Scopri

Bologna

Una città accogliente con il gusto del buon vivere e della buona tavola
 
La prima scoperta che un turista fa entrando nella città di Bologna è quella di uno straordinario calore umano e di una immediata cordiale accoglienza: caratteristiche dei bolognesi sono infatti la giovialità, la simpatia, il gusto del buon vivere e della buona tavola.
 
Torre degli Asinelli e Torre Garisenda
Le Torri
A Bologna si è accolti anche dalle due torri svettanti e pendenti, la Torre degli Asinelli, fatta erigere nel 1119 dalla omonima famiglia ghibellina dell’epoca, la più alta torre pendente d’Italia, e della Torre Garisenda, ambedue citate nella Divina Commedia da Dante che ne era rimasto ammirato.
Le torri infatti, oltre alle Case-torri erette in epoca Medievale, sia per avvistamento e difesa, sia per sfoggio di opulenza delle antiche casate, caratterizzavano l’urbanistica della città.
Circa 25 ne sono rimaste delle quasi duecento sorte nel Medioevo.
 
La città di Bologna è infatti ricca di storia, che merita di essere ripercorsa: sorta in Epoca Romana con il nome di Bononia, molti sono i reperti dell’antica ‘civitas’ che tuttora permangono e che si possono ammirare attraverso un pavimento in cristallo della Sala Borsa, un tempo cuore della vita economica, oggi uno dei luoghi della cultura cittadina, con la sua vasta e innovativa biblioteca multimediale.
Del resto la cultura qui è di casa, se solo si pensa che Bologna vanta il primato di avere la più antica Università del mondo.
 
 
Fontana del Nettuno
Fontana del Nettuno
La Fontana del Nettuno di Bologna, una monumentale scultura cinquecentesca in bronzo opera dell’artista fiammingo Giambologna, è uno dei simboli più significativi della città. Per le dimensioni della statua i bolognesi la chiamano familiarmente Il Gigante, ovvero al Zigant in dialetto.
 
La scultura introduce in Piazza Maggiore, incoronata da edifici che rappresentano le vestigia del passato bolognese: Palazzo di Re Enzo, dove venne tenuto prigioniero e morì lo sfortunato figlio dell’imperatore Federico II di Svevia, dopo essere stato catturato nella vicina Fossalta.
 
 
Basilica di San Petronio
I palazzi
La solennità architettonica di Bologna si esprime nel Palazzo d’Accursio, oggi sede del Comune, dove sono ospitati sia il Museo Morandi, sia le ricche collezioni comunali d’arte; nel Palazzo dei Notai e soprattutto nello scenografico Palazzo dei Banchi, opera del celebre architetto rinascimentale Jacopo Barozzi, detto Il Vignola, palazzo che nel Seicento fu anche dimora e studio del famoso pittore bolognese Guido Reni.
 
 
La Basilica di San Petronio
Basilica di San Petronio
L’edificio della Basilica di San Petronio a Bologna, che deve il suo nome ai banchi di epoca Medievale in cui si esercitava l’arte cambiaria, si trova vicino alla bella Basilica di San Petronio - dove è ospitata la meridiana più grande del mondo - la sesta chiesa più vasta d’Europa e dedicata al patrono della città, che fu vescovo nella metà del ‘400 e riorganizzò la chiesa bolognese.
Da qui parte il portico più famoso della città di Bologna, detto Il Pavaglione, che un tempo significava padiglione, ossia una tenda sotto cui nel ‘400 venivano protetti i banchi del mercato dei bachi da seta per cui la città era famosa.
 
