Scopri

Vienna

Vienna, capitale mondiale della musica dal passato imperiale
Impossibile non associare Vienna, l’elegante capitale dell’Austria sulle rive del Danubio, a concerti, balli, serate all’Opera o festival musicali. La città è permeata della storia della musica immortale creata da compositori che qui sono nati o vissuti come Mozart, Schubert, Strauss, Beethoven o Mahler. Una storia che ha avuto il suo massimo splendore nel Settecento, sotto la guida di Maria Teresa d’Asburgo, imperatrice illuminata, e che prosegue ancora oggi, se solo si pensa ai vari festival e alle rappresentazioni musicali in città, e soprattutto al celebre Concerto di Capodanno eseguito dalla Filarmonica di Vienna e trasmesso in mondovisione la mattina di ogni I° Gennaio: un concerto talmente richiesto a livello mondiale che per parteciparvi dal vivo occorre prenotarsi un anno prima.  
 
Il tesatro dell'Opera
 
 
Hofburg
La casa Imperiale degli Asburgo
A lungo dominata dalla Casa Imperiale degli Asburgo, tutto a Vienna si esprime in grande: nei sontuosi palazzi, tra cui primeggia l’immenso complesso della Hofburg, formato da ben dieci edifici, residenza ufficiale della Casa imperiale e sede del governo per oltre sei secoli, nel Municipio, nelle monumentali chiese, tra cui eccelle il Duomo di Santo Stefano, una delle più belle chiese gotiche d’Europa, e nel vasto accogliente Teatro dell’Opera.
 
Per la sua felice posizione geografica, vicina al centro Europa come ai Paesi dell’est, Vienna può essere considerata la città più cosmopolita del continente. Balza agli occhi del visitatore, infatti, come nella sua architettura elementi del gotico tedesco si uniscono a influssi mediorientali, e come la grazia italiana si sposa al classicismo e al Barocco francesi. E a Vienna, come in poche altre città al mondo, è dato immergersi ancora in una fastosa e quasi sognante atmosfera d’altri tempi, con le sue vie di un’eleganza raffinata, nei suoi numerosi e accoglienti caffè dove si possono gustare vere delizie locali e dove ancora vive l’ottocentesco uso di leggere il giornale ‘alla stecca’.
Vienna si ripropone con i tanti volti che la rendono una città tutta da scoprire. In bus, tram o navigando sul Danubio, ma soprattutto a piedi, le visite comprendono un’interminabile serie di cose belle da vedere.
 
 
Il centro storico di Vienna è patrimonio storico e culturale dell’umanità. Capitale mondiale della musica,
la città invita a percorrerne la storia e i suoi fasti imperiali.
 
Il Palazzo Belvedere
I Palazzi e Castelli
Gli splendidi castelli in stile Barocco di Schönbrunn e Belvedere, e il Palazzo Imperiale Hofburg  con le loro sale ed arredi rappresentano un tuffo nel passato imperiale della città.
 
 
 
Tappa irrinunciabile per seguire le orme dell’antica monarchia asburgica è il Museo della Principessa Sissi
così come passeggiare lungo la splendida Ringstrasse ed entrare nel Duomo di Santo Stefano.
 
 
Ringstrasse
 Passeggiata sulla Ringstrasse
Un anello lungo più di cinque chilometri che circonda il centro città (scenografico viale voluto dall’imperatore Francesco Giuseppe che lo inaugurò nel 1865 dopo aver fatto demolire il complesso di antiche mura) rende conto del grandioso passato asburgico. Oggi Ringstrasse è considerato il più bel viale del mondo, lungo il quale è possibile ammirare una serie di edifici rappresentativi come il Nuovo Municipio Neogotico, la rinascimentale Università, la Borsa di Vienna e ricche dimore dei notabili di un tempo, viale che in alcune zone ‘si apre’ a vasti spazi verdi, che non mancano in città. Basti pensare al Prater, un prato dalle enormi proporzioni che è il più popolare luogo di ricreazione e divertimento della città, da quando Giuseppe II nel 1766 lo rese accessibile al pubblico, dopo essere stato uno dei giardini della Casa asburgica. All’interno del parco svetta uno dei simboli più noti della città, la ruota panoramica, dall’altezza di ben 65 metri dall’alto della quale si può godere di una vista mozzafiato su Vienna e sul Danubio.
 
