Scopri

Firenze

La città dell'arte e patria di Dante Alighieri
Non c’è persona al mondo che non desideri visitare almeno una volta nella vita Firenze, la splendida città toscana fortemente improntata dalla presenza dei Medici, gli illuminati Signori che fin dal XIV secolo con il loro ‘vivaio’ di artisti contribuirono a renderla splendida.
 

 
In questo ‘vivaio’ si formò tra gli altri Filippo Brunelleschi, autore della cupola del Duomo, cattedrale dedicata a Santa Maria del Fiore, una cupola ormai divenuta il simbolo del capoluogo toscano, visibile anche da lontano, e che continua a stupire per la sua imponenza, la sua eleganza, le sue proporzioni perfette sottolineate dalle bianche nervature.

La bellezza di Firenze deriva dalla sua raffinata grazia, dal suo fascino discreto che si esprime nei Palazzi ducali, nelle dimore cittadine, nelle vie lastricate in pietra che si innestano in una urbanistica razionale.
 
Piazza del Duomo

Cuore della città è la Piazza del Duomo, in cui la Cattedrale - una delle tre più grandi al mondo - è affiancata dall’altissimo Campanile di Giotto e dal geometrico Battistero dedicato a San Giovanni Battista, patrono della città. Il battistero è arricchito dalle porte in bronzo, le cosiddette Porte del Paradiso, mirabilmente scolpite a bassorilievo con episodi dell’Antico testamento da Lorenzo Ghiberti.
 
Piazza della Signoria

 
Varie strade ricchissime di imponenti edifici si diramano dalla Piazza. Percorrendo via de’ Calzaioli - molte vie ricordano nei loro nomi le antiche corporazioni artigianali della città - si arriva in Piazza della Signoria, dove si erge con la sua svettante torretta Palazzo Vecchio, la prima dimora simbolo del potere politico dei Medici; all’interno è possibile visitare le stanze dove vissero i personaggi della Casata. Nella Piazza ogni anno il 24 giugno si svolge l’evento dello storico ‘Calcio in costume’, con la partecipazione di ben 530 figuranti e sbandieratori vestiti in abiti rinascimentali.
Vicino sorge la più antica Galleria d’arte del mondo, gli Uffizi, (opera del Vasari) dove sono esposte opere dei più importanti artisti di tutte le epoche e non solo toscani.
 
Non lontano si può attraversare l’Arno, percorrendo Ponte Vecchio, il ponte più antico della città, un tempo sede di botteghe di conciatori, fabbri, macellai, oggi più raffinata sede di negozi di gioielleria moderna e d’epoca.
 
Giardino Boboli di Palazzo Pitti
Il palazzo Pitti
Nella zona d’Oltrarno da visitare il grandioso Palazzo Pitti, con lo scenografico Giardino di Boboli, uno dei più famosi e curati giardini italiani. Questo Palazzo, acquistato dai Medici dal banchiere Pitti, a metà del ‘500 fu l’ultima dimora dei Duchi fiorentini. Fu acquistato da Cosimo I per la moglie spagnola, Eleonora da Toledo che aveva bisogno per ragioni di salute di trasferirsi in un clima più sano, Oltarno, appunto, e da quel momento molti nobili cittadini seguirono il suo esempio, rendendo il quartiere elegante e dall’atmosfera raffinata che si percepisce tuttora.
 
Nel palazzo si possono ammirare, oltre agli Appartamenti Monumentali con le varie stanze abitate dalla famiglia, le collezioni dei Medici e altre opere nelle varie sezioni: il Museo degli Argenti (dal sontuoso arredo in ebano intarsiato di pietre dure e marmi), la Galleria Palatina, con i molti capolavori d’arte ospitati in un’ambientazione lussuosa, la Galleria del Costume, con tutti gli abiti di Corte dal 700 ai primi del 900. Nel Palazzo subentrarono ai Medici i Lorena, che governarono la città nel ‘700, fino a passare ai Savoia come residenza e centro amministrativo quando Firenze fu per qualche anno (1865-71) capitale d’Italia.
 
