Scopri

Lisbona

La capitale del Portogallo custode di un glorioso passato coloniale
Ben poche sono le capitali che, come quella del Portogallo, Lisbona, concentrano in sé l’essenza della vita e della storia di tutto il Paese. Nei monumenti e nell’atmosfera della città è palpabile l’anima di questo popolo, il suo rapporto con il mare e le prime conquiste coloniali d’Oltreoceano. 
 
Il fiume Tejo
Lisbona sorge alla foce del Tago, (o Tejo), un fiume collegato da una riva all’altra da due ponti, ‘Ponte 25 Aprile’ e ‘Ponte Vasco de Gama’, questo inaugurato nel 1998 in occasione dell’Eposizione Universale nell’ambito delle celebrazioni per i 500 anni dalla scoperta delle Indie. 
 
Parco das Nacoes
Parco das Nacoes
Sempre in questa occasione, è stato portato a nuova vita il Parco das Nacoes, che aveva ospitato l’Esposizione, e che oggi rappresenta un’oasi cittadina piena di negozi e bar dove si può andare in bici o passeggiare tra il verde.
Nel Parco, da visitare l’Oceanario, uno dei più grandi acquari del mondo e una delle maggiori attrazioni della città.
 
Dall’epoca delle conquiste Lisbona e il Portogallo vissero un momento di grande prosperità economica, e molti artisti stranieri vennero attratti nel Paese per lavorare, dando luogo a un incontro universale di culture evidente nello stile Manuelino, che si sviluppò sotto il regno di Don Manuel I, primo sovrano del Portogallo (dal 1495 al 1521). Tra questi significativo, nel quartiere Belem, il Monastero dos Jeronimos, costruito dove sorgeva un tempo una piccola cappella in cui venivano a pregare i marinai in partenza o al ritorno dalle loro spedizioni.
 
Torre di Belem
Fu proprio Don Manuel I a voler trasformare la modesta cappella in grandioso monumento in onore della Vergine di Belem, protettrice dei marinai, dopo il successo delle spedizioni di Vasco de Gama. Nello stile sono presenti vari elementi di derivazione marinara, come sculture di funi, ancore, catene, conchiglie, ma ricorre anche la sfera armillare, strumento di navigazione e simbolo del re Manuel I, simbolo ancora presente nello stemma portoghese. Vicino al Monastero, a sua difesa e a baluardo della città, si staglia la Torre di Belem, anch’essa in stile Manuelino, vero gioiello di pietra bianca, sulla foce del fiume Tago, costruita nel punto da cui partivano un tempo le navi alla volta delle grandi scoperte.
 
 
Gli azulejos
Gli azulejos
A dare una singolare nota di colore alla città sono gli azulejos, retaggio degli arabi, che qui vissero per quasi quattro secoli: con al-zuleique s’indicava infatti in arabo una ‘piccola pietra liscia e levigata’, usata dai Mussulmani nel Medioevo. Il modo in cui gli azulejos erano utilizzati per la decorazione di pavimenti e pareti piacque ai re portoghesi, per cui alla fine del ‘400 si cominciò a produrli in loco; e nel ‘700 questa forma d’arte divenne uno dei principali elementi decorativi del paese, invadendo chiese, palazzi, dimore, giardini, fontane e scalinate.
Il Portogallo è il paese che più di ogni altro al mondo ha amato e usato gli azulejos e nel Museo Nacional do Azulejos se ne potrà ripercorrere la storia.
 
 
Il fado
Lisbona è anche la patria del fado, un canto malinconico e struggente, espressione del sentimento del popolo portoghese, avvezzo a continui distacchi dalla sua terra, ad addii e nostalgie motivati dalle continue partenze per mare. Il fado, reso celebre nel mondo da Amalia Rodriguez, si canta in ogni locale della città ed è quasi un simbolo del Paese: non a caso per le sue peculiarità è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.
 
