeggia anche sul loro emblema araldico: la Cruz de la Victoria, custodita come reliquia nella ‘Camara Santa’, in ricordo della vittoria di Covadonga ottenuta contro i Mori nel 722 nel periodo della Reconquista dal mitico re Pelagio con l’intervento miracoloso  della Vergine.
 
Università di Oviedo
Gli edifici storici
Accanto a queste vestigia di un lontano passato, in città è da ammirare il famoso Museo di Belle Arti ricco di opere egregie, l’edificio dell’Università e, per gli appassionati di musica, da seguire il prestigioso programma operistico che ha luogo ogni anno d’estate al Teatro Campoamor, famoso anche per essere la sede dove vengono consegnati i Premi della Principessa delle Asturie, una sorta di premio Nobel spagnolo.
Madonna di Cavadonga
Madonna di Cavadonga
Da Oviedo si può giungere sulle Montagne de Picos de Europa e fino alla grotta dove viene venerata la Madonna di Cavadonga, nel luogo dove avvenne la battaglia, una grotta semplice, ma luogo di pellegrinaggio mariano da secoli. Vicino, in bello stile neo-Romanico e dalla splendente facciata rosa, si trova la Basilica di Santa Maria de Cavadonga
 
 
Cammino di Santiago
Oviedo: tappa del cammino di Santiago
Nelle Asturie si respira l’antica tradizione religiosa della Spagna, tanto che nella bella Piazza Alfonso II una targa sul pavimento lastricato indica che proprio da qui è partito nel IX secolo il primo pellegrinaggio composteliano, voluto dal re Alfonso dopo la scoperta a Compostella del sepolcro di San Giacomo e il sovrano fu il primo pellegrino a rendere omaggio al Santo a piedi.  
Oviedo rimane ancora oggi una tappa importante del ‘Cammino di Santiago’, un lungo percorso da fare a piedi che partendo dai Pirenei arriva fino a Compostella.  
 
Le asturie
Traversare le Asturie è un’esperienza rara: le strade si snodano lungo una fertile e rigogliosa vallata, che fin da tempi remoti visse di grandi prosperità, non solo per la sua agricoltura, ma anche per le miniere di ferro e carbone, per l’attività artigianale di una popolazione operosa; un’attività che ancora oggi continua ad esprimere in piccoli manufatti legati alla tradizione, come ceste, sculture, ceramiche, tipici zoccoli in legno (madrenas) simili a quelli olandesi. La tradizione millenaria è presente anche in alcune particolari costruzioni, come gli hòrreos e i cabazos, depositi di alimenti su palafitte, e nei teitos, piccole case coperte da tettoie vegetali. 
 
Pico de Europa
 
Le Asturias sono Patrimonio dell’Umanità non solo per la città di Oviedo, ma anche per le pitture e i graffiti che si trovano nelle strabilianti grotte dei dintorni, da non perdere quelle di Tito Bustillo, di El Pindal a Ribadedeva, de La Pena a Candamo, de la Covaciella a Cabrales, di Llonin a Peñamellera Alta. Le grotte inoltre inserite in paesaggi incontaminati di grande bellezza, tra cui senz’altro da visitare il Parco Nazionale, oltre a Muniellos-Fuentes del Narcea, con i più grandi boschi di rovere di tutta la Spagna e habitat naturale degli orsi bruni.
 
Specialità gastronomiche
E la regione non smentisce il suo attaccamento alla tradizione neppure nelle ricette, di cui la più popolare è la fabada, una saporita zuppa di fagioli arricchita di vari pezzi di maiale, un piatto di rito della locale gastronomia, come pure di rito è bere il sidro, la bevanda locale ricavata da succo di mele, che si mesce da una discreta altezza, anche questa rituale, per consentire una migliore ossigenazione. A Oviedo da provare ci sono anche i dolci come i carbayones, una pasta di mandorle ricoperta di sciroppo di zucchero e succo di limone e le moscovitas dolci di cioccolato e mandorle. 
 
Fabada
Carbayones
Sidro di mele
 
Dove dormire ad Oviedo

 

Oviedo  accoglie i pellegrini e i visitatori della città in strutture dotate di ogni confort per offrire un confortevole soggiorno.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
QUARTIERI
Hotel nei quartieri
 
LUOGHI DI INTERESSE
Hotel nelle aree turistiche
 

 Testi di Anna Glik
Foto: 
Sisterscom.com, Shutterstock
Video: www.turismoasturias.es
Copyright © Sisterscom.com
Aggiornamento ottobre 2018
 
 
Ente del Turismo
www.turismoasturias.es
www.turismoviedo.es
Dove andare
Monumenti
CASA DE LA RUA
Situata davanti alla Cattedrale, Casa De La Rua è il più antico edificio civile della città, essendo rimasto illeso dall’incendio che nel 1521 distrusse gran parte del Centro storico. Oggi è denominato Ruaquince ed è vivace sede di convegni, concerti, appuntamenti culturali.
 