La Chiesa di San Lorenzo
La Chiesa di San Lorenzo
Ma da non perdere l’ultima dimora della famiglia, con le funebri cappelle medicee, situate nella Chiesa di San Lorenzo, non lontana dal Duomo, dove si trovano le tombe dei Medici progettate da Michelangelo, che vi collocò quattro monumentali sculture funerarie: la Notte e il Giorno, l’Aurora e il Crepuscolo.
 
Ma da non perdere l’ultima dimora della famiglia, con le funebri cappelle medicee, situate nella Chiesa di San Lorenzo, non lontana dal Duomo, dove si trovano le tombe dei Medici progettate da Michelangelo, che vi collocò quattro monumentali sculture funerarie: la Notte e il Giorno, l’Aurora e il Crepuscolo.
 
Nella zona molto caratteristico è il Mercato coperto, in perfetto stile Liberty in ferro battuto, animato e fornitissimo mercato di carni e verdure dove si possono gustare anche in tavolini predisposti le ricette della tradizione popolare, come la trippa, il panino col lampredotto (altro tipo di interiora), ecc…
 
Bistecca alla fiorentina
La cucina fiorentina
Presenta delle vere prelibatezze locali, più o meno povere, come la minestra di pasta e fagioli borlotti, la pappa col pomodoro, anche se l’attrazione più forte è quella della bistecca alla fiorentina, una carne di mucca chianina dal sapore unico e dalla tenerezza incredibile. Non può mancare in questo contesto un buon bicchiere di vino Chianti docg, apprezzato in tutto il mondo per il suo particolare aroma.     
     
Dove dormire a Firenze
 

Firenze è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 


Testo di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Video: www.firenzeturismo.it
Copyright © Sisterscom.com

 
 
Ente del Turismo
www.firenzeturismo.it
www.visittuscany.com
DOVE ANDARE
Monumenti
CATTEDRALE DI SANTA MARIA DEL FIORE
Piazza Duomo
Il Duomo di Firenze è la Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Affacciata su Piazza del Duomo, fu progettata alla fine del Duecento da Arnolfo di Cambio. Terza chiesa del mondo per dimensioni, dopo San Pietro a Roma e San Paolo a Londra, fu consacrata nel 1436. All’interno, tre ampie navate confluiscono nel vasto coro, dove è situato l’altare maggiore circondato dalle tribune su cui si innalza la cupola. Le 44 vetrate sono opera dei maggiori maestri del Quattrocento, tra i quali Donatello, Andrea del Castagno e Paolo Uccello.
www.ilgrandemuseodelduomo.it
CAMPANILE DI GIOTTO
Piazza Duomo
Il Campanile di Giotto, progettato dal grande maestro del Trecento, è il Campanile del Duomo di Firenze. Il progetto di Giotto proseguì anche dopo la sua morte nel 1337 e i lavori furono completati nella seconda metà del XIV secolo. La salita sul campanile porta alla scoperta delle strutture architettoniche trecentesche interne per raggiungere poi la terrazza e la sommità del campanile, da cui si gode un bellissimo panorama della città e della vicina cupola del Brunelleschi.
 
