Scopri

Brindisi

Brindisi conserva valori e ricchezze plurisecolari,
che si indentificano anche nel suo patrimonio monumentale.

Fin dai tempi dei Romani, Brindisi ha rappresentato il terminale terrestre verso l’Oriente. Una città dalla storia bimillenaria strettamente legata al suo porto, sul cui fronte furono erette le colonne terminali della via Appia. Delle due colonne gemelle risalenti al II secolo, considerate simbolo di Brindisi, solo una è integra, sormontata da un capitello decorato con foglie di acanto, teste di divinità e otto tritoni agli angoli. Dell’altra è visibile solo la base. 
 
 
Brindisi, emblema della regione Puglia che conserva valori e ricchezze plurisecolari, si indentifica anche  nel suo patrimonio monumentale. 
 
Castello Svevo
Il Castello Aragonese e Svevo
Denominato Forte a mare, è la fortezza dai caratteristici mattoni di colore rosso realizzata nel 1491 sull’isola antistante il porto.
Il Castello Svevo, detto anche “castello grande” è stato voluto nel 1227 da Federico II come residenza fortificata e dal 1909 viene utilizzato dalla Marina Militare Italiana.
 
 
Il centro storico della città di Brindisi, ancora in parte confinato all’interno delle mura aragonesi, racchiude l’antico e suggestivo rione S. Pietro degli Schiavoni in cui si trova un’area archeologica di epoca romana.
 
L’ex complesso delle Scuole Pie si sviluppa nel cuore del centro storico di Brindisi con la Chiesa dedicata a San Michele Arcangelo, caratterizzata dalla cupola a mattonelle policrome, attualmente utilizzata come auditorium e come spazio espositivo per mostre. L’attiguo cortile conserva i locali dell’ex convento divenuto oggi sede di alcuni Uffici Amministrativi Comunali e Pinacoteca della collezione Armando Scivales
 
Il Cinquecentesco palazzo storico, attualmente sede di alcuni uffici dell’Amministrazione Comunale di Brindisi, si articola in un prospetto principale tardo Rinascimentale con alcuni demandi che anticiperebbero lo stile Barocco. Il primo piano è dedito a sale espositive presso le quali l’Amministrazione Comunale promuove innumerevoli mostre di notevole importanza, mentre il complesso dell’Ex Corte d’Assise al suo fianco, custodisce il capitello originale delle colonne romane.
 
La città di Brindisi affacciata sul mare
Il lungomare, tra i luoghi più amati e frequentati, conduce al villaggio dei pescatori, dove i colori e l’antico mestiere del mare risaltano nella loro originalità e tradizione.
 
Cisternino
La Provincia
Dalla città portuale capoluogo e affacciata sull’Oriente, alla bianca Cisternino, ultimo paese delle Murge e posto a quasi 400 metri sul livello del mare, ai borghi medioevali nati all’ombra dei castelli, la provincia di Brindisi offre un patrimonio naturale, culturale, storico e gastronomico straordinario.
Un comprensorio denso di cattedrali, masserie fortificate e palazzi signorili.
 
 
Altro elemento peculiare è l’artigianato delle piccole botteghe e il folclore della musica che trae origini nel passato punto, dalle antiche tradizioni latine e greche che qui si incontrano. Ognuno dei 20 comuni della provincia ha un proprio dialetto, ma l’accoglienza e l’ospitalità sono elementi genuini come i prodotti della terra, dall’olio al buon vino rinomati in tutto il mondo. 
 
Dove dormire a Brindisi

Brindisi è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
QUARTIERI
Hotel nei quartieri
 
AEROPORTO
Hotel vicino all'aeroporto 
 

 

Testi di Angela Trivigno

Foto: Sisterscom.com, Shutterstock

Video: www.viaggiareinpuglia.it

Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion N13 - Aggiornamento aprile 2018

 

