Scopri

Plovdiv

Capitale della cultura 2019
Seconda città della Bulgaria dopo la capitale SofiaPlovdiv, già dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, è non solo una città elegante e con molte vestigia storiche, ma anche un attivo centro culturale, destinata inoltre a fregiarsi nel 2019 del titolo di Capitale della cultura, assieme a Matera.
 
 
Il suo fascino l’ha vista assimilata ad altre belle e storiche città come Firenze e Parigi, tanto da venir chiamata anche
la Firenze bulgara e la Parigi dei Balcani. 
 
Foro Antico
L'impronta romana
Se la città bulgara di Plovdiv, distesa sulle sponde del fiume Maritsa, vanta ben otto millenni di storia (è una delle più antiche d’Europa, contemporanea a Troia e Micene) l’impronta data dalla dominazione romana è tuttora evidente in numerosi e importanti siti: l’Anfiteatro, capace di accogliere da 5000 a 7000 spettatori, lo Stadio Romano, uno dei meglio conservati del pianeta, e con la capienza di 30000 persone, il Foro Antico, oltre a Terme e vari altri siti archeologici del periodo.
 
 
Le origini
Le origini della città di Plovdiv risalgono alla preistoria fino a che vi si insediarono i Traci. Ma, nell’anno 342 a.C., Filippo il Macedone, padre di Alessandro Magno, conquistò il loro insediamento sulla collina e in suo onore la città venne chiamata Philippopolis; da allora Plovdiv fu per lungo tempo il centro politico ed economico della Tracia, fino a che i romani la conquistarono nel I sec. a.C. cambiandole il nome in Tremontium. La città infatti sorgeva e sorge tuttora su tre colline: Nebet Tepe, dove si può ammirare un interessante complesso archeologico, Taksim e Dzhambaz Tepe.
 
 
Nel periodo romano sotto l’imperatore Marco Aurelio Tremontium divenne splendida e importante, tanto da diventare capitale della Tracia e da avere il privilegio di battere moneta: e tante sono le pregiate collezioni di monete di rame, d’argento e d’oro del periodo presenti nei suoi Musei.  
 
Città vecchia di Plovdiv
La città vecchia
La parte vecchia di Plovdiv, nel cuore della città che si articola sulle tre alture, sfoggia scenografici edifici nello stile della Rinascenza bulgara, del XIX secolo, un periodo di splendore economico e artistico: suggestive case dalle facciate dipinte in vari colori e balconi con colonnine in legno.
 
Kapana
Kapana
Uno dei luoghi più accattivanti è senz’altro ‘Kapana’, considerata la perla della città, la vera anima, un quartiere il cui nome significa ‘Trappola’, nel senso che quando ci si entra, si resta addirittura intrappolati da una magica atmosfera, calda ed accogliente e non si vorrebbe più venir via.
Infatti tra le colline di Taksim e Nebet si trova questo caratteristico quartiere, dedicato alle industrie creative moderne, ricco di negozigallerie d’arte, atelier, studi artistici, oltre ad affollati ristoranti e caffè: è un gradevole labirinto di acciottolati, dall’aria festosa, sottolineata dalle bandierine multicolori che sventolano da una parte all’altra delle strade legate con fili ai balconi delle case.
 
E per comprendere la grande attenzione alle novità industriali, bisogna sapere che ogni anno a Plovdiv si tiene una tra le più importanti Fiere d’Europa, la Fiera Internazionale dell’Industria.
 
Museo Storico
I Musei
Tuttavia per approfondire la storia di questa vivace e moderna città dal passato quanto mai ricco e composito, non c’è che da visitare il Museo Archeologico Regionale di Plovdiv, ricchissimo di tesori preziosi, tra cui oggetti traci tra i più importanti della Bulgaria; ma anche il Museo Etnografico, che racconta la storia delle civiltà agricole del Paese con testimonianze della vita e del lavoro nei campi.
 
 
Moschea Dzhumaya
I luoghi di culto
La pacifica convivenza di ogni credo religioso inoltre è attestata da vari luoghi di culto:
  • le Chiese ortodosse St. Marina, St. Petka, St. Konstantin e St. Helena con le loro splendide icone;
  • la cattolica Cattedrale di San Luigi dei Francesi,
  • la Piccola Basilica,
  • i vicini monasteri con i loro meravigliosi affreschi,
  • oltre alla scenografica Moschea Dzhumaya per il culto degli islamici.
 
Tutti magnifici tesori, civili e religiosi, che fanno luce sul ricco e articolato passato di questa magica città, felice connubio di storia e modernità, al centro della lussureggiante Tracia, che invita ad essere scoperta.
 
Dove dormire a Plovdiv
 

Plovdiv è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 
STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
 
AEROPORTO
Hotel vicino all'aeroporto 
 
 
 
Testi di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N64
Aggiornamento Giugno 2018 
 
 
 
Scarica l'articolo di Plovdiv
in versione digitale
Scopri la città, le principali attrazioni turistiche, i più importanti musei da visitare e i tour da non perdere, selezionati per te dalla Redazione di Avion Tourism.
 