 
 
Bologna è considerata anche la città del trekking, in quanto invita a camminare a piedi in una calma rilassante atmosfera per scoprire e ricercare angoli e spazi suggestivi, occasione di festa e di socialità per bolognesi e non solo, che culmina nel mese di ottobre nell’iniziativa molto seguita del trekking urbano
 
Il Centro fieristico di Bologna è uno dei più attivi d’Italia: vi si svolgono Fiere importanti come Cosmopharma, con prodotti per il benessere, la salute, la bellezza, Sana, per il biologico e il naturale, Cosmoprof, per i profumi e la cosmesi, Lineapelle per modelli di pelletteria dalle borse all’abbigliamento e l’attesissimo MotorShow, salone internazionale dell’auto e della moto, tutti appuntamenti che contribuiscono a rendere viva la città con migliaia di presenze di operatori e appassionati.
 
I tortellini bolognesi
Le specialità Bolognesi
La cucina di Bologna è rinomata a livello internazionale, con le sue paste all’uovo condite con sontuosi ragù, i famosi tortellini, la mortadella, detta anche ‘bologna’, e per i dolci il particolare panspeziale, realizzato secondo un’antichissima ricetta, e quasi introvabile altrove.
 

Testo di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Video: www.bolognawelcome.com
Copyright © Sisterscom.com
Aggiornamento aprile 2018
 
 
Ente del Turismo
 
 
Dove dormire a Bologna
 

Bologna accoglie i visitatori della città in strutture dotate di ogni confort per offrire un confortevole soggiorno.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
 
Dove andare
Monumenti
PALAZZO DELL'ARCHIGINNASIO

Piazza Galvani, 1

Il Palazzo dell'Archiginnasio di Bologna fu costruito, fra il 1562 e il 1563, dal Cardinale Carlo Borromeo come sede per le scuole dello Studio Universitario fino al 1803. Dal 1838 il Palazzo ospita la Biblioteca Civica. Le pareti delle sale, le volte degli scaloni e dei loggiati sono decorate da iscrizioni e monumenti celebrativi dei maestri dello Studio e da migliaia di stemmi e nomi di studenti che hanno frequentato le scuole. Di fronte all'ingresso si trova la Cappella di S. Maria dei Bulgari.

www.archiginnasio.it

TORRE DEGLI ASINELLI

Piazza di Porta Ravegnana

La Torre degli Asinelli di Bologna venne costruita tra il 1109 e il 1119 dalla famiglia omonima e passò al Comune già nel secolo successivo. La Torre, alta 97,20 metri, presenta uno strapiombo di 2,23 metri e una scalinata interna di 498 gradini terminata nel 1684. Il basamento della torre è circondato da una 'rocchetta' realizzata nel 1488 che serviva ad ospitare i soldati di guardia. Sotto il portico sono state ricollocate alcune botteghe di artigianato a ricordo della funzione commerciale svolta dal medievale 'mercato di mezzo'. 

 
PALAZZO DEL RE ENZO

Il Palazzo del Re Enzo di Bologna venne costruito tra 1244-46 come ampliamento degli edifici comunali e divenne la 'residenza' del re prigioniero della battaglia di Fossalta: re Enzo di Sardegna, figlio di Federico II che vi trascorre  i successivi ventitré anni fino alla morte. Sulla destra del palazzo è situato l'accesso alla Cappella di S. Maria dei Carcerati cui si recavano i condannati a morte.

PIAZZA MAGGIORE 

Piazza Maggiore

La Piazza Maggiore di Bologna, nel cuore della città, racchiude in sé importanti edifici. Affacciati sulla Piazza si trovano: la Basilica di San Petronio e, sulla destra di questo edificio, il Palazzo dei Notai, il Palazzo d’Accursio, il Palazzo del Podestà e la scenografica facciata del Palazzo dei Banchi. La Basilica di San Petronio, dedicata al patrono cittadino, è la più importante chiesa bolognese

 

TORRE GARISENDA

Piazza di Porta Ravegnana

La Torre Garisenda a Bologna, coeva alla Torre degli Asinelli, si differenzia per la minore altezza che è di soli 47 metri e il forte strapiombo di 3,22 metri dovuto ad un cedimento del terreno e delle fondamenta. Il poeta Dante, che la vide ancora integra, la paragonò ad Anteo chinato nel XXXI Canto dell'Inferno. Il rivestimento in bugne di selenite alla base della torre risale alla fine del XIX secolo.

