Scopri

Malta

Scopri
Malta
Malta, arcipelago magico, ombelico del mondo 
Malta è un’isola insolita, senza fiumi né montagne, appare nel bel mezzo del Mediterraneo fra l’Africa e la Sicilia come un atollo corallino emerso dal mare con le sue alte coste ed insenature. Con le due isole di Gozo e Comino, Malta forma un arcipelago che emerge da splendidi fondali.
 
 
Gli alti bastioni fortificati e le mura cinquecentesche maltesi sono punti di accesso alla splendida Cattedrale di San Giovanni e al Palazzo dei grandi maestri, alla città silenziosa di Mdina e al tempio ipogeo di Hal-Saflieni, tutti tesori culturali e naturali che soddisfano il desiderio di conoscenza del turista che visita i luoghi a piedi o con i veloci autobus pubblici.
 
Malta affonda le sue radici nel 4.000 a.C., ben prima della cultura cretese ed egizia, come testimoniano le statuette rappresentanti la Dea della fertilità e ceramiche impresse rinvenute in tutto l’arcipelago, soprattutto nei templi megalitici di Ggantija, Mnajdra, Hagar Qim, Tarxien, nonché all’ipogeo di Hal Saflieni. Greci e romani non colonizzarono Malta ma incisero nella religione facendo assimilare ai nativi i loro dei. La cristianizzazione si deve all’apostolo Paolo che vi giunse nel 60 d.C.. 
 
 Porta Mdina della vecchia fortezza
I Cavalieri di Malta
Emblema religioso dell’isola sono i Cavalieri di Malta, il cui ordine fu fondato nel 1090. La loro missione era di portare soccorso ai pellegrini poveri che si recavano o erano di ritorno dal Sacro Sepolcro in Terrasanta. La storia ed il carattere di Malta è molto legato alla vita dei Cavalieri che sino al 1522 costituirono il baluardo cristiano contro gli Ottomani, facendosi chiamare soldati di Cristo. Fu Carlo V che offrì loro Malta come patria, una patria che difesero tenacemente contro i turchi. Nel 1531 edificarono una nuova fortezza, dalle mura inespugnabili, che fu chiamata Valletta, dal gran maestro francese Jean de la Vallette che guidò i Cavalieri contro i turchi.
 
La città è ricca di monumenti, chiese e siti archeologici.
 
La Residenza dei Gran Maestri
Monumenti
  • la Residenza dei Gran Maestri, stupendo complesso attualmente sede del Presidente della Repubblica di Malta e della Camera dei Deputati;
  • la Sacra Infermeria ora sede di congressi internazionali,
  •  St. James Centre for Creativity fortificazione che espone le opere d'arte contemporanea 
 
 
La Cattedrale di San Giovanni
Chiese
Malta è la patria dei Cavalieri Ospitalieri di San Giovanni, difensori del Cristianesimo. Nel 60 d.C., San Paolo, preso prigioniero e poi naufrago sulla via per Roma, portò a Malta il Cristianesimo. Si contano 365 chiese e cappelle sparse in città e tra le isole.
Da non perdere:
  • la Basilica di San Giorgio risalente al 1400 e interamente ricoperta di marmo;
  • la Cattedrale anglicana di San Paolo; 
  • la Cattedrale di San Giovanni in stile Barocco;
  • la Cattedrale di Mdina consciuta come Cattedrale di San Paolo capolavoro del tardo 600.
 
 
 
 
 
La Cattedrale di San Giovanni
La Cattedrale di San Giovanni, tutta ori e arabeschi, ha otto cappelle dedicate ad altrettante lingue parlate sull’isola.
La cattedrale fu considerata un luogo sacro anche dai cavalieri poiché tra il XVI e il XVIII secolo i figli di molte famiglie nobili europee furono sepolti qui. 
La cattedrale conserva, inoltre, una fra le più importanti opere d’arte d’Europa: “La decollazione di S.Giovanni Battista di Caravaggio
 
 
Il sito archeologico di Mnajdra
I siti archeologigi
Sull'isola i siti archeologigi sono numerosi e sono la testimonianza di 7.000 anni di storia. Da non perdere:
  • Borg in Nadur  e  Bugibba Temples risalenti all'età del bronzo;
  • i Templi di Mnajdra Hagar Qim; 
  • Catacombe di San Paolo,  Sant' Agata e di Tal Mintna;
  • L'Ipogeo di Hal Saflieni complesso sotterraneo scavato nella roccia che veniva usato come santuario e per le sepolture.
 
