Scopri

Lefkada

Scopri
Lefkada
Un paradiso di natura circondato da un mare dall’azzurro intenso
Già atterrando all’Aeroporto di Aktion della vicina Preveza - ai confini dell’Epiro - per raggiungere Lefkada, ci si sente immersi in un paradiso di natura circondato da un mare dall’azzurro intenso.
 
 
Basta attraversare questo mare in battello o in macchina per trovarsi a Lefkada: sì, perché l’isola è l’unica dell’arcipelago greco che si può raggiungere anche in macchina grazie a un ponte galleggiante che la collega alla costa dell’Akarnania, nel centro della Grecia.
Lefkada fa parte di un piccolo arcipelago delle Ionie, che comprende 24 isole, tra piccole e grandi, tra cui forse la più famosa è Skorpios, il leggendario ‘buen retiro’ proprietà di Onassis; e, dalla sua posizione centrale tra le Ionie, è un punto di partenza agevole per scoprire altre isole vicine e la costa che le sta di fronte.
 
 
Siti archeologici, monasteri e basiliche, musei e librerie, pittoreschi villaggi accentuano l’interesse per quest’isola peraltro dotata dalla natura di spiagge considerate tra le più belle del mondo con un mare dal blu assoluto, che hanno ottenuto vari premi per la purezza delle sue acque.
 
La spiaggia di Angiofili
Le spiagge
Tra le numerose spiagge da segnalare: Katsiki Beach, quella di Ai Giannis & Milis, attrezzata con taverne e caffè sul mare, Gyra, ideale per famiglie con bambini, AngiofiliEgremnoi, circondata da imponenti scogliere, Kastro, situata proprio davanti al ponte galleggiante.  
 
 
L’Isola di Lefkada nel tempo ha avuto tre capitali: la prima fu Nirikos, situata a circa due chilometri e mezzo dall’attuale, e si dice che fosse eretta da Pirro re dell’Epiro in onore della suocera, di cui porta il nome; la seconda all’interno di Aghia Mavra; la terza, l’attuale, fu fondata nel 1684 quando era al potere il veneziano Francesco Morosini. I Veneziani, infatti, occuparono l’Isola di Lefkada per ben quattro secoli, dal XIV al XVIII, e sono molti gli edifici che tuttora presentano influenze di stile di Venezia, la bella città lagunare.  Distrutta da un incendio nel 1825, la città fu ricostruita sotto la supervisione degli Inglesi che adottarono sistemi antisismici per le nuove costruzioni.
 
 
Un paesaggio quanto mai vario si dipana sotto gli occhi del turista: l’Isola di Lefkada tra l’altro è circondata da una laguna d’insuperabile bellezza, sede di rare specie di uccelli migratori. Vera attrazione per chi ama gli sport acquatici, dalla vela al surfing fino alle immersioni.
 
Da visitare
Lefkada offre anche interessanti aspetti legati alla sua attività culturale, come il Museo Archeologico, il Museo del Folklore Orfeas, oltre a ricchissime librerie, che presentano la storia dell’isola e del suo divenire nel corso dei secoli, e vanta perfino una rinomata Orchestra Filarmonica. Eventi di arte, letteratura, musica si susseguono inoltre nel corso dell’anno attirando migliaia di turisti, come migliaia di fedeli accorrono al Monastero di Panaghia Faneromeni, dedicato alla Vergine Maria, patrona dell’isola, posto sulla collina e da cui si gode una splendida vista sulla spiaggia di Aghios Joannis-Frini.
 
Castello di Aghia Mavra (Santa Maura)
Una vista spettacolare la offre anche il Castello di Aghia Mavra (Santa Maura), all’entrata di Lefkada. E una sosta davvero da non perdere è al Veneziano Boschetto degli ulivi, storico monumento naturale dove si può passeggiare, andare in bici e dove si trova la cappella di Panaghia Vlahernon, la Signora di Vlaherna, del 1740.
Le strade della città presentano poetici vialetti, piccole piazze su cui svettano elaborati campanili. Infatti una delle attrazioni dell’Isola di Lefkada sono le sue chiese che sono soprattutto basiliche, influenzate ancora una volta dall’architettura veneziana, con all’interno straordinarie icone e dorate.
 
 
 
La cucina locale
E vale la pena infine soffermarsi in una delle numerose taverne per gustare prelibatezze del territorio, come le seppie cucinate nel loro sugo nero, il polpo locale con le patate per finire con gli straordinari dolci a base di nocciole e conditi con sesamo e miele; il tutto accompagnato dalla degustazione del Vertzami, un vino tipico dell’isola, anche se d’importazione veneziana, prodotto da vigneti coltivati su alture da 200 a 500 metri.
 
Dove dormire a Lefkada
 

Lefkada è un isola accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
QUARTIERI
Hotel nei quartieri
 
LUOGHI DI INTERESSE
Hotel nelle aree turistiche
 
 
Testi di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Video: www.visitgreece.gr
Copyright © Sisterscom.com
 
 
Ente del Turismo
Dove andare
Monumenti e Musei 
CASTELLO DI AGHIA MAVRA
All’entrata di Lefkada si trova questo enorme castello, o meglio i suoi ruderi, che un tempo raccoglieva addirittura l’intera città per difenderla dagli assalti nemici. È una fortificazione Medievale a forma di ettagono irregolare, con il rinforzo di 7 bastioni agli angoli. All’interno d’estate si svolgono concerti di musica tradizionale e moderna di noti cantanti greci. Sorge dove un tempo si trovava un tempio dedicato alla dea Afrodite ed è un interessante sito archeologico. Fu costruito intorno al 1300 da Giovanni Orsini.
MONASTERO DI PANAGHIA FANEROMENI
A quattro chilometri dalla città, è uno dei più significativi monumenti religiosi dell’Isola di Lefkada, dove pare che i seguaci dell’apostolo Paolo abbiano predicato il Vangelo e che sia stato visitato dallo stesso apostolo. È un luogo di spiritualità, dove nel giorno dello Spirito Santo si tiene anche una sagra. All’interno nel giardino, si trova un piccolo zoo con pappagallini, struzzi, scoiattoli e cerbiatti. In esposizione anche icone, pale lignee e preziosi oggetti religiosi. Inoltre vi sono le celle dei frati che possono anche ospitare i pellegrini.
 