FONTANA DEL NETTUNO

Piazza del Nettuno

La Fontana del Nettuno di Bologna, realizzata in marmo e bronzo, fu costruita dal fiammingo Giambologna. Il monumento è il simbolo del potere papale: come Nettuno domina le acque, così il Papa domina il mondo. Ai piedi della statua del Dio Nettuno si possono vedere quattro putti, che rappresentano il Gange, il Nilo, il Rio delle Amazzoni e il Danubio, i fiumi dei continenti conosciuti all'epoca.

 
Musei
PINACOTECA NAZIONALE

Via delle Belle Arti, 56

La Pinacoteca Nazionale di Bologna ha sede nella zona universitaria, nello stesso edificio storico che ospita l’Accademia di Belle Arti e la Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico di Bologna. Al suo interno, trenta sale espositive ed uno spazio adibito alle mostre temporanee e alle attività didattiche. In passato fu rinnovata ed adeguata agli standard europei e oggi è da annoverare tra le più importanti gallerie nazionali conosciute ed apprezzate all’estero. 

www.pinacotecabologna.beniculturali.i

MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO

Piazza Maggiore, 6

Il Museo Civico Archeologico di Bologna ha sede nel quattrocentesco Palazzo Galvani dal 25 settembre 1881, giorno della sua inaugurazione ufficiale. L'edificio ospita ricche collezioni archeologiche provenienti dall'antico Museo Universitario, dalla donazione del pittore Pelagio Palagi e dagli scavi condotti a Bologna e dintorni tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. Il Museo si colloca tra le più importanti raccolte archeologiche italiane ed è rappresentativo della storia locale.

www.museibologna.it/archeologico

MAMBO - MUSEO D'ARTE MODERNA

Via Don Minzoni, 14

Il Museo d'Arte Moderna di Bologna, con 9.500 metri quadrati dedicati alla cultura visiva e alla sperimentazione, è un centro di produzione e laboratorio critico della cultura contemporanea interdisciplinare. È la sede principale della Galleria d'Arte Moderna di Bologna, che comprende anche il Museo Morandi e la Casa Morandi, il Museo per la Memoria di Ustica, la Villa delle Rose e la Residenza per artisti Sandra Natali.

www.mambo-bologna.org

 

Scopri tutti i musei di Bologna, visualizzando a schermo intero questa mappaVisualizza a schermo intero

 

Escursioni 
AUTODROMO ENZO E DINO FERRARI A IMOLA

Via F.lli Rosselli, 2 - Imola

L'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, nato nel 1950, ospita alcune importanti manifestazioni motoristiche italiane: il Gran Premio di San Marino di Formula Uno, il Gran Premio d'Italia del Campionato Mondiale Superbike, Gare del Campionato Mondiale di Formula 3000 e di quello di Endurance. E' una struttura polifunzionale in cui, oltre alle gare, si svolgono eventi di richiamo come la Mostra Scambio, concerti e presentazioni di nuovi modelli di auto e moto.

www.autodromoimola.it

ANTICO GHETTO EBRAICO

L’antico ghetto ebraico di Bologna, in pieno centro Medievale, conserva la sua struttura originaria. Viuzze e passaggi sospesi, ponti coperti e piccole finestre raccontano la storia di una comunità costretta a vivere, su ordine dello Stato della Chiesa a partire dal 1556, in un'area specifica delle città italiane. Il ghetto è certamente una delle zone più suggestive dell’intero tessuto urbano, definito da palazzi appartenuti a ricchi mercanti e banchieri ebrei ed animato da botteghe artigiane.

Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Aeroporti nelle vicinanze di Bologna
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!