BATTISTERO DI SAN GIOVANNI
Piazza San Giovanni
Il Battistero di San Giovanni è uno degli edifici più antichi della città ed è stato ricordato da Dante come “il bel San Giovanni”. Costruito nel V secolo, assunse l’aspetto attuale nel XI-XII secolo. A pianta ottagonale, è rivestito all’esterno di marmo bianco e verde di Prato a motivi geometrici, mentre le tre porte in bronzo dorato sono opera di Andrea Pisano e di Lorenzo Ghiberti. La porta est, con le storie del Vecchio Testamento, si apre verso il Duomo e fu definita da Michelangelo come la “Porta del Paradiso”.
BASILICA DI SANTA CROCE
Piazza S. Croce, 16
La Basilica di Santa Croce, che si affaccia sulla omonima piazza, fu fondata nel 1294 su progetto di Arnolfo di Cambio. La chiesa, una delle basiliche francescane più antiche e grandiose, custodisce numerosi tesori: affreschi di Giotto, tombe, altari e pulpiti quattrocenteschi realizzati dai maggiori scultori fiorentini tra i quali spicca Donatello. A partire dal Quattrocento furono sepolti nella basilica molti uomini illustri come Foscolo, Michelangelo, Machiavelli e Galileo.
www.santacroceopera.it
 
 
 
 
 
 
PIAZZA DELLA SIGNORIA
Palazzo Vecchio è il simbolo del potere civile della città di Firenze. L’edificio fu eretto tra la fine del XIII e l’inizio del XIV secolo per ospitare i Priori delle Arti e il Gonfaloniere di Giustizia, il supremo organo di governo della città. Nel corso degli anni è stato oggetto di numerosi interventi di ampliamento e trasformazione. Le sale furono affrescate da artisti quali Ghirlandaio, Bronzino e Vasari. Vi sono collocati alcuni capolavori della scultura del Rinascimento: il Genio della Vittoria di Michelangelo e il gruppo bronzeo della Giuditta e Oloferne di Donatello.
www.museicivicifiorentini.comune.fi.it
 
Musei
GALLERIA DEGLI UFFIZI
Piazzale degli Uffizi, 1
Collegata a Palazzo Vecchio, la Galleria degli Uffizi è uno dei più importanti musei del mondo, dotato di un immenso patrimonio artistico. Progettata da Vasari nel XVI secolo come sede della Cancelleria Medicea, ospita pitture da Cimabue a Giotto fino al periodo manierista. Al suo interno sono ospitati anche numerosi capolavori della pittura rinascimentale tra cui opere di Botticelli, Filippo Lippi, Paolo Uccello, Leonardo da Vinci e Michelangelo. Tra i capolavori esposti: le grandi pale d’altare di Cimabue e Giotto; Piero della Francesca, con i Ritratti dei duchi di Urbino e l’Adorazione dei Magi di Gentile da Fabriano.
www.firenzemusei.it
GALLERIA D’ARTE MODERNA - PALAZZO PITTI
Piazza Pitti, 1
La Galleria d’Arte Moderna è ospitata al secondo piano di Palazzo Pitti. Al suo interno sono esposti dipinti e sculture, per la maggior parte di artisti italiani, datati tra la fine del Settecento fino agli anni della prima guerra mondiale. Le opere, ospitate in trenta sale, risalgono al periodo Neoclassico e Romantico fino ai movimenti artistici dell’inizio del Novecento.
www.firenzemusei.it
 
Escursioni
VINO CHIANTI
Gli amanti del vino, in Toscana possono fare un tour delle aziende vinicole del Chianti, che è una tappa fondamentale per poter gustare il celebre vino e godere contemporaneamente di un panorama mozzafiato sulle colline. Da San Casciano Val di Pesa a Greve in Chianti, le cantine organizzano su prenotazione delle visite guidate delle cantine con degustazioni di vini. Il Chianti rappresenta un'eccellenza nella produzione vinicola toscana e la zona di produzione di questo vino si estende per 70.000 ettari tra le città di Firenze e Siena.
SAN GIMIGNANO
Partendo da Firenze si attraversa il cuore della incantevole campagna toscana per visitare la città medioevale di San Gimignano, la regione del Chianti, le colline della Val D'Elsa. San Gimignano, con le sue famose torri medievali, si erge lungo la Via Francigena ed è nota per la sua vernaccia, lo zafferano e le ceramiche di Santa Fina. 
 
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Aeroporti nelle vicinanze di Firenze
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!