Scopri

Ajaccio

Scopri
Ajaccio
Ajaccio, la città di Napoleone
Adagiata tra spettacolari montagne e un golfo dal mare limpidissimo, Ajaccio, il capoluogo della Corsica accoglie il visitatore per la sua eleganza e per la cordialità della gente.
 
Nonostante sia stata terra di conquista d’importanti civiltà del Mediterraneo, come greci, romani e  arabi, l’isola di Ajaccio ha sempre saputo mantenere una sua forte identità culturale, e la città ha conservato una sua particolare dimensione anche all’interno dell’isola.
 
Ma ad Ajaccio è soprattutto il ricordo del suo cittadino più illustre, Napoleone Bonaparte, che qui nacque nel 1769, a dare una visibile impronta. La memoria di quello che fu Imperatore di Francia è onorata nei Musei, nelle statue al centro delle piazze, nei nomi delle vie, nelle ricostruzioni storiche che ogni anno vengono promosse dal Comune e dalle numerose Associazioni nate allo scopo.  
 
La città antica è dominata dalla bella Cattedrale in stile Rinascimentale, che “veglia“ sulla serena vita degli ajaccini, che amano ritrovarsi nei numerosi caffè all’aperto, o passeggiare tra le pittoresche stradine pedonali.
 
 
 
Il litorale è un susseguirsi di spiagge dorate, alternate a insenature dalle incredibili acque turchesi.
 
Anche il porto è spettacolare e da tempi remoti considerato tra i più sicuri, porto da cui deriva anche il nome della città, chiamata un tempo in greco Agation che significava appunto “porto sicuro“.
 
Sul lato ovest della città si può ammirare lo straordinario spettacolo delle Isole Sanguinarie, un piccolo arcipelago di isole di porfido rosso così chiamate perché al tramonto si accendono di un rosso vermiglio simile al sangue.

 
 
 
Sovrasta la città una fortificazione del XV secolo, la Cittadella.
Ancora ben conservata, con il dongione, la torre più alta del Castello e una bassa cinta muraria, con il molo e sotto la celebre Plage Saint Francois.
 
 
 
Uno dei posti più rappresentativi e cuore della città è Place Foch nel centro storico, fiancheggiata da pittoreschi caffè con i tavolini all’aperto, all’ombra di palme e di palazzi storici color pastello, e dominata al centro dalla statua in marmo bianco di Napoleone; e una statua dell’Imperatore campeggia anche nella Piazza di Austerlitz, dove si racconta che Bonaparte bambino  si recasse a giocare con i suoi amichetti.
 
I luoghi della memoria dell’Imperatore vivono ancora nella Maison Bonaparte, dove l’illustre cittadino nacque e trascorse gli anni della sua giovinezza, nel Museo Napoleonico, e perfino nella Cattedrale, dove fu battezzato nel 1771 e dove avrebbe voluto essere sepolto, secondo il desiderio cha aveva espresso quando era in esilio nell’isola di Sant’Elena, dove morì; desiderio non esaudito in quanto come tutti sanno il suo sepolcro si trova all’Hotel des Invalides a Parigi.  
 
 
Ma qui tutto parla della famiglia Bonaparte, anche il Museo Fesch, ospitato nell’omonimo Palazzo abitato dallo zio materno di Napoleone, il cardinale Joseph Fesch, grande appassionato d’arte che aveva collezionato un gran numero di capolavori italiani. Anche l’Imperatore Napoleone III, nipote del più grande e famoso Napoleone I, è ricordato: tra i luoghi della memoria a lui dedicati c’è soprattutto la Cappella imperiale, un Mausoleo da lui voluto e dove secondo i suoi intenti avrebbe dovuto trovare sepoltura tutta la famiglia Bonaparte
 
 
 
 
Ajaccio è una città
carica di atmosfera
Non solo per le memorie del suo passato, ma anche per la cordialità dei suoi  abitanti, che riescono ad accogliere in modo caloroso i turisti.
 
La convivialità è di casa, nei numerosi ristoranti che vi si trovano, e che offrono piatti della tradizione di mare e di terra dai sapori decisi: i salumi passano per essere tra i migliori della Francia, come la coppa corsa, il lonzu, la salsiccia corsa, ma anche i formaggi hanno un gusto forte e sono molto apprezzati. 
 
La tradizione gastronomica si vale anche di profumate erbe selvatiche, con cui viene anche allevato e cotto il famoso e gustoso maialetto corso. E anche il mare, tra i più pescosi d’Europa, fornisce freschissimi ingredienti per gustose pietanze, come l’aziminu, una zuppa di pesce con frutti di mare e aragosta, o il polpo in salsa di pomodoro.
 