 
Vestigia del passato si possono ammirare ovunque, ma è sicuramente curioso scoprire come viveva un nobile maltese del sedicesimo secolo. Per farlo basta visitare Casa Rocca Piccola a Valletta, 74 Repubblic Street, accompagnati nobile da un discendente della nobile casata, il marchese De Piro, che illustra mobili, abiti, vasellami, quadri raccontando con humour la storia della secolare dinastia.
 

L’Arcipelago maltese, già colonia britannica dal 1800 e Repubblica dal 13 dicembre 1974, va vissuto anche per il suo folclore locale. Da giugno a settembre le varie parrocchie celebrano il loro santo con processioni, addobbi nelle strade e fuochi d’artificio.
 
 
 
Lo sport
Gli amanti dell’attività all’aria aperta possono scegliere di giocare a golf, a tennis o cavalcare, fare jogging o semplicemente passeggiare sui lungomare di giorno o di notte, in un clima sempre rinfrescato dalla brezza marina.
Per cultori e praticanti degli sport estremi la possibilità di scalare le scogliere da free climber, esplorare le profondità marine, buttarsi con il paracadute ascensionale a Mellieha Bay o con l’elicottero partendo da Xawlija a Gozo.
 
 
Il Pastizzi
La cucina maltese
Il piatti tradizionali di Malta da provare sono: "Lampuki Pie" (torta di pesce), stufato di coniglio, "Bragioli" (olive di manzo), "Kapunata" (versione maltese della ratatouille), e la zuppa di vedova, che comprende un piccolo sformato di "Gbejniet" (pecora o formaggio di capra). Gli spuntini da degustare sono gli "hobz biz-zej" (una fetta di pane intinto in olio di oliva, strofinato con pomodori maturi e riempito con un mix di tonno, cipolla, aglio, pomodori e capperi) e il "pastizzi" (pasta sfoglia riempita con ricotta o purè di piselli).
 
 
Dove dormire a Malta
 

Malta è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per città o luoghi d'interesse.  

 

ISOLE
Hotel nelle isole
 
 
 
AEROPORTO
Hotel vicino all'aeroporto
 
 
LUOGHI DI INTERESSE
Hotel nelle aree turistiche di Silema
 
 
Testi di Pia Bassi e Nicolò Villa
Foto: Sisterscom.com; Shutterstock
Video: www.visitmalta.comwww.heritagemalta.org
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N10 - Aggiornamento aprile 2018

 
 
Uffici Turistici
Dove andare
Monumenti
BORĠ IN-NADUR TEMPLES

Borġ in-Nadur, Birżebbuġa, Malta

Le rovine dei templi si trovano nella parte meridionale di Malta e sono importanti perché rivelano la presenza di un tempio a quattro absidi (2000 a.C.) ma anche un insediamento fortificato di case dell'Età del Bronzo. Sono presenti sul posto le rovine di un grosso muro difensivo che attraversava la cima di un promontorio, tra due valli, e scendeva verso due baie. Tracce di capanne dell'Età del Bronzo furono scoperte proprio dietro al muro fortificato e lo strato sottile dei sedimenti che copriva le rovine dei templi.

www.heritagemalta.org

FORTE ST. ANGELO

Vittoriosa Waterfront, Vittoriosa

Il Forte Sant’Angelo è la punta di diamante dell’eredità storico-militare delle isole maltesi. Secondo la leggenda, il forte si erge sullo stesso luogo dove sorgeva un insediamento fortificato di epoca Romana. Il forte ebbe un ruolo di primissimo piano nel Grande Assedio del 1565 quando, contro tutte le previsoni, una formidabile armata di saraceni venne sconfitta e respinta. Più di recente, il governo ha concesso all’Ordine dei Cavalieri di San Giovanni la parte superiore del forte che comprende il palazzo magistrale e la Cappella di Sant’Anna.