CATTEDRALE DEDICATA A SAN SALVADOR
La Cattedrale di Oviedo dedicata a San Salvador, costruita tra il XIV e il XVI secolo in stile Gotico fiorito, ospita la ‘Càmara Santa’, cappella simbolo di Oviedo, voluta dal re Alfonso II nel 791. Assieme alle statue di Cristo e degli Apostoli costituisce il tesoro della Cattedrale ed è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Qui vi è conservato uno degli oggetti culto degli Asturiani, la Croce della Vittoria, che campeggia come simbolo sullo sfondo azzurro della bandiera delle Asturie. La grande Chiesa ospita anche i sepolcri dei re delle Asturie e l’Arca Santa, dove viene conservato il Sudario di Oviedo, un telo di lino che secondo la tradizione avrebbe avvolto il capo di Cristo dopo la sua morte. Nel Chiostro della chiesa si trova il Museo Diocesano con splendide croci, calici e statue romaniche.
CHIESA DI SAN MIGUEL DE LILLO
La Chiesa di San Miguel De Lillo ad Oviedo fu voluta dal re Ramiro I come cappella privata, per venerare l’Arcangelo Gabriele di cui era devoto: è un bell’esempio di stile pre-Romanico.
 

CHIESA DI SANTA MARIA DEL NARANCO
Un tempo residenza di re Ramiro I, re delle Asturie, fu in seguito trasformata in chiesa. Alle falde del Monte Naranco, questo singolare edificio pre-Romanico è composto di due piani: interessante la cripta con volte a botte, divisa in cinque parti.
www.iglesiadeasturias.org
CHIESA DI SAN JULIAN DE LOS PRADOS
La Chiesa di San Julian De Los Prados di Oviedo, conosciuta anche col nome di Santullano, è una bella chiesa pre-Romanica e fino all’XI secolo fu la più grande costruzione cristiana della Spagna. Si trova a Pumarìn, un quartiere periferico di Oviedo ed è apprezzata per le sue pitture murali colme di simboli e figure geometriche, dai vividi colori.
 
Musei
MUSEO ARCHEOLOGICO
Il Museo Archeologico di Oviedo occupa parte del Monastero di San Vicente, all’interno di un chiostro plateresco (XV secolo) e contiene preziosi materiali risalenti a periodi antichissimi come il Paleolitico o l’età dei metalli. Da ammirare, del periodo romano, il mosaico di Vega del Ciego
MUSEO DI BELLE ARTI
Il Museo di Belle Arti di Oviedo con le sue 8000 opere è il Museo più grande delle Asturie: vi si trovano collezioni di pittura spagnola, italiana e fiamminga, oltre a sculture, disegni, incisioni, arti applicate e industriali che vanno dal periodo Medievale al XX secolo.
 
Escursioni
RIBADESELLA - GROTTE DI TITO BUSTILLO
Da visitare quello che è noto come il Paradiso rupestre delle Asturie, con le grotte di Tito Bustillo a Ribadesella, con rappresentazioni rupestri che datano da 25000 a 10000 anni a.C. Rappresentano una distesa di cervi, cavalli, aggraziate figure femminili in vividi colori come fossero stati dipinti di recente. La Cuevona de Ardines, dall’altezza di 40 metri, offre raffigurazioni di pesci della preistoria, dalle dimensioni realistiche più grandi dei pesci di oggi.

AVILES - CENTRO OSCAR NIEMEYER 
Ad Aviles, città vicino ad Oviedo, è da visitare il Centro Oscar Niemeyer. Il Centro, che prende il nome dall’architetto Oscar Niemeyer, ideatore di Brasilia, è di importanza mondiale ed è attivissimo nell’organizzare mostre, spettacoli teatrali, di danza, concerti di musica, conferenze. Si compone di vari settori, tra cui l’Auditorium, la Cupola, la Torre Belvedere con un’altezza di 20 metri dall’alto della quale si gode una vista completa della città, seduti nelle poltrone di ottimi ristoranti.
 

AI PICOS DE EUROPA
È il primo Parco Nazionale della Spagna, risalente al 1918, ed è dichiarato dall’UNESCO Riserva della Biosfera. Alte cime si alternano a gole profonde e a impressionanti canyon. Il massiccio più esteso è quello Occidentale, con lo spettacolare Lago di Cavadonga.  Vi sono sentieri ben indicati per chi vuole cimentarsi nel trekking o in bicicletta.

NAVA - MUSEO DEL SIDRO
Il Museo del Sidro di Nava è un interessante museo che racconta le fasi della produzione della bevanda tipica delle Asturie, estratta dal succo di mela: qui si possono conoscere tutti i segreti del sidro. Il Museo si articola in quattro sale e, tra queste, una è dedicata alla coltivazione delle mele e un’altra all’elaborazione del sidro. www.museodelasidra.com
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo AmmanFaroRoma, Tangeri e Johannesburg Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!