 
 
Dall’ambiente imperiale ai capolavori artistici dell’Albertina, dall’atmosfera del tipico Café viennese Schwarzenberg alla Ruota Panoramica del Prater,  Vienna ammalia per la straordinaria varietà delle sue attrazioni. 
 
Reggia di Schönbrunn
Reggia di Schönbrunn
Non si può prescindere andando a Vienna di visitare la Reggia di Schönbrunn (che significa Bella Sorgente) alla periferia della città, nata come residenza estiva della famiglia imperiale, per volontà di Maria Teresa per far vivere i suoi sedici figli in un ambiente lontano dal rigido cerimoniale della Corte di Vienna e più vicino alla natura.
 
Prater
I Parchi
Il Prater, la grande distesa verde nel cuore della città, è un’escursione da non perdere. Oltre che passeggiarvi, si può fare il giro di quattro chilometri con il trenino Liliputbahn. Dall’alto dei 65 metri delle celebre ruota si gode una straordinaria vista panoramica.
 
Per gli amanti della musica ci sono gli itinerari che ripercorrono le tracce di Wolfgang Amadeus Mozart e Johann Strass.
 
 
Il Museo Storico
I Musei
Per uno sguardo sull’arte, da seguire i percorsi dello stile Liberty viennese e un giro al Museo Albertina, con la sua celebre collezione d’arte grafica (oltre un milione di stampe e 60.000 disegni).
 
 
E se a Vienna si vuole provare un’esperienza fuori dal comune, non c’è che da prenotare una carrozza con il suo ‘fiacre’, anche per la visita ai monumenti, consentendosi varie soste ai celebri locali dove non manca quasi mai la musica e ai suoi rinomati caffè (perché occorre ricordare che l’uso di bere caffè è nato proprio a Vienna) dove si possono gustare specialità di ogni tipo della stessa bevanda, oltre a dolci tra i più famosi al mondo, come la Sacher torte. E da non dimenticare i pregiati vini che vengono prodotti dagli ampi vigneti nei dintorni della città, tra cui da segnalare il notevole ‘Gemischter Satz’, che, come dice il suo nome ’Vigna mista’, è prodotto con le uve di diversi vigneti.
 
 
 
I prodotti locali
 
A Vienna c’è anche la possibilità di entrare nei segreti della produzione di cioccolato, vino, birra, o della preparazione dello strudel di mele o della famosa torta sacher. Per deliziarsi durante la visita della città non resta che fermarsi nei tanti bar, ristoranti, taverne o pasticcerie per assaggiare prelibate dolcezze.
 
 
Dove dormire a Vienna

 

Vienna è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
 
AEROPORTO
Hotel vicino all'aeroporto
 
 

 

Testo di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock

Video: www.wien.infowww.slash.co.at

Pubblicato su Avion Tourism N69; N4/2018-19
Copyright © Sisterscom.com

 

 

Ente del Turismo

www.wien.info

Dove andare
Monumenti
Duomo di Santo Stefano
Il Duomo, dedicato a Santo Stefano, è uno dei simboli della città e all’interno mostra tutta la sua storia legata alla famiglia imperiale: qui venivano incoronati gli imperatori, si sposavano e si battezzavano i loro figli. In questo fastoso Duomo, dalle decine di ricchi altari che corrono lungo la navata, si sposò anche Mozart. Annesso si trova il Tesoro del Duomo, con preziose sculture, manoscritti, e capolavori dell’oreficeria viennese.
Chiesa di San Carlo
La Chiesa di San Carlo fu fatta edificare nel 1713 da Carlo VI per onorare il voto fatto per scongiurare l’ultima epidemia di peste a Vienna. È una imponente chiesa barocca, la più bella della città in questo stile, con le colonne gemelle all’entrata, dove sono scolpite scene della vita di San Carlo a cui è dedicata.
 
