Scopri

Alessandria d'Egitto

La perla del Mediterraneo
Alessandria d'Egitto conquista con il fascino di una miscela unica di storia e modernità. Anche se resta oramai ben poco della  città antica, Alessandria d'Egitto ha mantenuto l'atmosfera mediterranea e le vecchie residenze europee, ma anche antichi caffè e monumenti greco-romani.
Le Catacombe di Kom el-Shouqafa, le rovine subacquee di Montazah e Maamoura e il cuore artistico pulsante fanno di Alessandria d'Egitto una destinazione turistica di rilievo. Nel tour della città non si può mancare di visitare la Moschea Abu al-Abbas al-Mursi e la Cattedrale copta di San Marco.
 
Il clima mediterraneo temperato di questa città regala estati più fresche, grazie alle brezze marine, e inverni più caldi rispetto ad altre parti dell'Egitto.
Veduta della città
 
Il lungomare di Alessandria d'Egitto è fantastico sia in estate che in inverno. Iniziando a Ras El Tin e proseguendo fino a Montazah, offre viste spettacolari sul White Med. Il lungomare fu costruito inizialmente negli anni '30 e fu esteso ulteriormente nei primi anni '90. 
 
Il Ponte Stanley Bridge di Alessandria
Il Ponte Stanley Bridge
Stanley Bridge è un ponte lungo 400 metri che si affaccia maestoso sulla Stanley Bay di Alessandria.
Il ponte è caratterizzato da eleganti torri e si sviluppa sulla Stanley Beach e il lungomare di Alessandria.
 
Situato vicino al centro della città, il Museo Nazionale presenta in modo accurato la summa della storia di Alessandria sui tre piani del rinnovato Palazzo Al-Saad Bassili Pasha in stile italiano. In ogni angolo di questo magnifico edificio si ammirano i reperti delle quattro principali epoche della storia egiziana: l'età antica, l'epoca greco-romana, l'età copta e l'era islamica. Il Museo Greco-Romano vanta una collezione di arte e reperti risalenti alle origini e al patrimonio dell'antica città. 
 
La Biblioteca Alexandrina
La Biblioteca Alexandrina
In ogni viaggio ad Alessandria non può mancare una visita all'edificio della nuova Bibliotheca Alexandrina: è lo spazio lettura più grande al mondo, destinata a ospitare più di 8 milioni di libri. La futuristica struttura a disco fu inaugurata nel 2002. L'intero edificio è ricoperto di iscrizioni e lettere in quasi tutte le lingue del mondo, a riflettere l'importanza e lo spirito multiculturale della biblioteca.
 
Il Teatro dell'Opera di Alessandria è un altro piccolo ma straordinario luogo culturale nella Perla del Mediterraneo.
Simile ad un tradizionale souk, Souk El-Attarine è più di un labirinto di angusti vicoli e strade pedonali, zeppi di negozi di tutti i tipi disseminati su ambo i lati delle strade, con ogni genere di souvenir e tradizionali manufatti egiziani come le shisha, i colorati contenitori in vetro soffiato, le gallabiya, i costumi delle danzatrici del ventre, spezie e antichità varie. In una città costiera come Alessandria, il più grande porto di mare dell'Egitto, non può mancare il frequentatissimo e vivace mercato del pesce
 
Il mare azzurro di Alessandria è ricco di cefali, triglie, spigole, sperlani, pesci serra e sogliole. Sul lungomare della città si trovano diversi ristoranti che servono ottimo pesce fresco del giorno pescato dai pescatori locali. Per chi ama la pesca nel White Med può recarsi al porto peschereccio di Abu-Qir (in passato piccolo villaggio di pescatori a nord di Alessandria) dove si può pescare ma anche nuotare e prendere il sole.
 
Stanley Bay di Alessandria.
Il litorale offre diversi tratti di spiaggia da Maamoura a est fino alla spiaggia Agamy a ovest di Alessandria. La costa è lunga ben 70 km, dall'estremità nord occidentale del delta del Nilo al Lago Mariout a est punteggiata da affascinanti baie e porti, come Abu-Qir e il Porto Orientale di Alessandria a forma di falce di luna, sovrastato dalla maestosa Fortezza Qaitbay.
 
 
Siti Archeologici 
A nord-ovest di Alessandria si trova il sito di Abu-Qir, dove gli archeologi hanno in corso l'esplorazione delle città sommerse di Heracleion e Canopus. Oltre che un importante centro religioso, la città di Heracleion è stata anche il principale porto commerciale sul Mediterraneo nel VI secolo. Canopus era il sito in cui si ritiene che la dea Iside avesse trovato l'ultima parte del corpo straziato di Osiride. Gli antichi Egizi credevano che Osiride fosse stato assassinato dal geloso fratello Seth, che ne aveva disperso le parti del corpo smembrato per tutto l'Egitto. Secondo la mitologia egiziana, Iside riuscì a trovare tutti i pezzi e li ripose in un vaso che fu conservato a Canopus.
 
Montazah Palace
ll sito, con centinaia di anfore greco-romane, testimonia le importanti connessioni commerciali fra l'Egitto e l'Impero Romano. Situati in una piccola baia, nella parte orientale di Alessandria, dominati dal Montazah Palace, i siti archeologici sottomarini di Montazah e Maamoura sono una testimonianza dell'evidente attività marina che si svolgeva nella regione nel periodo fra il I e il VI secolo d.C. La principale attrazione del sito è un pontile in pietra, lungo circa 200 metri, risalente al I secolo. Si trova in acque profonde dai 3 ai 6 metri, circondato da pezzi di anfore e piccole ancore. Il sito di Maamoura è più a est di Montazah; vi si trovano i resti di un altro pontile in pietra, risalente più o meno allo stesso periodo.
 
