Scopri

Burgas

Scopri
Burgas
Attraente città balneare sul Mar Nero
La città bulgara di Burgas, distesa su uno dei tratti più invitanti del Mar Nero, con il porto mercantile più grande del Paese, è stata una città molto frequentata fin dal remoto passato: la sua felice posizione infatti oltre a farvi convergere popoli di ogni etnia fin dall’età del bronzo e del ferro, come attestano le più recenti scoperte archeologiche, attrae oggi numerosi turisti per una indimenticabile vacanza.  
 
 
Molte sono le attrazioni per i visitatori di questa città dal clima sempre mite in ogni stagione dell’anno: dagli sport acquatici alle attività culturali con un gran numero di musei, senza contare i centri termali molto qualificati, tra cui il vicino e noto Aquae Calidae; il nome latino non è che un ricordo delle varie dominazioni che si sono succedute nella zona, dai Traci, ai Greci, ai Latini, agli Ottomani, che dominarono il Paese fino al 1878, una dominazione che ha lasciato tuttavia importanti vestigia culturali soprattutto nell’architettura.
 
Il monumento del poeta nazionale Alexander Pushkin
La cultura storica
Per conoscere la sua lunga storia non c’è che da recarsi al Museo Storico Regionale di Burgas, dislocato in vari edifici della città e comprendente il Museo Archeologico con straordinari preziosi oggetti portati alla luce nella regione, il Museo Etnografico e il Museo di Scienze Naturali.
 
 
Ma le passeggiate in città non finiscono di sorprendere: è d’obbligo passare sotto lo scenografico Arco di San Nicola miracoloso, il Santo patrono della città festeggiato il 6 dicembre, una straordinaria opera in pietra e metallo, perché si dice che attraversarlo porti salute, nuove energie e prosperità.
 
 
Via Alessandra
Le vie dello shopping
Le vie centrali, tra cui la principale è via Alessandra, nel cosiddetto Largo, è costellata di negozi di shopping, caffè, ristoranti, oltre ad essere affollata da artisti di strada e musici capaci di far sorridere grandi e piccini con le loro ‘performances’ e rimanendo nella zona c’è da soffermarsi nella Piazza Troykata, da sempre nel cuore dei cittadini, dalle vivide atmosfere, dove spesso vengono eseguiti concerti, eventi culturali e sportivi.
 
 
Le chiese
Chiesa dei Santi Cirillo e Metodio
Tra le visite da non perdere c’è la vicina Chiesa dei Santi Cirillo e Metodio, la Cattedrale, uno dei più significativi monumenti culturali dedicato ai due santi fratelli evangelizzatori, la più grande, bella e antica cattedrale tra tutte le chiese ortodosse. E volendo continuare a seguire un percorso spirituale, da non perdere è il Monastero di Santa Anastasia guaritrice, in mezzo al mare, uno dei più visitati di tutta la Bulgaria.
 
Il molo
Ma non si può prescindere da una visita al Molo, una lunga striscia che si protende per ben 300 metri dentro al mare, molo che costituisce un altro importante simbolo della città, tanto che si dice che andare a Burgas senza vedere il Molo è come andare a Roma senza vedere il Papa.
 
Il lago Burgas
 
Burgas è circondata alle spalle da laghi costieri, il maggiore dei quali prende nome dalla città stessa ed è il più grande lago naturale della Bulgaria, dove trovano ospitalità alcune specie rare di pesci ed uccelli.
 
Gli eventi
Non mancano spettacoli soprattutto nel periodo estivo che si svolgono copiosi nel Teatro dell’Opera, nel Teatro Drammatico Adriana Budevska intitolato a quella che è considerata una delle più grandi attrici drammatiche bulgare, fondatrice del teatro stesso, e nel Teatro di Stato delle Marionette, una vera delizia per i piccoli e non solo.
 
 
Tra i numerosi Festival che animano la città di Burgas davvero singolare quello delle sculture di sabbia, che si svolge in estate nei mesi di luglio e agosto, nel teatro all’aperto all’interno del Parco Marino, la cui fama si è diffusa nel mondo, con le figure a tema che cambiano ad ogni edizione e con la partecipazione di artisti che accorrono da ogni parte del pianeta.
 