 
Uffici Turistici

www.viaggiareinpuglia.it

DOVE ANDARE
Monumenti

PIAZZA DUOMO
Sulla Piazza Duomo di Brindisi si affacciano e si sviluppano alcuni dei monumenti più importanti della cristianità brindisina. In primis la Cattedrale intitolata a San Giovanni Battista di antichissima fondazione, ricostruita a seguito del crollo avvenuto a causa del terremoto del 1743. La Cattedrale custodisce le sacre spoglie del Santo Patrono della città di Brindisi, San Teodoro d’Amasea. Sul fianco destro della chiesa si sviluppano il Palazzo Vescovile e l’ex Palazzo del Seminario progettato nel 1720 da Mauro Manieri.
CASTELLO ALFONSINO-ARAGONESE 
Isola di Sant'Andrea-Diga Punta Riso
Il Castello Alfonsino-Aragonese di Brindisi sorge sull’isolotto di S. Andrea, sito nel porto esterno e di fronte all’imboccatura del canale Pigonati. Naturale baluardo difensivo, la sua costruzione risale al 1445 quando Ferdinando I d’Aragona commissionò al figlio Alfonso la costruzione del castello che si compone attualmente di due fulcri: quello Aragonese appunto e quello postumo voluto da Filippo II d’Austria nel 1583.
 
 
CHIESA DI SAN BENEDETTO
Via Guglielmo Marconi, 2
Simbolo del Romanico locale, la Chiesa di San Benedetto di Brindisi già esistente nel 1089 ed intitolata a Santa Maria Veterana, è uno dei monumenti più belli della città. Particolare attenzione desta il chiostro interno, caratterizzato da un’armoniosa alternanza di colonnine sormontate da splendidi capitelli con raffigurazioni vegetali ed animali. L’interno della chiesa è suddiviso in tre piccole navate da sottili colonne in marmo grigio mentre la copertura si caratterizza per le splendide volte a crociera.

 
 

Musei
MUSEO ARCHEOLOGICO
Piazza Duomo
Il Museo Archeologico Provinciale “F.Ribezzo" di Brindisi, recentemente riallestito e inaugurato nel 2009, conserva in varie sezioni le testimonianze storiche ed archeologiche legate al territorio brindisino che vanno dall’epoca preistorica a quella romana. Venne istituito nell’antica sede comunale all’interno del Tempietto di S. Giovanni al Sepolcro nel 1884, raccogliendo inizialmente le donazioni di alcuni collezionisti locali, per poi accogliere gli innumerevoli reperti restituiti dalle campagne di scavo sul territorio e risultando così troppo piccolo per contenere tutti i reperti. In seguito si costruì un edificio più ampio e più adeguato.
www.provincia.brindisi.it 
MUSEO DIOCESANO
Piazza Santa Teresa
Il Museo Diocesano “G. Tarantini” di Brindisi, intitolato a Giovanni Tarantini canonico brindisino del XVII secolo e appassionato di antichità, raccoglie importanti testimonianze storico-artistiche e devozionali della città. Nell’atrio che precede la zona espositiva è possibile vedere frammenti dell’antica cattedrale medievale e di altre chiese della città, mentre all’interno spicca per importanza e bellezza, il reliquiario di S. Teodoro d’Amasea. D’importantissima testimonianza storica è la pergamena datata 1219 e firmata dall’Imperatore Svevo Federico II.
 
 
Escursioni
 

OASI DI TORRE GUACETO
L’oasi di Torre Guaceto, si estende su un tratto di costa incontaminato a nord di Brindisi, per una superficie di 1114 ettari e rappresenta una tappa fondamentale per conoscere il paesaggio naturalistico del territorio. L’intera area si sviluppa attorno alla Torre Aragonese, che, costruita nel corso del ‘500, fa parte dell’importantissimo sistema difensivo che si andava a sviluppare sulle coste italiane per far fronte all’avanzare delle orde turche e dei pirati.
www.riservaditorreguaceto.it
SALINE DI PUNTA DELLA CONTESSA
Il Parco naturale regionale è un'oasi protetta compresa tra Torre Cavallo e Punta della Contessa e si estende per 214 ettari a sud di Brindisi. L’intera zona umida è interessata da un notevole flusso migratorio e sono state individuate circa 14 specie nidificanti, tra cui beccacce di mare, cigni, folaga, aironi, germani reali e moretta. La vegetazione, invece, è costituita in prevalenza da rupopia chirrosa, agropyron junceum e ammophilla sp. Nell'area è possibile dilettarsi con il birdwatching.
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!