Scopri

Torino

La magica città custode della Sacra Sindone
La Mole Antonelliana, simbolo della città di Torino, si staglia imponente con i suoi 167 metri di altezza sulla distesa di residenze reali, dimore nobiliari, monumenti che raccontano la storia di questa signorile e aristocratica città piemontese, la prima capitale del regno d’Italia.
 
Piazza Castello
Piazza Castello
Cuore storico di Torino è Piazza Castello, centro politico amministrativo dell’antica capitale del Regno Sabaudo. Nel centro della piazza, s’impone alla vista Palazzo Madama, dalla scenografica facciata Barocca, opera di Filippo Juvarra. Vicino è Palazzo Reale, che racconta la storia dei Savoia, i primi sovrani del nascente Regno d’Italia. Il palazzo infatti fu la residenza ufficiale della famiglia fino al 1865 e al suo interno si possono ammirare numerose opere d’arte e salire attraverso la scenografica ’scala delle forbici’.
 
Il Duomo 
La Sacra Sindone
Torino è conosciuta anche come la città della Sindone, il lenzuolo di lino in cui sarebbe stato avvolto il corpo di Cristo depositato dalla croce: la città è molto fiera di quest’attribuzione e il sudario è stato per lunghi decenni conservato nella cappella detta appunto della Sindone, capolavoro di Guarino Guarini, annessa al Palazzo Reale e accessibile dal Duomo, dove viene conservata oggi; ogni anno la reliquia è esposta al pubblico con le famose ‘ostensioni’.
 
 
Non lontano si trova la Chiesa di San Lorenzo, ancora in esemplare stile Barocco, fatta erigere da Emanuele Filiberto di Savoia per celebrare la vittoria di San Quintino contro i Francesi.
 
La Basilica di Superga
La Basilica di Superga
Le tombe dei Savoia sono custodite nella Basilica di Superga, sulla collina, da cui si gode un panorama mozzafiato dell’intera città.
 
 
 
Palazzo Carignano
Palazzo Carignano
Ancora Barocco è il maestoso Palazzo Carignano, che dà il nome alla Piazza, ed ospitò il primo parlamento del Regno di Sardegna, da cui sarebbe nato il Regno d’Italia. Qui nacque Vittorio Emanuele II, primo re d’Italia, e qui si trova la sede del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, che conserva cimeli di personaggi che contribuirono all’unità d’Italia, come il Conte di Cavour, Giuseppe Garibaldi, Silvio Pellico, Massimo d’Azeglio, ecc..
 
E in Piazza Carignano è ancora attivo lo storico Ristorante del Cambio, dove si può vedere all’interno il tavolo a cui era solito sedersi Cavour, che lo frequentava quasi quotidianamente.
 
Museo Egizio
Museo Egizio
Da non perdere una visita al Museo delle Antichità Egizie, il più importante museo egizio del mondo dopo quello del Cairo: qui si possono ammirare reperti come statue di faraoni o divinità, mummie, oggetti di uso corrente, corredi funerari e tanto altro. Un gran numero di egittologi studia ancora reperti provenienti da questo importante Museo, tanto da far dire agli studiosi che ‘la via per Menfi e Tebe passa da Torino’.
 
Piazza Vittorio Veneto
Le passeggiate in città
Ma Torino non è solo storia. La città infatti invita anche a piacevoli passeggiate, come quella sotto gli ampi portici che attraverso via Po collega Piazza Castello con Piazza Vittorio Veneto, una delle più ampie piazze del mondo, affacciata sul Po. La via è ricca di negozi di antiquariato, librerie e locali storici, come il famoso Caffè Fiorio, con l’arredo originario, un tempo ritrovo abituale di intellettuali e politici del Risorgimento.
 
Il Parco del Valentino
Castello del Valentino
Sempre in tema di passeggiate, ne offre a volontà il Parco del Valentino, il più antico e famoso parco della città, con viali alberati e piste ciclabili, e con l’Orto Botanico che contiene circa 4000 specie di flora locale e piante officinali. All’interno del parco il Castello del Valentino, dall’aspetto fiabesco, con i tetti a punta alla francese, sede un tempo di feste, tornei, battaglie fluviali, molto amato dalla prima Madama reale Cristina di Francia.
 
La residenza di caccia di Stupinici
La corte sabauda non disdegnava infatti feste o partite di caccia, tant’è che Vittorio Amedeo si fece costruire ai margini della città, a Stupinigi, dall’architetto di fiducia Filippo Juvarra, una palazzina di caccia, tra le più belle al mondo, che merita di essere visitata.
 
 
I Giuanduiotti
Le specialità gastronomiche
Anche la gastronomia della zona è rinomata: senza dimenticare che Torino, con i suoi gianduiotti, è la capitale italiana del cioccolato, vi sono altre specialità locali che meritano di essere gustate, come gli asparagi di Santena, introvabili altrove e il Plaisentif, l’antico formaggio delle viole dell’Alta Val Chisone e Alta Val di Susa. Tra i prodotti tipici anche i vini sono ineguagliabili, tra cui l’Erbaluce di Caluso e gli ice wine delle valli di Susa. Non per niente in città si svolge ogni due anni il Salone Internazionale del Gusto.

