Scopri

Corfù

La più grande città di epoca Medievale in Grecia 
Clima meraviglioso, una distesa di soffici spiagge e antichi monumenti, oltre a verdi distese e montagne, rendono Corfù una delle mete preferite da turisti greci e stranieri. La sua posizione strategica, in quanto confine marittimo tra Grecia e Albania, l’ha resa oggetto di svariate occupazioni nei secoli che ne hanno influenzato la cultura, gli usi e i costumi. La storia del suo nome deriva dalla mitologia: narra infatti la leggenda che Poseidone, il re del mare, si innamorò della figlia di Esopo, Corcira (Korkyra) e la portò su quest’isola a cui diede il suo nome. In seguito il luogo assunse il nome internazionale di Corfù dalle due acropoli poste sulle due sommità (koryphés).
 
 
Il Centro storico
Si trova nella città vecchia che, a causa delle mura perimetrali, non poté estendersi e quindi presenta un singolare assetto architettonico, con case a più piani e stretti vicoli: la città è la più grande di epoca Medievale conservatasi in Grecia e dal 2007 è stata dichiarata Monumento del Patrimonio Culturale Mondiale dell’Unesco.
 
 
La piazza principale è la Spianada, una delle più grandi della Grecia, strutturata dai Veneziani nel corso del Sei e Settecento davanti alla Fortezza Vecchia per avere maggiore spazio in caso di attacco nemico: oggi è il luogo di passeggio più frequentato da abitanti e turisti e qui si svolgono anche le manifestazioni più importanti, come processioni, concerti musicali e parate, oltre a gare di cricket, retaggio della presenza degli inglesi, ancora sempre numerosi.
 
La piazza e i portici con pasticcerie, caffè e negozi
Il Listòn
Con i suoi caratteristici portici è uno degli edifici più noti della città. La parola deriva dal veneziano (Venezia infatti la dominò per più di quattro secoli) e significa in dialetto ‘lastre di marmo’ con cui era pavimentata una piazza: ‘far el listòn’ significa appunto in veneziano ‘passeggiare per la piazza’. Attorno al Listòn, che s’ispira alla elegante Rue de Rivoli di Parigi, si sussegue una serie di pasticcerie, caffè, negozi, che rendono lo spazio un punto d’incontro mondano per abitanti e visitatori.
 
Palazzo dei Santi Michele e Giorgio
 
Veramente straordinario il Museo di Arte Asiatica, ospitato nel Palazzo dei Santi Michele e Giorgio, con circa 10.500 opere provenienti anche da India, Cina, Corea, Pakistan e Giappone. Nello stesso palazzo si può ammirare la Pinacoteca Comunale, con opere di artisti di Corfù del XIX e XX secolo.
 
A nord del Listòn si trova la via pedonale di Aghios Spiridon in fondo alla quale svetta il campanile con la cupola rossa di Aghios Spiridonas, protettore dell’isola.
 
 
Edificio dell’Achilleion, residenza estiva di Sissi
Gli imponenti edifici
La Piazza del Municipio era la più importante all’epoca della dominazione veneziana, ed è circondata da imponenti edifici, come il Portico dei Nobili, trasformato nel 1720 nel Teatro San Giacomo e oggi sede del Municipio, uno degli edifici più belli della città.
 
A sud si può ammirare lo splendido Edificio dell’Achilleion, residenza estiva di Sissi, l’imperatrice Elisabetta d’Austria; scenografico il giardino, arricchito da pregevoli statue, tra cui quella di Achille, l’eroe più caro all’imperatrice.
 
 
Il Mon Repos
 
E, sempre tra le residenze reali, è da visitare il Mon Repos, in stile Neoclassico, usato dalla ex famiglia reale greca come dimora estiva. Nel palazzo è ospitato il piccolo ma interessante Museo Archeologico di Paleopoli: questo è infatti il sito archeologico, vicino al Mon Repos, dell’antica Corfù, con l’agorà, la piazza, il Tempio di Apollo e le Terme Romane.
 
Agios Iasonas Kai Sosipatros 
Le chiese
Numerose le chiese, data la grande religiosità dei corfioti: oltre alla Chiesa di Haghios Spyridon, da cui la Domenica delle Palme parte una processione del Santo verso la città, accompagnata dalle 20 filarmoniche di Corfù, sono da visitare la Panaghia Antivouniotissa, con la sede del Museo Bizantino, Panaghia Spiliotissa, nel Porto di Corfù, Panaghia ton Xenon (degli stranieri) e la chiesa bizantina Agios Iasonas Kai Sosipatros
 
 
Pastitsada
I piatti della cucina locale
Le taverne di Corfù invitano ad assaggiare le specialità locali, come la Pastitsada, pasta al sugo fatto con pezzi di manzo o gallo, il Sofrito, un piccante pasticcio di pasta, il Numbulo, controfiletto di maiale affumicato o gli svariati antipasti a base di crema di melanzane, yogurt, cetrioli o uova di pesce da spalmare sul pane.
 