Hofburg - Residenza Imperiale
Quest’antica residenza imperiale nel centro di Vienna trabocca di storia e cultura e raccoglie al suo interno vari Musei. Gli appartamenti imperiali, abitati nel corso dei secoli dai componenti della monarchia, ospitano arredi imponenti che risalgono a varie epoche e dai svariati stili Barocco, Rococò, Impero, ecc...
Negli appartamenti imperiali si trova il Museo di Sissi dove si possono ammirare i ritratti dell’imperatrie, numerosi abiti della leggendaria Imperatrice, le centinaia di calzature, le poesie scritte di suo pugno, le sue ricette di bellezza o gli attrezzi ginnici.
Il Museo delle Argenterie di Corte ospita invece ben 7.000 oggetti che servivano per i banchetti di corte e lo scenografico ‘centro tavola milanese’ dalla lunghezza di trenta metri realizzato in occasione dell’incoronazione di Ferdinando I come re del regno lombardo-veneto.
 
Musei
Albertina
Il Museo Albertina si trova nel più grande palazzo residenziale asburgico che troneggia sulle mura di uno degli ultimi bastioni di Vienna all'estemità sud della Hofburg. L’Albertina raccoglie le più importanti opere di arte grafica al mondo e capolavori di pittura di noti artisti come Monet, Degas, Renoir, Klimt, Picasso, Chagall, Malewitsch, Rothko o Baselitz. Deve il suo nome al duca Alberto di Sassonia Teschen che nel 1776 iniziò la sua collezione di arti grafiche, non immaginando che ad oggi il Museo possiede un milione di stampe e 60.000 disegni.
Museo Leopold
Il Museo Leopold si sviluppa all’interno del MuseumsQuartier, vicino alla Residenza Imperiale Hofburg, ed espone capolavori d’arte moderna austriaca collezionati da Rudolf Leopold, un appassionato ed esperto d’arte. Il museo ospita la collezione di Egon Schiele oltre a capolavori di Gustav Klimt e opere della Wiener Werkstätte da Josef Hoffmann fino a Koloman Moser. L’architettura del museo è moderna, a forma di cubo, e si affaccia sul centro storico di Vienna con la Maria Theresien-Platz e il Palazzo Imperiale mentre la terrazza offre un panorama sul MuseumsQuartier.
Museo Belvedere
Il Belvedere è un castello barocco che ospita un importante museo. Il complesso è formato da due castelli: il Belvedere Superiore e il Belvedere Inferiore. Nel Belvedere Superiore si trova la più grande collezione al mondo di Gustav Klimt. Da non perdere, per gli appassionati di arte, il famoso ‘Il Bacio’ di Klimt ma anche le opere di Schiele o di Kokoschka. Da ammirare anche il giardino barocco del Belvedere Inferiore.
 
Tour ed escursioni
 
Reggia di Schönbrunn
L’ex residenza estiva della famiglia imperiale degli Asburgo, è una costruzione barocca con 1.441 stanze e 149 cucine. Per volere di Maria Teresa gli interni furono improntati al più gentile stile Rococò per mobili, tappeti e tappezzerie. La Sala da colazione è in boiserie bianca con decori floreali realizzati da lei stessa e dalle figlie. L’esotismo, amato da Maria Teresa, trasuda dallo stanzone cinese a pianta rotonda, nella Camera dei Milioni, arricchita da miniature persiane e dal Salone Cinese Blu. All’interno del Palazzo si può visitare il Museo per i bambini, il Museo delle Carrozze Imperiali, ammirare la Gloriette, un colonnato con arcate e inoltre il Giardino dell’Orangerie, con piante e scenografiche fontane. La Reggia è parte del patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO.
Schloss Hof e Castello di Niederweiden
Nella regione del Marchfeld, nella Bassa Austria, si trova Schloss Hof, la residenza imperiale di campagna del Principe Eugenio di Savoia e di Maria Teresa d’Austria. Qui si possono ammirare gli alloggi imperiali e un giardino barocco con fontane e statue.
Il Castello di Niederweiden si sviluppa a due chilometri dallo Schloss Hof. Il castello dall’architettura barocca fu costruito nel 1693 da Johann Bernhard Fischer von Erlach e, nel 1726, fu acquistato dal principe Eugenio di Savoia come cornice per le sue battute di caccia.
 

Testo di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock

Pubblicato su Avion Tourism N69
Copyright © Sisterscom.com

Aeroporti nelle vicinanze di Vienna
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo AmmanFaroRoma, Tangeri e Johannesburg Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!