 
Dove dormire ad Ajaccio

Ajaccio è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
QUARTIERI
Hotel nei quartieri
 
 
LUOGHI DI INTERESSE
Hotel nelle aree turistiche
AEROPORTO
Hotel vicino all'aeroporto 
 
 
 
Testi di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Video: www.ajaccio-tourisme.com 
Copyright © Sisterscom.com
 
 
Ente del Turismo
dove andare
Monumenti
 
CATTEDRALE DI NOSTRA SIGNORA DELL’ASSUNZIONE
La chiesa del XVI secolo rispecchia nella facciata lo stile manierista proprio dell’epoca. All’interno si dipanano 7 cappelle laterali tra le quali quella dedicata alla Vergine della Misericordia, patrona di Ajaccio, e quella dedicata alla Madonna del Pianto con un dipinto di Delacroix raffigurante la Religione. Dalla Chiesa parte ogni 18 marzo la processione rituale della Madunnuccia, di tradizione seicentesca nata come voto degli abitanti di Ajaccio.
 
Musei
MUSEO DELLA MAISON BONAPARTE
In questa casa, dove visse e trascorse gli anni della prima giovinezza Napoleone, è stato allestito un Museo ricco di ritratti di famiglia, mobili coevi, arazzi, soprammobili, oltre a una superba collezione d’arte raccolta dallo zio Cardinale Fesch. In una sala del II piano si trova un interessante albero genealogico della famiglia Bonaparte, che arriva fino al 1959.
www.musee-maisonbonaparte.fr
BIBLIOTECA
L’immensa biblioteca, che consta di una sala di lettura di 30 metri di lunghezza, ospita tesori di libri antichi disposti in eleganti scaffalature in noce, ed è una delle più importanti di Francia. Fu creata da Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone, nel 1801 con i libri confiscati ai rivoluzionari della Corona, della nobiltà e del clero.
www.bibliotheque.ajaccio.fr
 
MUSEO NAPOLEONICO DEL MUNICIPIO
Ospitato in un edificio degli anni ’30, è il “luogo della memoria“ della famiglia imperiale: vi si trovano medaglie dell’epoca napoleonica, oltre a ritratti e busti della famiglia realizzati dagli artisti dell’epoca e raccolti nel Salone napoleonico, con un enorme ritratto di Napoleone in abiti imperiali. Interessante, in una delle sale, il modellino della nave che trasportò il corpo di Napoleone da Sant’Elena in Francia e una foto della casa in cui morì, oltre a una copia della sua maschera funebre. Vicino si trova il Mausoleo Imperiale, una cappella fatta erigere dall’imperatore Napoleone III, che avrebbe dovuto raccogliere le tombe di tutta la famiglia Bonaparte, secondo il desiderio del Cardinale Fesch.
MUSEO FESCH
Qui si trova una delle più importanti collezioni di Francia, soprattutto di arte italiana. Il Cardinale Joseph Fesch, che nell’ottocentesco palazzo ora sede del museo abitava, al tempo in cui era ambasciatore di Francia presso la Santa Sede riuscì a raccogliere capolavori italiani nel numero di ben 16000. Oggi nel Museo, anche se in numero inferiore, si possono ammirare opere di Bellini, Botticelli, Tiziano, Perugino, Veronese, Canova, Bernini e altri: la più vasta collezione di artisti italiani dopo quella esposta al Louvre.
www.musee-fesch.com
 
Tour ed escursioni
ISOLE SANGUINARIE
Ogni giorno partono dal molo della Cittadella escursioni alle Isole Sanguinarie, il piccolo arcipelago di 4 isolotti del golfo di Ajaccio, dalla natura selvaggia e con un antico Castello sulla sommità dell’isola maggiore. In queste isole la Punta de La Parada è stata nominata per la sua bellezza Grande Site de France. Da non perdere il magico tramonto, quando le isole si accendono di un bel rosso vermiglio dovuto al porfido da cui sono formate.
SITO ARCHEOLOGICO DI FILITOSA
A meno di un’ora a sud di Ajaccio, in località Propriano, si trova l’area archeologica di Filitosa, scoperta per caso nel 1946: qui si possono ammirare i menhir  (alte pietre conficcate nel terreno con significati simbolici e propiziatori) taluni dall’aspetto antropomorfo risalenti a 1500 anni a.C., anche se il sito risale a 3000 anni a.C.
CAPULATTA
A circa 20 chilometri da Ajaccio per gli appassionati della natura più incontaminata vale la pena di visitare il Parco selvaggio di Capulatta, dove vivono, esempio raro al mondo, circa 150 specie diverse di tartarughe.
Aeroporti nelle vicinanze di Ajaccio
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Per una vacanza di lungo raggio, ti consigliamo l'intramontabile New York. Per chi preferisce restare in Europa, proponiamo le affascinanti città di Vienna  e Sofia. Fatti incantare anche da Abu Dhabi o dalla magica Teheran. Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!