 
 
 
L'enogastronomia del Piemonte
Numerosi e d'eccellenza sono i prodotti di questa regione come: i rinomati formaggi artigianali (tra cui: Bra, Catelmagno, Toma Piemontese, Robiola, Raschera),le preziose varietà di riso delle risaie di Vercelli, Novara e Biella, i 42 vini DOC e i 17 vini  DOCG (tra cui: Barbera d' Asti e del Moferrato, Barbaresco, Barolo), il Tartufo Bianco d’Alba (candidato a Patrimonio Immateriale UNESCO) e la Nocciola IGP.
 
Dove dormire a Torino
 

Torino è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
 

Testi di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Copyright © Sisterscom.com
Video: www.turismotorino.org  -  www.visitpiemonte.com
Pubblicato giugno 2018
 
 
Ente del Turismo
 
Uffici Turistici
Torino - Piazza Carlo Felice
Aeroporto Internazionale di Torino - Strada San Maurizio 12, Caselle Torino
dove andare
Monumenti
CATTEDRALE DI SAN GIOVANNI BATTISTA
Piazza San Giovanni
Il Duomo di Torino, primo esempio di architettura Rinascimentale della città, fu edificato per volere del vescovo Domenico Della Rovere. Il progetto fu affidato all'architetto toscano Meo del Caprina che lo realizzò tra il 1491 e il 1498. Il Campanile di Sant'Andrea, ultimato nel 1469, venne sopraelevato nel 1720 su progetto di Filippo Juvarra. L'interno, a croce latina, ospita tre navate con elementi Gotici e cappelle laterali impreziosite da altari devozionali.
 
CAPPELLA DELLA SANTA SINDONE
Piazza San Giovanni
La Cappella della Santa Sindone, simbolo d’architettura Barocca, è collocata al primo piano del Palazzo Reale e in testa al Duomo e custodisce la reliquia arrivata a Torino nel 1578 per volere del Duca Emanuele Filiberto. La Cappella fu progettata da Guarino Guarini nel 1668 e ultimata nel 1694.
 
LA MOLE ANTONELLIANA
Via Montebello, 20
La Mole Antonelliana è il simbolo della città piemontese e fu progettata per essere una sinagoga israelita. I lavori iniziarono nel 1863 e furono affidati all'architetto Alessandro Antonelli. Dopo essere diventata sede del Museo Civico, nel 1878 Vittorio Emanuele II destinò la Mole a sede del Ricordo Nazionale dell'Indipendenza Italiana.
 
 
 
Musei
MUSEO EGIZIO
Via Accademia delle Scienze, 6
Il Museo Egizio di Torino, ovvero Museo delle Antichità Egizie, è l'unico museo, oltre a quello del Cairo in Egitto, dedicato esclusivamente all’arte e alla cultura dell’Egitto antico. L'interno del museo è costituito da un insieme di collezioni che si sono arricchite nel tempo. La collezione, una delle più importanti del mondo, conserva documenti eccezionali che forniscono un quadro della civiltà egizia dalle origini nel IV millennio a.C. fino al V-VI secolo d.C.
www.museoegizio.it
 
GAM - GALLERIA CIVICA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Via Magenta, 31
La Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea fu fondata tra il 1891 e il 1895. Il museo, che fa parte della Fondazione Torino Musei, fu il primo in Italia a promuovere una raccolta pubblica di arte moderna. Il patrimonio artistico è costituito da 45.000 opere tra dipinti, sculture, installazioni, fotografie, una ricca collezione di disegni ed incisioni. 
www.gamtorino.it
 
MAO - MUSEO D'ARTE ORIENTALE
Via San Domenico, 9-11 - Palazzo Mazzonis
Il Museo d'Arte Orientale fu aperto nel 2008 ed è ospitato nel Palazzo Mazzonis. Il patrimonio del MAO comprende circa 1500 opere provenienti dall’Asia Meridionale, dalla Cina, dal Giappone, dalla regione Himalayana, dai Paesi Islamici dell’Asia, tutte suddivise in differenti sezioni e su diversi piani.
www.maotorino.it
 
Escursioni
IL CASTELLO E IL PARCO DEL VALENTINO
Corso Massimo d'Azeglio - Viale Mattioli
Il Parco del Valentino, il più famoso e antico parco della città, divenne pubblico nel 1856.  Non distante dal centro città, è situato lungo la sponda sinistra del Po. Le sue origini si possono far risalire già dal Medioevo. Il Parco ha ospitato grandi e importanti esposizioni nazionali ed internazionali. Al suo interno si trova il rinomato Castello del Valentino, oggi sede della Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino.
 
REGGIA DI VENARIA
Piazza della Repubblica, 4 - Venaria Reale
La Reggia di Venaria, costruita nella metà del Seicento come residenza di caccia di Carlo Emanuele II su progetto di Amedeo di Castellamonte, è considerata in tutto il mondo uno dei capolavori assoluti dell’arte e architettura Barocca. L’imponente reggia ducale del Piemonte, oggi è sede di grandi mostre e concerti ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco ed uno dei siti culturali più visitati d’Italia.
www.lavenaria.it
 
Aeroporti nelle vicinanze di Torino
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Per una vacanza di lungo raggio, ti consigliamo l'intramontabile New York. Per chi preferisce restare in Europa, proponiamo le affascinanti città di Vienna  e Sofia. Fatti incantare anche da Abu Dhabi o dalla magica Teheran. Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!