Scopri

Poznan

La culla leggendaria della Polonia
Città dalla storia millenaria, con monumenti costruiti in ogni stile architettonico, ad iniziare dallo stile pre-Romanico, Poznan ha un terzo della superficie urbana coperta da zone verdi. Ogni anno ospita una trentina di manifestazioni fieristiche di richiamo internazionale.
 
 
La più bella chiesa della città è la grande parrocchia Barocca dedicata a S. Stanislao. La strada più importante del centro è via Swiety Marcin.
Il Museo Nazionale di Poznan ospita un’interessante mostra di arte Gotica, mentre la vicina Biblioteca Raczynski ha una facciata che richiama architettonicamente quella del Louvre di Parigi.
 
La Piazza del Mercato 
La Piazza del Mercato 
E' il centro turistico della città di Poznan, con numerosi ristoranti, caffè, enoteche e pub i cui locali hanno conservato gli antichi interni. Sulla Torre del Municipio affacciato sulla piazza, sede del Museo Storico cittadino, ogni giorno, allo scoccare delle 12, due caprioli incrociano le corna dalla terrazza panoramica del grattacielo, sede dell’Accademia di Economia e, ad un’altezza di 80 metri, si gode una bellissima veduta di Ostrow Tumski, la parte più antica del tessuto urbano dove si erge la Cattedrale dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, basilica del X secolo, con la Cappella Aurea che è la più antica necropoli reale polacca.
 
Tra gli edifici più caratteristici di Poznan vi è il cosiddetto Okraglak, l’unico grande magazzino perfettamente rotondo in Europa. Dalle sue finestre si scorge il Teatro Grande, primo tempio lirico polacco costruito esattamente oltre cent’anni fa ed ornato con la figura di Petaso, il cavallo alato. Il teatro dell’opera fu uno degli elementi più importanti del nuovo centro cittadino, il cui edificio principale, tuttavia, è considerato il castello imperiale in stile pre-Romanico, fatto realizzare da Guglielmo II. Nel cortile si trova la Fontana dei Leoni, replica fedele della celebre scultura dell’Alhambra.
Tra le attrazioni artistiche da segnalare l’appuntamento quotidiano, alle ore 12:15, da luglio a settembre, con il coro di voci bianche degli Usignoli di Poznan nella chiesa parrocchiale di Fara.
 
 
La cucina polacca

E' ricca e variegata e conserva antiche ricette, frutto della fusione di diverse culture, diversificatesi nel corso degli anni nelle varie regioni.

Questi sono alcuni dei piatti tipici di Poznan da gustare: il Zurek (minestra di farina di segale, accompagnata da uovo sodo e salumi), il Barszcz bialy o czerwony (zuppa di barbabietole bianche o rosse), il Bigos (zuppa con diversi tipi di carne, crauti e spezie), la Kotlet schabowy (cotoletta di maiale), la Kotlet mielony (cotoletta con carne macinata), i pierogi, il flaczki (trippa), i kluski ziemniaczane (simili agli gnocchi di patate) e le placki ziemniaczne (frittelle di patate).

 
 
Palazzo di Rogalin
Nei dintorni
Da visitare la riserva naturale del Monte Moraski, con sette crateri circolari vecchi di 3.000 anni, creati dall’impatto di altrettanti meteoriti.
A sud di Poznan si trovano il Palazzo di Rogalin, circondato da un bellissimo parco, e il Castello di Kornik, con un magnifico “arboretum”.
 
Dove dormire a Poznan
 
Poznan è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse

 


Testo di Angela Trivigno
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Video: www.poznan.pl 
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N35 - Aggiornamento giugno 2018
 
 
 
Ente del Turismo
 
Dove andare
Monumenti 
CHIESA DI SAN GIOVANNI DI GERUSALEMME DIETRO LE MURA

ul. Świętojańska 1, 61

È il secondo santuario più antico di Poznań (dopo la cattedrale) e uno dei primi esempi di muratura in Polonia. La volta a crociera del presbiterio è del XII secolo. La chiesa fu ricostruita in stile tardo Gotico alla fine del XV e XVI secolo. Un trittico Gotico dei primi del XVI secolo, raffigurante S. Maria impegnata in una conversazione con San Giovanni Battista e San Stanislao, si trova nel pannello centrale. Degna di nota è la fonte battesimale in stile tardo Gotico in pietra del 1522. 

