Scopri

Salisburgo

Dove Mozart è onnipresente
Con lo stupefacente panorama delle Alpi che le fanno corona, Salisburgo è un autentico gioiello Barocco, creato nel Sei e Settecento dai principi arcivescovi che ne erano a capo; personaggi che, impressionati dallo sfarzo della Roma pontificia dell’epoca che avevano visitato, chiamarono alla loro corte architetti ed artisti italiani per emulare in splendore la sede della cristianità. Così furono realizzate facciate di chiese, edifici, giardini e fontane nello sfarzoso stile Barocco, un’impronta che caratterizza visibilmente la bella città austriaca, denominata per  questo “la Roma del Nord”. La città deve il suo splendore anche alle enormi ricchezze di cui poteva disporre nel periodo, ricchezze derivate dal commercio di sale di cui era ricca la zona (Salzburg significa castello di sale) oltre che di oro.
 
Panorama della città di Salisburgo
 
Due piccole montagne sovrastano la città, il Kapuzinerberg e il Monchsberg: su quest’ultima fu costruita in epoca Medievale l’imponente Fortezza Hohensalzburg (Alta Salisburgo), la più grande d’Europa, in pietra bianca cinta da grossi bastioni che l’hanno resa inespugnabile per secoli. Oggi vi si può accedere anche con una scenografica funicolare ed è il secondo monumento più visitato dell’Austria anche perché ospita un importante Museo; di fronte alla fortezza svetta un’altra candida costruzione: il Museo di Arte Moderna.  
 
La Fortezza Hohensalzburg a Salisburgo
 
Il centro è la Città Vecchia, dominato dalle cupole Barocche delle chiese e dai fastosi palazzi, tra cui il Mirabell, costruito per la favorita di un principe arcivescovo, Wolf Dietrich von Raitenau: i suoi scenografici giardini all’italiana, ornati di statue che rappresentano eroi dell’antichità, oggi sono aperti al pubblico.
 
Il palazzo Mirabell a Salisburgo
 
Alla Cattedrale (Salzburger Dom), splendida costruzione che unisce con armonia il Romanico al Gotico, posero mano nel corso degli anni anche architetti italiani come Santino Solari e Vincenzo Scamozzi, oltre al celebre scultore Giacomo Manzù che realizzò in bronzo con mirabili bassorilievi la porta centrale, la Porta dell’Amore.
 
Il Castello di Hellbrunn a Salisburgo
Da non perdere ai margini della città il Castello di Hellbrunn, la residenza estiva di un principe arcivescovo fatta costruire nel 1612, tra i più splendidi edifici Rinascimentali a Nord delle Alpi, con spettacolari giochi d’acqua nei giardini.
 
Ma Salisburgo non sfoggia solo arte figurativa d’eccezione; qui si vive soprattutto di musica, non solo perché è stata la città di Mozart, di cui è possibile visitare la casa natale e quella in cui visse per lunghi anni, ma anche perché è sede di un importante Festival musicale, tra i più prestigiosi al mondo, che si svolge ogni anno tra luglio e agosto per la durata di 44 giorni. E vi sono altre manifestazioni di grande richiamo: la Settimana mozartiana, che parte dal 27 gennaio, data di nascita del grande compositore, il Festival di Pentecoste, con i suggestivi canti della tradizione, i Canti dell’Avvento, l’Aspekte Festival, dedicato alla musica contemporanea, solo per citarne alcuni. 
 
La statua di Mozart davanti al municipio di Salisburgo
 
La città è ricca anche di Musei straordinari, ve ne sono decine: di arte, di giocattoli, di storia naturale, di strumenti musicali, del folklore, ecc. E basta uscire dalla città per imbattersi nei suoi immediati dintorni in deliziosi paesini di montagna, per un completo relax: tra questi Anthering, dove a contatto con la più verde natura si può godere di passeggiate nei boschi o di pedalate in bicicletta, o Bergheim, alla scoperta delle proprietà delle erbe, illustrate da veri esperti, o Eugendorf, dove l’arte culinaria locale fa sfoggio delle specialità preparate da nove ristoratori riuniti: arrosto di pecora, cotolette e costolette di maiale, per non parlare dei fasti della settimana della selvaggina e dell’oca.
 
I piatti tipici
Torta di Mozart o di Esterhazy
Strudel di mele
Mozartkugel o palle di Mozart

Tornando a Salisburgo è di rigore una sosta al caffè Tomaselli, dove si possono gustare speciali varietà di caffè accompagnate da squisiti Strudel di mele, o da una fetta della speciale Torta di Mozart, o di Esterhazy, una sontuosa torta di nocciole ripiena di crema a più strati.  E tra i souvenir più popolari di Salisburgo, non si possono dimenticare le Mozartkugel (le palle di Mozart), una delizia di cioccolatino che racchiude in sé i sapori di cioccolato, nocciole e marzapane.
 