 
I quartieri di Lisbona
 
Bairro Alto
Bairro Alto
Tra i quartieri più ricchi di case e di locali dove si canta il fado c’è Bairro Alto, su una delle sette colline su cui sorge la città di Lisbona, con numerosi ristoranti tipici che servono a lume di candela cibo tradizionale che predilige il pesce, tra cui sardine, baccalà (pare che ce ne siano ricette per ogni giorno dell’anno) e zuppe.

 
Piazza Rossio
Baixa
Nel quartiere di Baixa, nel centro storico, si trova la Piazza Rossio, una della piazze più frequentate di Lisbona, e dove sorge il più famoso teatro del Portogallo, in stile Neoclassico, intitolato alla regina Donna Maria II.
 
 
Quartiere di Chiado
Chiado
Il quartiere di Chiado è invece rinomato per le sue pasticcerie, dove si servono pasticcini deliziosi di pasta sfoglia ripieni di crema, chiamati ‘pastel’, un dolce tipico del Paese, magari accompagnati da un sorso di Porto, un famoso vino liquoroso locale, o per chi ama il secco, da uno dei vini verdi celebri in tutto il mondo.
 
 
Da visitare la Chiesa di Sant’Antonio, nativo proprio di Lisbona, costruita sulla casa dove nacque il santo, che viene celebrato con una grandiosa festa ogni 13 giugno. 
 
La cucina portoghese 
Il re della cucina portoghese è il pesce cucinato alla griglia o preparato in zuppe nella tradizionale pentola in rame chiamata cataplana. Da provare come piatto di carne è il cozido à portuguesa, un bollito di vari tipi di carne, con verdure e insaccati. Tra i numerosi dolci, da non perdere c'è il pastel de nata, una deliziosa sfoglia alla crema da assaporare accompagnato con un Porto o un Madeira, vini liquorosi noti in tutto il mondo.
 
Pesce cucinato nella cataplana
Cozido à portuguesa
 
Pastel de nata
Porto
 
 
Dove dormire a Lisbona
 
Lisbona è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 
STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
 
AEROPORTO
Hotel vicino all'aeroporto 
 
HOTEL NEI DINTORNI
 

Testi di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Copyright © Sisterscom.com
Riproduzione riservata
Pubblicato su Avion Tourism N52 - Aggiornamento settembre 2018
Video: www.visitlisboa.com
 
 
Ente del Turismo
www.visitlisboa.com 
www.visitportugal.com
DOVE ANDARE
 
Monumenti
CASTELLO DI SAN GIORGIO 
Situato su uno dei colli più alti della città, il Castello di San Giorgio è un’immagine onnipresente nel paesaggio di Lisbona con le sua mura alte ed imponenti. Una volta nel castello vissero re cristiani e arabi e vi soggiornarono Romani e Visigoti. Oggi viene esplorato da centinaia di turisti in visita alla città di Lisbona. Nel XX secolo venne riconosciuto come monumento nazionale. L’ingresso si trova in Rua dos Fanqueiros e in Rua da Madalena, nella zona centrale di Baixa.
www.castelodesaojorge.pt
PALAZZO NAZIONALE DI AJUDA
Il Palazzo Nazionale di Ajuda, magnifica opera d’architettura portoghese, fu costruito dopo il terremoto del 1755 che distrusse il Palazzo de Ribeira, costringendo re José I a costruire una nuova residenza per la famiglia reale. Attualmente il palazzo conserva le quattro stanze reali nello stato originale dell’epoca. Un’altra ala del palazzo ospita un museo, dove è possibile scoprire una delle più grandi collezioni nazionali di arti decorative realizzate tra il XV e il XX secolo.
www.palacioajuda.pt
 