 
PALAZZO GRANDMASTER

Palace Square Valletta

Il Palazzo Grandmaster è un capolavoro del XVI secolo e attuale sede del Parlamento. La "Sacra Infermeria” è oggi un centro congressi completamente attrezzato, mentre il St. James Centre for Creativity, è una fortificazione perfettamente restaurata dove le opere d'arte contemporanea vengono esposte sulle antiche pareti irregolari dei magnifici spazi riscoperti. In questi edifici, passato e presente si mescolano in una ammirevole lezione di arte del saper vivere.

www.president.gov.mt

 
Musei
MUSEO NAZIONALE
DELLE BELLE ARTI

South Street Valletta, Malta

La collezione del Museo Nazionale delle Belle Arti copre un periodo che va dal Rinascimento alla modernità. All'interno del Barocco italiano risaltano soprattutto le opere di Mattia Preti (1613-99) e i dipinti dei caravaggisti Mattias Stomer (1600-50), Jean Valentin de Boulogne (1601-32) e Guido Reni (1575-1642). L'arte del XVIII secolo è rappresentata in gran parte da Antoine de Favray (1706-98). Invece altre opere di pittori maltesi quali Francesco Zahra (1710-73) e Giuseppe Grech (1755-87) richiamano la prolungata influenza dell'arte Romana sullo sviluppo artistico locale.

www.heritagemalta.org

CATTEDRALE E MUSEO
DI SAN GIOVANN

St. John's Square, Valletta, Malta

Descritta ovunque come il primo completo esempio dell’alto Barocco, la Cattedrale di San Giovanni ricalca l’importanza militare e spirituale dei Cavalieri di San Giovanni.

La cattedrale testimonia il talento dell’architetto militare maltese Gerolamo Cassar e di Mattia Preti che disegnò le intricate mura e dipinse le volte e i lati degli altari con scene della vita di S. Giovanni. 

MUSEO NAZIONALE
DI ARCHEOLOGIA

Auberge de Provence, Republic Street, Valletta

Il Museo Nazionale di Archeologia ospita un vasto assortimento di manufatti risalenti ai periodi preistorici delle isole, a partire dalla venuta dell'uomo nel 5200 a.C. fino al 2500 d.C. Nelle prime sale si ripercorrono i primi insediamenti umani nelle isole fino al periodo della costruzione dei templi tramite la ricostruzione di una tomba scavata nella roccia. La collezione comprende utensili di ossidiana e le statuette rosse di Red Skorba, predecessori degli oggetti e sculture del periodo dei templi. 

 
Escursioni
GOZO 

Si pensa che Gozo sia la leggendaria Isola di Calypso citata nell'Odissea di Omero, un pacifico e mistico luogo remoto. Chiese Barocche e fattorie in pietra tratteggiano il paesaggio. Il territorio selvaggio di Gozo e la sua spettacolare costa presentano alcuni dei migliori luoghi dove fare immersioni subacquee. Completano l'offerta turistica dell'isola i siti storici e meravigliosi panorami. Da vedere anche i templi preistorici meglio conservati dell’arcipelago: Ggantija

COMINO 

Situata tra Malta e Gozo, Comino è un paradiso per gli amanti dello snorkel, del windsurf, delle immersioni e delle escursioni.

L’Isola della Laguna Blu, offre una idilliaca gita in barca con la possibilità di bagnarsi nelle sue acque turchesi. Una bellezza naturale senza automobili, Comino è un luogo ideale dove rifugiarsi tutto l’anno.

 

Aeroporti nelle vicinanze di Malta
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo AmmanFaroRoma, Tangeri e Johannesburg Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!