Il Tarator
Le specialità culinarie
Burgas mostra un carattere multietnico, che si manifesta anche nelle sue specialità culinarie, di derivazione turca, balcanica, greca: da provare il Tarator, una zuppa fredda di cetrioli e yogurt - questo considerato tra i più squisiti e benefici d’Europa -, gli involtini di cavolo, le rinomate zuppe, di fagioli, di pomodoro con formaggio, con polpette di carne, il tutto annaffiato dal particolare vino resinato, che ha nome Mastika.
 
 
Testi di Anna Glik
Foto: Sistescom.com, Shutterstock
Video: www.gotoburgas.com
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism Special Edition for Milan Bergamo Airport N67, Avion Tourism N6
 
 
 
Enti del Turismo
www.bulgariatravel.org
www.gotoburgas.com
 
Dove dormire a Burgas

 

Burgas è una città che offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
 
 
Scarica l'articolo di Burgas
in versione digitale
Scopri la città, le principali attrazioni turistiche, i più importanti musei da visitare e i tour da non perdere, selezionati per te dalla Redazione di Avion Tourism.
DOVE ANDARE
Monumenti
CHIESA DEI SANTI CIRILLO E METODIO
La Chiesa dei Santi Cirillo e Metodio di Burgas è uno dei simboli della città, da vedere, una delle mete più visitate, dedicata ai due fratelli Santi Evangelizzatori, che predicarono il Vangelo tra i popoli slavi. La chiesa, dallo stile di ispirazione bizantina, presenta un ricco interno a tre navate, dove sono conservate le ossa di San Giovanni Battista. Notevole la pittura su vetro con i ritratti dei due Santi all’ingresso.
CHIESA DI ST. NIKOLAY MIRACLEWORKER
La Chiesa di Nikolay Miracleworker si trova a Meden Rudnik, il più grande quartiere di Burgas. La chiesa farà parte di un grande complesso di chiese con una scuola, una mensa e altri edifici pubblici. Nell'estate del 2013, un grande crocifisso di 2 metri è stato posizionato sopra la cupola. La chiesa è dedicata a San Nikolay Miracleworker, patrono di Burgas, difensore e protettore di marinai e pescatori
 
CHIESA DELLA BENEDETTA VERGINE MARIA
La Chiesa della Vergine Maria, costruita nel 1840-1860, è la chiesa più antica di Burgas e si trova nel centro della città, in via Lermontov, vicino alla chiesa armena. L'edificio della chiesa ha tre navate con 12 colonne monolitiche in marmo. Nel 1927-1928 furono costruite le due torri della chiesa con l’inserimento di tre campane. Dopo la seconda guerra mondiale, la chiesa fu dichiarata monumento di cultura. Da ammirare soprattutto l’interno arricchito di icone antiche e affreschi dipinti dai monaci nella Santa Montagna di Athos.
ARCO DI SAN NICOLA
L'Arco di San Nicola Miracleworker si trova nel centro di Burgas, ed è stato progettato dall'artista Ivan Bahchevanov. Si tratta di una creazione in metallo e pietra ed è un arco di trionfo con un bassorilievo che riporta l'immagine iconografica di San Nikolay Mirlikiyski, patrono di Burgas. Il bassorilievo è una ricostruzione artistica di un'icona il cui originale è conservato nella Cattedrale di Bari in Italia. Secondo la tradizione, passare sotto l'arco porta salute e prosperità.
 
 
Musei
MUSEO
STORICO REGIONALE
Il Museo Storico Regionale di Burgas, all’interno di un edificio risalente al 1901, è di sicuro da visitare perché attraverso le sue varie sezioni offre un’interessante panoramica della storia, della vita, dei costumi della popolazione. Si possono ammirare icone originali bulgare della scuola Tryavna, vecchi libri stampati, belle arti europee applicate dal XVIII al XIX secolo, sculture in cristallo, porcellana e bronzo dei periodi Classico e tardo Barocco.
MUSEO ARCHEOLOGICO
Il Museo Archeologico di Burgas presenta interessanti reperti provenienti dall'antica Tracia, dalle colonie greche lungo la costa del Mar Nero e dall'impero romano. Tra i reperti di epoca romana ed ellenistica, sono da ammirare rari pezzi di mosaico e splendidi gioielli. Il museo fa parte del Museo Storico Regionale di Burgas.
 