Dove dormire a Corfù
 
Corfù è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 
STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
 
 
 
Di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N51 - Aggiornamento giugno 2018
 
 
 
Ente del Turismo
DOVE ANDARE
Monumenti  e Musei
PALAZZO SANTI MICHELE E GIORGIO
Il Palazzo dei Santi Michele e Giorgio è un importante edificio in stile architettonico Georgiano costruito tra il 1819 e il 1823. Vanta elementi decorativi sontuosi con grandi cancelli d’ingresso e un colonnato Dorico. Il palazzo fu la residenza del governatore inglese del Senato Ionico e dell’illustre Ordine dei Santi Michele e Giorgio. Oggi ospita il notevole Museo di Arte Asiatica che annovera circa 10.500 opere d’arte provenienti dall’India, dalla Cina, dalla Corea, dal Pakistan e dal Giappone.
VECCHIA FORTEZZA
La Vecchia Fortezza fu costruita su una penisola vicino alla Spianada. La fortificazione iniziò nel periodo Bizantino e completata dai Veneziani che, per motivi difensivi, trasformarono la penisola in un isolotto collegato con la città tramite un ponte molto suggestivo. I monumenti più importanti nell’area della fortezza sono: la porta d’ingresso, i bastioni Savorgnan, Martinengo e Mandraki, le torri di sorveglianza sia di terra e che di mare e la Basilica di Haghios Gheorghios (San Giorgio) del 1840.
 
SPIANADA
La Spianada è la piazza principale della città e una delle più grandi e più sorprendenti della Grecia. Fu progettata per scopi di difesa nel XVII e XVIII secolo, quando i Veneziani aprirono la “Spianata” davanti alla Fortezza Vecchia, in modo da fornire un ampio campo di tiro in caso di attacco. È la zona del lungomare più popolare per gli abitanti e i visitatori, dove si svolgono anche la maggior parte degli eventi culturali come concerti musicali, processioni religiose, parate e gare di cricket.
CAMPIELLO E MOURAYA
Campiello è il più antico quartiere di Corfù, con la chiesa della Madonna Kremastì e la piazza con il pozzo veneziano.
Mouraya invece è uno dei quartieri più panoramici della città. Nella zona si trova anche il Museo di Dionysios Solomòs, che ha sede nella casa in cui visse per circa 30 anni fino alla sua morte nel 1857, il poeta dell'“Inno alla Libertà”, che è l’inno nazionale greco.
 
PIAZZA DEL MUNICIPIO
La Piazza del Municipio, la più importante al tempo della dominazione veneziana, è fiancheggiata da notevoli edifici come ad esempio: la Loggia dei Nobili che nel 1720 fu trasformata nel Teatro di San Giacomo ed oggi è sede del Municipio; la Cattedrale Cattolica dei Santi Giacomo e Cristoforo; la residenza dell’Arcivescovo Latino, divenuta oggi succursale della Banca di Grecia.
MUSEO ARCHEOLOGICO
odòs Vraila Armeni, 1
Il Museo Archeologico comprende reperti provenienti dai siti archeologici della città e tra questi risalta il frontone della Gorgone, di sorprendenti dimensioni, proveniente dal tempio Dorico di Artemide.

Escursioni
MON REPOS
Mon Repos, a 3 km a sud di Corfù, è una bellissima località da visitare. L’edificio Neoclassico fu usato dall’ex famiglia reale greca come residenza estiva di campagna. Il palazzo fu costruito per ospitare Sir Frederick Adam, l’Alto Commissario britannico delle Isole Ionie, e la moglie corfiote Diamantina Palatianoù. Si tratta di un gioiello architettonico in stile Neoclassico del XIX secolo e oggi ospita il piccolo ma interessante Museo Archeologico di Paleopoli.
PALEOPOLI
Paleopoli è il sito archeologico nei pressi di Mon Repos che era l’Agorà dell’antica Corfù. Lì vale la pena di visitare il Tempio di Apollo, le Terme Romane, l’Agorà e l’edificio del periodo tardo-Ellenistico.
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Aeroporti nelle vicinanze di Corfù
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!