CATTEDRALE DI SAN PIETRO E SAN PAOLO

Ostrów Tumski 17, 61

Il santuario fu danneggiato negli anni 1038-1039 e ricostruito negli anni successivi in stile Romanico. Nel XIII secolo fu eretto un presbiterio Gotico primitivo e, nella metà del XIV secolo, fu costruita una nuova navata Gotica con l’aggiunta di un nuovo presbiterio con abside e una fila di cappelle. Nel XVII secolo la chiesa è stata ricostruita in stile Barocco e, successivamente danneggiata da un incendio nel 1772, fu creato un nuovo interno che rimase intatto fino al 1945. La facciata della Cattedrale di San Pietro e Paolo di Poznan fu ricostruita nel 1779 e le vecchie cupole furono sostituite nel 1790. 

 

 
 
MURA DELLA CITTA'

Le fortificazioni rappresentavano nel Medioevo una manifestazione d'importanza e forza della città. Esse riflettevano la potenza militare della città, il suo ruolo e la funzione del sistema di difesa del paese. Si presume che la città di Poznan fu fortificata da Przemysł II, sicuramente nel 1275. La città poteva essere raggiunta attraverso quattro porte: la Porta Wroniecka a nord, la Porta di Wielka e Wodna ad est e la Porta Wrocławska a sud. Con lo sviluppo della tecnologia da guerra, il sistema difensivo della città fu modificato più volte fino al completamento nei primi anni del XVI secolo.

 
Musei
MUSEO DI ARCHEOLOGIA

ul. Wodna 27

Le collezioni permanenti del Museo di Archeologia di Poznan includono la preistoria della Grande Polonia, vita e morte nell'Antico Egitto e l'archeologia del Sudan. La Preistoria della Grande Polonia è caratterizzata da reperti archeologici che illustrano la storia antica della Polonia occidentale. Vita e morte nella raccolta dell'Antico Egitto illustra papiri e la scrittura geroglifica oltre all'evoluzione dell'arte egizia, il culto e gli oggetti del rito funebre (incluse le mummie).

www.muzarp.poznan.pl

MUSEO DI ETNOGRAFIA
FILIALE DEL MUSEO NAZIONALE DI POZNAN

ul. Grobla 25

Fondato nel 1986, il museo ospita reperti della cultura popolare della Grande Polonia. La mostra permanente di Arte Folk presenta sculture del XIX e XX secolo, dipinti, costumi popolari, ricami, oggetti decorativi, oggetti di culto e strumenti musicali. Gli articoli sono raggruppati in quattro categorie: tessile e costumi popolari, arte popolare, tecnologia e culture non europee.

www.mnp.art.pl

 
MUSEO DI KAZIMIERA Iłłakowiczówna

ul. Gajowa 4

Il Museo di Kazimiera fu istituito nell'appartamento dove visse il poeta Kazimiera Iłłakowiczówna, un poeta polacco, prosatore e traduttore. Iniziò a scrivere poesie nel 1905 e ricevette il premio nazionale di poesia nel 1935. Lo studio è suddiviso in 2 sezioni. La prima contiene una mostra di materiali letterari, iconografici e cimeli della vita del poeta; la seconda parte è un’autentica ricostruzione degli interni dell'appartamento del poeta.

www.bracz.edu.pl

 
Escursioni
LA RISERVA “MORASKO METEORITE”

Ai confini della città di Poznan si trova un'area di alto valore naturale. Si tratta di un gruppo di crateri creati dall'impatto di meteoriti sul pendio del Monte Morasko (Góra Moraska). Quest’area di 55 ettari è diventata una riserva naturale nel 1976. I crateri di Morasko sono uno dei più grandi gruppi di crateri del pianeta: il più grande cratere ha un diametro di circa 60 metri, mentre la sua profondità raggiunge 11,5 metri.

IL PARCO PROMNO

Fondato nel 1993, è il parco della provincia della Grande Polonia. Una caratteristica unica del parco è l'habitat della palude sul Lago Drążynek, considerato il più grande della regione della Grande Polonia. Il Parco comprende il frondoso bosco di Promno, il Lago Dębiniec e il Lago di Drążynek e si trova a circa 2 km a sud dalla città di Pobiedziska. È facilmente raggiungibile a piedi dalle stazioni ferroviarie di Pobiedziska e Promno.

 
 
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Aeroporti nelle vicinanze di Poznan
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!