MUSEO ETNOGRAFICO
Il Museo Etnografico, vicino alla Cattedrale dei Santi Cirillo e Metodio, mostra costumi tradizionali tipici di Burgas, rituali antichi in uso nella città, tipici delle celebrazioni folkloristiche animate da canti e musica.
CASA MUSEO DI PETYA DUBAROVA
La Casa-Museo di Petya Dubarova è dedicata alla giovane poetessa di Burgas, scomparsa a soli 17 anni, ma dall’incredibile talento e rimasta per sempre nel cuore dei suoi concittadini. Qui si può visitare la casa dove visse, la sua camera con le foto, le poesie, le novelle da lei scritte e tutti gli oggetti che le sono appartenuti nel corso della sua breve vita. Si dice che per penetrare nell’autentico spirito poetico di Burgas questo luogo è assolutamente da visitare. Oggi tra l’altro il Museo gioca un importante ruolo culturale, accogliendo e guidando giovani talenti di ogni forma artistica da tutto il mondo.
 
Escursioni
ISOLA DI SANTA ANASTASIA
Sull’Isola di Santa Anastasia sorge il Monastero del XV secolo intitolato alla Santa che gli abitanti di Burgas e i pellegrini considerano guaritrice. Alla fine dell’Ottocento il Monastero venne dotato di un faro alto 40 metri, tuttora in funzione e dalla luce vivida visibile da diverse miglia. Luogo altamente suggestivo, dove si può gustare una cucina tipica, visitare il piccolo Museo e trovare accoglienza in una casa per gli ospiti per non più di 5 persone.
SALINE DI BURGAS
Queste saline di Burgas, distanti circa 3 chilometri dal centro della città, sono uno dei luoghi più famosi della zona per la loro particolarità. Hanno la caratteristica di un Centro Benessere, dove ci si può spalmare di benefico fango salato capace di migliorare la forma fisica e cancellare i dolori.
 
PARCO MARINO
Il Parco Marino si trova vicino al mare, ed è il più grande e attrezzato Parco della zona, un luogo rilassante, pieno di verde, dove si può passeggiare, andare in bici, con i pattini, con bella vista sul mare e tanti giochi per bambini, oltre a molti caffè e locali di ristoro. Molte sono le fontane oltre alle sculture che raccontano la storia della città e del Paese.
 
 
AQUAE CALIDAE
Aquae Calidae è un centro termale che con le sue proprietà benefiche ha contribuito allo sviluppo della zona. Distante circa 15 Km da Burgas, le sue acque erano conosciute e frequentate fin dai tempi dell’Imperatore Costantino, ma fu il sultano Solimano il Magnifico a fare erigere nel XVI secolo un vero e proprio stabilimento. Un luogo da visitare, con i marmi pregiati e ceramiche orientali, ma soprattutto da sperimentare per le sue proprietà curative. I reperti archeologici ritrovati in Aquae Calidae sono: le mura della fortezza dell'antica città di Terme (Thermopolis), le terme romane del I secolo d.C. con una piscina calda e fredda e varie sale medievali.
Foto: Aquae Calidae. www.aquae-calidae.com
 
Nessebar 
Nessebar è un'antica città della Bulgaria, situata sulle coste del Mar Nero nel distretto di Burgas. L'UNESCO ha incluso la città di Nessebar nel 1983 nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità per le sue numerose testimonianze architettoniche. La città di Nessebar si trova a circa 36 km da Burgas.
 
CHIESA DI CRISTO PANTOCRATORE
La Chiesa di Cristo Pantocratore a Nessebar è uno dei templi medievali meglio conservati e si trova nel centro storico della città.
Il tempio fu costruito tra il XIII e il XIV secolo ed ha una pianta a forma rettangolare. Dal 1946 è stata riconosciuta come un monumento architettonico-culturale, d'importanza nazionale.
ANTICA CHIESA DI SANTA SOFIA
La chiesa principale dell'antica Nessebar fu chiamata Chiesa di Santa Sofia. Il tempio aveva pareti dipinte e il pavimento ricoperto da un mosaico multicolore. La basilica, risalente al primo periodo Bizantino, fu costruita tra la fine del V e l'inizio del VI secolo mentre la forma attuale risale all'inizio del IX secolo. È stata dichiarata monumento architettonico-culturale d'importanza nazionale dal 1964.
 
Aeroporti nelle vicinanze di Burgas
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!