Scopri

Iasi

Centro economico, culturale ed accademico della Moldavia
Iasi, seconda città in Romania dopo Bucarest per numero di abitanti, è considerata il centro economico, culturale ed accademico della Moldavia, regione un tempo della Romania, prima che la Moldavia divenisse nel 1991 Stato indipendente e autonomo.
Iasi, bella città oggi romena, sorge sulle sponde del fiume Bahlui, derivante dal fiume Prut che segna il confine tra la Romania e la Repubblica Moldava. Nella città fu fondata la prima scuola in lingua romena, lì nacque il primo libro stampato della Moldavia, e Iasi testimonia la sua lunga tradizione culturale con la presenza di ben cinque Università, tra cui la più antica del Paese, del 1860, la Alexsandru Joan Cuza.

 
Il Palazzo della Cultura
Il Palazzo della Cultura
Simbolo della città è il maestoso Palazzo della Cultura. Costruito in stile Neogotico fiammeggiante, l’edificio stupisce per le sue numerose sale, che raggiungono il considerevole numero di 365: la Sala Gotica, che rappresenta un bestiario Medievale, la Sala dei Voivoda, con i ritratti dei principi di Moldavia e i re della Romania e la bella Torre Centrale. Da questa, otto campane ripetono ogni ora la canzone ‘danza dell’Unione’, l’inno che celebra la creazione dei Principati Uniti Romeni risalente a metà Ottocento.
 
In questo straordinario Palazzo, da oltre cinquant’anni è ospitato il ricchissimo Complesso Nazionale del Museo della Moldavia, che include il Museo di Storia, il Museo Etnografico, il Museo d’Arte e il Museo della Scienza e della Tecnologia. Di fronte al palazzo è collocata la statua del sovrano più amato della Moldavia, Stefano il Grande, vissuto sul finire del XV secolo e venerato come Santo dalla Chiesa ortodossa il 2 luglio.
 
Le chiese
Chiesa dei Tre Gerarchi
 
Re Stefano, nella sua grande devozione, fece costruire molti luoghi di culto, tra cui il più celebre e antico è la Chiesa di San Nicola Principescu, elevata sul finire del XV secolo, situata nelle vicinanze della corte reale e utilizzata come Cattedrale Metropolitana. Ma sono circa 100 le chiese ortodosse nella città: una nuova Cattedrale fu costruita nel XIX secolo, nello stile del Rinascimento italiano dove sono ospitate le reliquie di Santa Parascheva, patrona della Moldavia; la Chiesa dei Tre Gerarchi (Basilio il Grande, Giovanni Crisostomo e Gregorio Nazzanzieno) costruita nel ‘600, realizzata secondo lo schema della tradizione moldava, con pianta a forma di trifoglio. L’edificio è singolare e splendido per le ricche decorazioni orientali, d’ispirazione bizantina, definito ‘un vero pizzo di pietra’.
 
La Grande Sinagoga di Iasi è la più antica casa di preghiera ebraica in Romania e la seconda più antica sinagoga d'Europa. Fu fondata nel 1670 su iniziativa del rabbino Nathan ben Mosè Hannover, capo religioso della comunità ebraica di Iasi nel 1660. Fin dalla sua fondazione nella seconda metà del XVII secolo, la Grande Sinagoga ha subito una serie d’importanti lavori di ristrutturazione. Sebbene è chiamata "la grande", la dimensione della sinagoga è in realtà molto modesta. Oggi, la Grande Sinagoga continua a servire la comunità ebraica di Iasi ed è stata riconosciuta come monumento storico.
 
Il giardino Copou
Il giardino Copou
In una delle sette colline su cui si distende Iasi, che variano da un’altezza dai 40 ai 400 metri sul livello del mare, nella prima metà dell’Ottocento fu creato il Giardino Copou, il più grande parco del Paese, con i suoi 80 ettari di superficie, che ospita al centro il più antico monumento romeno, l’Obelisco con leoni, costruito in omaggio alle potenze europee che hanno riconosciuto l’indipendenza dei paesi romeni.
 
Teatro Nazionale Vasile Alecsandri
Teatro Nazionale Vasile Alecsandri
 
La fama di polo culturale di Iasi si manifesta anche nei luoghi di spettacolo, come nello scenografico Teatro Nazionale Vasile Alecsandri, dedicato al grande poeta, scrittore e politico romeno, e uno dei più attivi promotori del Teatro: l’edificio, costruito circa 100 anni fa in stile Neoclassico su progetto di architetti viennesi, ha una grande sala, capace di ospitare 750 persone, e ornamenti d’ispirazione Barocca e Rococò.
Il Museo Teatro celebra la storia del teatro di Iasi ed espone i costumi indossati da noti attori, documenti originali, locandine e manifesti.
 