Dove dormire a Salisburgo
 

Salisburgo è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
QUARTIERI
Hotel nei quartieri
LUOGHI DI INTERESSE
Hotel nelle aree turistiche
 
 
Testo di Anna Glik
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock  
Copyright © Sisterscom.com
Tutti i diritti riservati
Pubblicato su Avion Tourism Magazine 
Aggiornamento Giugno 2019
 
 
Ente del Turismo
www.salzburg.info 
DOVE ANDARE
Monumenti
DUOMO
È l’edificio più importante della città. In origine in stile Romanico, fu ricostruito nel ‘600 con un’impronta Barocca firmata dall’architetto italiano Santino Solari, con la facciata arricchita di bassorilievi e statue, tra cui i Santi vescovi Virgilio e Ruperto, a cui è dedicata. All’interno, la navata è coperta da affreschi, e vi si trova il fonte battesimale dove fu battezzato Mozart e l’organo circondato da angioletti muniti di strumenti musicali. Da ammirare la cupola, suddivisa in ottagoni e dipinta con scene dell’Antico Testamento in un’apoteosi di colori.
www.domquartier.at
CASA NATALE DI MOZART
Qui ebbe i natali il grande compositore Mozart il 27 gennaio del 1756. Qui si trovano tutti i ricordi di Mozart: il suo violino di bambino e quello per i concerti, il pianoforte a martelli, ecc. Al secondo piano vari diorami (palcoscenici in miniatura) riproducono le opere di Mozart. La Fondazione Internazionale Mozarteum, che nel 1880 creò il Museo e a cui appartengono le case del musicista, ogni anno allestisce mostre aventi come tema Mozart. Mentre, la Casa dove visse Mozart è un una sorta di tempio dedicato alla vita privata del musicista e della sua famiglia, con oggetti, strumenti originali, libri, ritratti e documenti appartenuti al compositore e alla famiglia Mozart; un excursus nella vita di Mozart accompagnato dalle musiche da lui composte. www.mozarteum.at
CASTELLO DI HELLBRUNN
La costruzione, risalente al 1612, fu voluta come villa suburbana dal principe arcivescovo Markus Sittikus che affidò l’incarico all’architetto italiano Santino Solari. La residenza è ricca di sale fastose, ed era usata per feste, convegni e spettacoli. Caratteristici i giochi d’acqua che sgorgano nei giardini, attraverso fontane nascoste dal verde.  Poco sopra il palazzo, si trova il Monatsschloschen, un piccolo castello che ospita un Museo del Folclore, con arredi, strumenti di medicina popolare e costumi tipici.
www.hellbrunn.at
 
LA VECCHIA RESIDENZA
Non lontana dal Duomo si erge il grandioso edificio sede un tempo dei principi arcivescovi: al suo interno si trovano 180 sale. La più sontuosa è la Sala delle udienze ma tutte sfoggiano una magnificenza rara, come la Sala del trono, lo Studio e la Sala degli imperatori, una vera e propria galleria omaggio a tutti gli Asburgo, sovrani dell’Austria, con i loro ritratti.
FORTEZZA DI HOHENSALZBURG
Costruita nel 1077, fu successivamente ampliata ed è la più grande fortezza interamente conservata del centro Europa. Da visitare le stanze dei principi Medievali, la stanza dorata con stupendi lavori d’intaglio Gotici in legno e, da ammirare, la grande Stube dorata.
www.salzburg-burgen.at
 
Musei
MUSEO DI SALISBURGO
Nato nel 2007 è uno dei Musei più importanti d’Europa. Situato nella Mozartplatz, presenta una serie di Saloni di gala dove al primo piano si può ‘leggere’ lo sviluppo storico, artistico e culturale di Salisburgo attraverso i suoi personaggi, un percorso che si snoda  dalla sua origine fino all’epoca moderna; al secondo piano nella Sala degli specchi si trovano tesori di archeologia e di arte Medievale.
www.salzburgmuseum.at
MUSEO DI ARTE MODERNA
Il museo è situato in due edifici: il Rupertinum, nel centro storico e un altro sul Monte Mönchsberg, sopra i tetti della città vecchia. Ospita pregevoli numerose opere del XX e XXI secolo, oltre a raccolte di arti grafiche e 1800 immagini fotografiche.
www.museumdermoderne.at

Escursioni
MINIERA DI SALE
Davvero unica una gita alle miniere di sale, la più antica visitabile al mondo. Nel vicino paese di Hallein, addentrandosi nelle gallerie nelle viscere del Monte Durrnberg, si scopre il mondo dei minatori che estraevano il sale, chiamato ‘oro bianco’ per la grande prosperità che derivava dal suo commercio. www.salzwelten.at
TOUR IN BARCA SUL FIUME SALZACH
Una escursione in barca sul Fiume Salzach per ammirare il maestoso paesaggio di Salisburgo fino al Castello di Hellbrunn con i suoi bei giardini caratterizzati da grotte misteriose, fontane, giochi d'acqua e geyser.
 
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!