Dove Andare
Monumenti
CASA BALABANOV 
Casa Balabanov è una splendida dimora nello stile tipico della Rinascenza bulgara. Qui visse l’ultimo proprietario, il ricco mercante Luka Balabanov, che le diede il nome. È divisa in due piani: il I° adibito al commercio e il 2° ad abitazione. Notevoli i dipinti che raffigurano le città con cui il mercante aveva rapporti di affari.
 
STADIO ROMANO 
Lo Stadio Romano di Plovdiv risale ai tempi dell’Imperatore Adriano, del II secolo d.C. Da vedere per la sua grandiosità e per la bellezza dell’entrata principale, con pilastri di marmo a rilievo e dove si trovano anche il busto di Mercurio e gli attributi di Ercole (mazza e faretra), di epoca romana.
CHIESA DI SAN LUIGI DEI FRANCESI
La Chiesa di San Luigi dei Francesi è una chiesa di Plovdiv, precisamente cattedrale, in stile Neoclassico e Barocco, una delle più grandi e importanti chiese cattoliche della regione. L’interno è impreziosito da affreschi ad opera del pittore bulgaro Kraskyo Stamatov e da un eccezionale organo. Qui si trova la tomba di Maria Luisa di Borbone-Parma, che fu moglie di Ferdinando I di Bulgaria.
 
SITI ARCHEOLOGICI
Nebet Tepe è un sito su una delle colline di Plovdiv, la stessa dove fu fondata la prima città. Si trovano le mura della fortezza, le torri, i corridoi e i passaggi segreti, dove si dice abbia camminato l’apostolo Paolo. Un complesso archeologico di particolare interesse.
 
ANFITEATRO ROMANO 
Il Teatro Romano di Plovdiv è una delle vestigia romane meglio conservate al mondo, con le sue 28 file concentriche di sedute e un ampio spazio per l’orchestra. Il teatro è tuttora attivo e vi si svolgono numerosi Festival di Plovdiv: il Festival del Folklore, del Jazz e l’Opera Festival.
CHIESA DI SAN COSTANTINO E SANT’ELENA 
La Chiesa di San Costantino e Sant’Elena è una delle attrazioni più importanti della città di Plovdiv ed è il tempio cristiano più antico. Fu eretta in onore di Costantino che dette, con il suo editto, libertà di culto e che qui è raffigurato insieme alla madre Elena. 
 
Musei
MUSEO
STORICO REGIONALE 
Il Museo Storico Regionale di Plovdiv presenta la storia dal XV al XIX secolo della città, rendendo ragione delle diversità etniche ed economiche sviluppatesi in quell’arco di tempo sia a Plovdiv che nella regione.
 
MUSEO
ETNOGRAFICO REGIONALE
Situato nella casa che fu di proprietà di Arghir Kuyumdzhiouglu, in uno dei massimi esemplari dell’architettura Barocca bulgara, con una facciata dai vividi colori, si estende su quattro piani, con 130 finestre, ed è il secondo Museo per grandezza di tutta la Bulgaria. All’interno mobili di pregio, stanze affrescate, artistiche ringhiere scolpite, dipinti, costumi tradizionali, ecc…
MUSEO
ARCHEOLOGICO REGIONALE 
Il Museo Archeologico Regionale di Plovdiv è uno straordinario Museo, tra i più ricchi d’Europa, con tesori di arte tracia, greca e romana. Notevole la collezione di monete, nel numero di 60000. Di grande pregio la collezione di 100000 manufatti sulla storia di Plovdiv e della sua regione: gioielli, amuleti, vasi e coppe d’oro sbalzato, tra cui quelli appartenenti al tesoro Panagyurishte.
 
Escursioni
GIARDINO DELLO ZAR SIMEONE 
Il Giardino dello Zar Simeone è un magnifico giardino con piante rare, un padiglione viennese e con un lago al centro nel quale si trova la ‘Fontana che canta’, con spettacolari giochi di luce oltre che di musica. Un’oasi verde che è ben attrezzata anche per i bambini con giochi e punti di ristoro.
MONASTERO DI BACHKOVO 
Il Monastero di Bachkovo è il secondo della Bulgaria per bellezza e importanza, a poche miglia da Plovdiv. Interessante per l’originale forma architettonica e per gli affreschi che ricoprono le pareti del monastero e della chiesa.
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Aeroporti nelle vicinanze di Plovdiv
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Per una vacanza di lungo raggio, ti consigliamo l'intramontabile New York. Per chi preferisce restare in Europa, proponiamo le affascinanti città di Vienna  e Sofia. Fatti incantare anche da Abu Dhabi o dalla magica Teheran. Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!