 
Malinga
I piatti della tradizione
Pittoreschi sono i ristoranti della città, che propongono piatti della tradizione di varie provenienze, anche orientali, una tradizione semplice ma molto gustosa, con abbondante uso di spezie. Tra le minestre i piatti tipici sono la Ciorba, una zuppa con patate e carote, frammiste a pezzi di agnello, vitello e tacchino, il Sarmala, carne trita mista a cipolle avvolta in foglia di vite, la Mamaliga, una sorta di polenta di mais condita con panna acida e accompagnata con spezzatino di carne. Il dolce locale è il Cozonac, ricco di uvette e molto simile al panettone italiano. Ottimi i vini, tra cui gode di fama internazionale il Negru de Purcari, e le grappe, di prugne e di albicocche.  
 
Dove dormire a Iasi
 

Iasi è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
QUARTIERI
Hotel nei quartieri
 
LUOGHI DI INTERESSE
Hotel nelle aree turistiche
AEROPORTO
Hotel vicino all'aeroporto 
 

Testi di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Video: www.romania.travel
Copyright © Sisterscom.com
Riproduzione riservata
 
 
Uffici Turistici
www.turism-iasi.ro
www.romania.travel
DOVE ANDARE
Monumenti

PALAZZO DELLA CULTURA
Piata Stefan cel Mare si Sfant 1
Il Palazzo della Cultura è un imponente edificio (1906-1925) costruito in stile Neogotico fiammeggiante che sorge in parte sulle rovine di una corte reale Medievale. Oggi, il Palazzo con 365 stanze, ospita la Biblioteca Asachi Gheorghe e quattro dei musei della città: il Museo della Storia Moldava, il Museo Etnografico, il Museo d'Arte e il Museo della Scienza e della Tecnologia.
CATTEDRALE METROPOLITANA DI SAN PARASCHIVA
La Cattedrale Metropolitana di San Paraschiva fu costruita in stile Rinascimentale italiano ed è la più grande chiesa ortodossa in Romania. I lavori per la costruzione iniziarono nel 1833 e terminarono nel 1839. Il vasto ambiente interno fu dipinto nel 1887 da Gheorghe Tattarescu e le vetrate furono completate da un’azienda bavarese di Monaco di Baviera. Nelle vicinanze si trova la Vecchia Chiesa Metropolitana di San Giorgio risalente al XVIII secolo. Ogni 14 ottobre, pellegrini provenienti da tutti gli angoli della Romania e dai paesi vicini, affollano Iasi per inginocchiarsi davanti alla bara blu e oro contenente le reliquie di San Paraschiva, patrono della cattedrale.
 
PALAZZO ROZNOVEANU / MUNICIPIO
Blvd. Stefan cel Mare si Sfant 45
Questo Palazzo Neoclassico in stile viennese fu costruito nel 1832 su progettazione di Gustav Frey Wald. La facciata era decorata con statue in marmo di personaggi mitologici come Diana e Apollo. Il Palazzo bruciò nel 1844 e fu ricostruito da Nicolae Rosetti Rozvaneanu. Nel 1891 l'edificio divenne il Municipio ma, due anni più tardi, fu trasformato in residenza reale. Oggi è utilizzato ancora una volta come Municipio.
 
Musei
 
MUSEO ETNOGRAFICO MOLDAVO
Il Museo Etnografico Moldavo è uno dei più antichi e più grandi del paese. L'edificio comprende sedici camere con display che ripercorrono ogni aspetto della vita tradizionale moldava, con attrezzi agricoli e di caccia, legno, ceramica tradizionale, uova dipinte e una buona collezione di tessuti e tappeti colorati, ricamati con uccelli e motivi vegetali.
MUSEO DI STORIA NATURALE
Blvd. Independentei 16
Il Museo di Storia Naturale, aperto al pubblico nel 1834, ospita oggi 50.000 reperti che illustrano la fauna di tutto il mondo ed è uno dei più grandi del suo genere in Europa. Una sezione speciale è dedicata alla geologia moldava. Oltre ai suoi minerali, il museo custodisce anche una collezione di fossili preistorici contenenti frammenti di mammut, orso delle caverne e rinoceronti.
MUSEI DELLA MOLDAVIA
Piata Stefan cel Mare si Sfant 1 

palatulculturii.ro
 
 
Escursioni
MONASTERO DI CETATUIA
Str. Cetatuia 1
Situato su un vasto altopiano, raggiungibile dal centro città tramite strada o tramite una salita da percorrere a piedi attraverso la foresta, il Monastero di Cetatuia (Cetatuia significa "fortezza"), nasconde tra le sue mura un complesso di edifici in pietra bianca con cime nere. La costruzione del monastero fu effettuata grazie al principe Gheorghe Duca tra il 1669 e il 1672. Il monastero ha conservato una Sala Gotica, un Museo di Arte Medievale e le sue famose cantine con i vini ottenuti dal proprio vigneto.
BICAZ & HASMAS NATIONAL PARK
Bicaz e il Parco Nazionale Hasmas è a 3 ore di distanza da Iasi e offre la possibilità di ammirare paesaggi unici per chi ama l'avventura e la natura. Laghi, sorgenti rapide, cascate, cime rocciose e paesaggi emozionanti.
 
 
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo AmmanFaroRoma, Tangeri e Johannesburg Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!