VIALE DELLA LIBERTA'
Ricostruita tra il 1879 e il 1882 e ispirata allo stile degli Champs Élysées di Parigi, Avenida da Liberdade è una delle principali vie della città di Lisbona. Su di essa si affacciano numerosi hotel, negozi e alcuni dei migliori caffè e teatri. Maestosa ed elegante, in questo importante viale della capitale portoghese sono stati costruiti e restaurati edifici di grande bellezza, come ad esempio il Neoclassico Teatro Tivoli.
MONASTERO DEI GERONIMITI
Il Mosteiro dos Jerónimos, uno dei simboli più imponenti della città di Lisbona, fu fatto costruire nel 1501 su iniziativa del re Manuel I e terminato un secolo dopo. Affacciato sulla magnifica Praça do Império, il monumento è un eccellente esempio architettonico del periodo tardo Gotico e Rinascimentale, ed è considerato uno dei monumenti più belli di Lisbona. Nella chiesa del monastero si trovano le tombe di Vasco da Gama e del poeta epico Luís de Camões.
ARCO DI RUA AUGUSTA
Maestoso e monumentale, l’Arco di Rua Augusta è il simbolo della Lisbona trionfante, rinata dalle ceneri del terremoto del 1775. Situato nell’ala nord di Praça do Comércio, l’arco in stile Neoclassico segna l’orizzonte di questa zona storica della città. Coronando di bianco la via Augusta, è la porta d’ingresso a questo primo viale della città brulicante di attività, oggi osservabile dal terrazzo dell’Arco, raggiungibile tramite ascensore.
 
 

Musei
MAAT - MUSEO DI ARTE, ARCHITETTURA E TECNOLOGIA 
Av. Brasília, Central Tejo (Belém)
Il Museo di Arte, Architettura e Tecnologia (MAAT) è il recente centro culturale di Lisbona. Il progetto innovativo è in armonia con il nuovo edificio, progettato dallo studio di Amanda Levete Architects e il Central Tejo Power Station, uno degli esempi più significativi portoghesi di architettura industriale della prima metà del XX secolo. Il MAAT si dedica a presentare mostre nazionali e internazionali dedicate ad artisti e architetti contemporanei.
www.maat.pt
MUSEO CALOUSTE GULBENKIAN
Av. Berna, 45-A
Il Museo Calouste Gulbenkian è stato costruito per ospitare la collezione d'arte di circa seimila pezzi del ricco finanziere armeno Calouste Sarkis Gulbenkian, nato a Üsküdar (Istanbul) nel 1869 e morto a Lisbona nel 1955. Nelle gallerie espositive del museo sono esposte circa millequattrocento opere divise in diversi settori d’arte: Egizia, Greco-Romana, Mesopotamica, Orientale- Islamica, Armena, Estremo Oriente, scultura, libraria, pittura, decorativa e opere di René Lalique.
www.museu.gulbenkian.pt
 
Escursioni
PARCO DELLE NAZIONI
È il simbolo della Lisbona contemporanea, un luogo in cui gli abitanti della città si divertono, assistono a spettacoli, passeggiano, praticano sport, fanno shopping, lavorano e vivono in qualità ed armonia. Il Parco delle Nazioni (Parque das Nações) si trova nell’area in cui si svolse l’Esposizione Mondiale del 1998. Si tratta di un grande spazio per il tempo libero dei cittadini che ha unito la città ed il fiume. Il ponte Vasco da Gama è il più lungo d’Europa, inaugurato anch’esso nel 1998, ed il quinto al mondo per estensione, infatti misura 17 km di lunghezza, di cui 10 Km attraversano le acque del Tago.
www.portaldasnacoes.pt
VILA FRANCA DE XIRA
Terra di cavalli e tori, il comune di Vila Franca de Xira è il luogo perfetto per visitare fattorie e allevamenti di tori da corrida, inoltre offre una ricca gastronomia regionale e ottimi vini. Qui si trovano diversi luoghi d’interesse culturale come il Santuário do Senhor da Boa Morte, un importante monumento, e il più antico della regione, risalente all’epoca Romana. Situato su una collina, il santuario si trova in una posizione meravigliosa, con splendida vista sulla città di Lisbona e sull’estuario.
 
Aeroporti nelle vicinanze di Lisbona
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo AmmanFaroRoma, Tangeri e Johannesburg Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!