CHIESA DELL’ONNIPOTENTE
Pregevole costruzione Barocca dell’inizio del XVIII secolo, che si trova al centro del mercato della città. All’interno della Chiesa dell'Onnipotente, da ammirare, una iconostasi in legno scolpito e numerose icone realizzate dai più importanti agiografi greci. Dietro al presbiterio si trova la tomba del poeta nazionale, Aristotelis Valaoritis.
MUSEO DEL FOLKLORE ORFEO
Nel Museo del Folklore Orfeo si trovano più di 1000 oggetti funzionali legati all’agricoltura dell’Isola di Lefkada, utensili di vecchie professioni e mestieri, costumi tradizionali o ricami. Inoltre vi è una sala dove si può vedere come era una casa tradizionale lefkadita.
 
CHIESA DI AGHIOS MINAS
La Chiesa di Aghios Minas si trova vicino alla Chiesa dell’Onnipotente e merita una visita per la ricchissima iconostasi scolpita in legno e le sue preziose icone, opere degli illustri agiografi delle isole Ionie come Kontarinis, Roussos, Doxaràs, Koutouzis e Ventouras.
MUSEO ARCHEOLOGICO
Il Museo Archeologico ospita oggetti che vanno dal Paleolitico fino alla tarda epoca Romana, appartenuti alla vita pubblica e privata degli antichi abitanti di Lefkada: urne funerarie, divinità locali oltre a una stanza dedicata all’archeologo tedesco Wilhelm Dorpfeld, allievo di Schliemann, che qui è sepolto e che eseguì molti scavi nell’isola elaborando la teoria che Lefkada fosse l’antica Itaca cantata da Omero.
 
Escursioni
SPIAGGE
Tra le famose spiagge dell’Isola di Lefkada ci sono quelle di Kastro, Ghira, Ai Ghiannis Pefkoulia, Aghios Nikitas, Milos, Kathisma, Kalamitsi, Egremni, Gialos Athaniou, Porto Katsiki e sono tutte di incomparabile bellezza, con acque turchesi, sabbia bianca e imponenti rocce.
AGHIOS NIKITAS
Aghios Nikitas è un pittoresco villaggio sul mare, immerso in un ambiente di naturale bellezza, a soli 12 km dalla città. Dall’omonima spiaggia di Aghios Nikitas e quelle adiacenti di Pefkoulia e di Milos si gode un bel panorama.
 
MEGANISSI
Meganissi è una piccola isola del Mar Ionio, distante 4 miglia nautiche dall’Isola di Lefkada. È l’isola maggiore di un arcipelago che comprende: Skorpios, Skorpidi, Thilià, Kithròs ed altri isolotti (come Tafi), nella provincia di Meganissi. Qui si possono visitare tre paesini caratteristici: Vathì, Katomeri e Spartochori. Le spiagge più belle dell’Isola di Meganissi sono: ai Ghiannis, Spilia, Passoumaki, Ambelakia, Atherinos, Faros, Limonari, Elià, Loutrolimni. Da vedere anche le grotte di Papanikolì e Ghiovani, accessibili solo dal mare.
NIDRÌ
Nidrì si trova nella provincia di Ellomenos dell’Isola di Lefkada. Qui si gode uno splendido panorama della Baia di Vlichò. Sul mare di fronte alla baia sono sparsi isolotti di varie dimensioni: Madourì, che appartiene alla famiglia Valaoritis, Skorpios e Sparti di Onassis, Skorpidi, Meganissi, come anche la penisola di Aghia Kiriakì. Merita una visita la gola di Dimossaris con le sue cascate, la chiesa rossa a Platìstoma e il monastero dedicato all’Asomatos Arcangelo Michele. Nidrì si collega con traghetti di linea a Meganissi, Itaca e Cefalonia
 
TOUR IN BARCA
Dall’Isola di Lefkada si può prendere un battello o noleggiare una barca per visitare le isole vicine come Skorpios, Madouri, Cefalonia o Itaca. Il tour in barca permette di vedere le baie inaccessibili dalla terraferma tra le quali la Baia di Gheni e la Baia di Dessimi, di fronte a Nidrì, ma anche Meganissi e le piccole isole di Kastòs, con il Buco della Foca, e Kàlamos.
PREVEZA
La cittadina di Preveza, all'ingresso del Golfo di Amvrakikos, merita una sosta per le sue spiagge rosate che si estendono per oltre 60 chilometri e per i suoi monumenti e musei. Tra questi il Museo della Battaglia Navale di Azio, storica battaglia combattuta al largo del mare di Preveza nel 31 a.C. tra l’Impero Tolemaico guidato da Cleopatra e Cesare Ottaviano imperatore di Roma, che risultò vincitore e che in onore di questa vittoria fondò la città di Nicopolis (in greco città della vittoria). Edifici tradizionali adornano il porto e il centro storico, mentre i percorsi pedonali e le strade di ciottoli sono ricche di taverne e caffè.
 
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo AmmanFaroRoma, Tangeri e Johannesburg Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!