C'è qualcosa di magico che aleggia nel sito del Palazzo di Cleopatra ormai sommerso dove, secondo la leggenda, Marco Antonio e Cleopatra si dichiararono il loro amore nel 37 a.C. Accanto alle rovine dell'antico palazzo si possono anche vedere alcune delle barche di Cleopatra intorno alle quali sono disseminate delle anfore di terracotta che un tempo contenevano grano o vino, a seconda della loro forma e dimensioni.
 
Cittadella Qaitbay di Alessandria
Situato nella parte orientale del porto, intorno alla cittadella Qaitbay di Alessandria, il sito per diving dell'isola di Pharos ospita oltre 5.000 reperti archeologici sparsi su una superficie di 5.000 mq. Un museo sottomarino sbalorditivo, con colonne, statue, sfingi e persino le rovine del famoso faro di Alessandria, considerato una meraviglia architettonica e nell'antichità il più alto edificio della terra.
 
 
Pasticceria Araba
Le delizie alessandrine per un'esperienza culturale e gastronomica
Nella stazione Ramleh di Alessandria si trovano la rinomata pasticceria Delices e il raffinato ristorante La Veranda, dove si possono gustare squisiti piatti in un'atmosfera sofisticata.
Fondato nel 1900, l'Athineos è uno dei più antichi caffè ristorante di Alessandria. Di fronte alla Midan Ramla, l'edificio traspira ancora il suo antico fascino con alti soffitti decorati, gli arredi art-decò, le bellissime e imponenti colonne e le sculture di ispirazione greca, ed è diventato negli ultimi anni un ritrovo molto amato dalle comitive di turisti che visitano la Perla del Mediterraneo. 
 
Dove dormire ad Alessandria d'Egitto

Alessandria d'Egitto è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
QUARTIERI
Hotel nei quartieri
 
LUOGHI DI INTERESSE
Hotel nelle aree turistiche
AEROPORTO
Hotel vicino all'aeroporto 
 
 
Testi di Lisa Maria River
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Video: www.egypt.travel
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N42,N67; N2/2018
Aggiornamento Giugno 2017
 
 
Ente del Turismo
Scarica l'articolo di Alessandria d'Egitto
in versione digitale
Scopri la città, le principali attrazioni turistiche, i più importanti musei da visitare e i tour da non perdere, selezionati per te dalla Redazione di Avion Tourism.
Dove Andare
Monumenti
Moschea Abu Al-Abbas Al-Mursi
Al Berkah, Qesm Al Gomrok
La Moschea di Abu Al-Abbas Al-Mursi, il tempio musulmano più bello della città di Alessandria, è un bel edificio ottagonale bianco che all'elaborata architettura islamica coniuga anche influssi andalusi. Il tempio è dedicato alla memoria di un santo Sufi del XIII sec. proveniente dall'Andalusia.
Palazzo di Montazah
Muntazah Bay
Costruito dal kedivè Abbas II come residenza reale estiva, lo splendifo Palazzo di Montazah è un misto sorprendente di stile pseudo-mauritano e fiorentino. Non è aperto al pubblico ma gli abitanti di Alessandria si riversano negli enormi giardini per una piccola fuga dal centro della città. 
 
 

Fortezza di Qaitbay
Porto orientale
Costruita nel 1479 dal sultano mamelucco Qaitbay, sul luogo dove un tempo sorgeva il leggendario Faro di Alessandria, l'imponente Fortezza di Qaitbay custodisce alcune delle pietre del Faro e delle colonne in granito rosso nella parte occidentale delle mura esterne. Oggi è adibito a Museo Nautico. La vista dalle sue mura è incantevole. 
Anfiteatro romano
Sharia Yousri
Unico nel suo genere in tutto l'Egitto, questo elegante anfiteatro romano in marmo del II secolo, costituisce uno dei monumenti meglio conservati del paese. Gli splendidi mosaici del palcoscenico e le colonne in granito suscitano ancora oggi ammirazione. 
 
 
La colonna di Pompeo
Parco Archeologico
La colonna di Pompeo è alta 29 metri in granito di Assuan ed è sormontata da un capitello corinzio. Si trova nel parco archeologico di Alessandria d'Egitto.
Venne eretta in onore dell'imperatore Diocleziano, che assediò la città per circa otto mesi.
La Biblioteca Alessandrina
Fu la più grande e ricca biblioteca del mondo antico che si stima contenesse più di 700.000 opere, fondata dai Tolomei, dinastia greco-egizia che trae le sue origini, nel 305 a.C. Fu distrutta nell'antichità,  più volte tra l'anno 48 a.C. e il 642 d.C. In suo onore è stata edificata la moderna Bibliotheca Alexandrina in funzione dal 2002.
 
Escursioni
L'Isola di Faro
Faro è un'isola posta difronte al porto di Alessandria. L'isola di Faro ha ospitato il celebre faro, da cui a preso il nome, considerato una delle sette meraviglie del mondo antico costruito, negli anni tra il 300 e il 280 a.C. è rimasto funzionante fino al XIV secolo, quando venne distrutto da due terremoti.
 
La necropoli di Giza
A Giza, distante pochi chilometri dal Cairo, si trovano tre piramidi egizie più famose di quelle di CheopeChefren e Micerino appartenenti ai sovrani della IV dinastia. Nella necropoli di Giza, proclamata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, si erge anche la Grande Sfinge, una scultura di pietra calcarea raffigurante una figura mitologica con la testa di un uomo e il corpo di un leone.
 
Testi di Nicolò Villa
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N67; N2/2018
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo AmmanFaroRoma, Tangeri e Johannesburg Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!