Scopri

Brema

Brema, la città dei quattro musicanti
La città di Brema riporta istintivamente alla memoria la celebre favola dei fratelli Grimm, che narra l’avventura di quattro animali domestici, un asino, un cane, un gatto e un gallo, che a un certo punto della loro vita, stanchi di essere maltrattati dai loro Padroni, perché ormai ritenuti inutili, decidono di trasferirsi nella città di Brema per fare i musicisti, guadagnandosi così una vita più facile e indipendente. All’inizio si rifugiano inconsapevoli in una casa di ladri, per rifornirsi di cibo, finché non riescono a spaventare gli scomodi abitanti e a rimanere per sempre in quella casa in città.
 
 
Ma Brema, aldilà dell’aura favolistica, di cui fa fede ancora il celebre monumento in bronzo dei quattro musicisti sulla piazza, è una delle città più note e importanti della Germania, cuore pulsante del Nord Ovest della nazione, capoluogo del Land Brema e secondo porto commerciale, porto costruito sul fiume Weser.
 
Municipio di Brema
Il municipio
E proprio dal fiume che deriva il nome del suo particolare stile Rinascimentale, che combina elementi della Rinascenza italiana con quelli tipici dell’Europa Occidentale: infatti dal Weser veniva estratta l’argilla che serviva per costruire edifici pubblici e importanti, tra cui il Municipio di Brema, ricco di frontoni, pinnacoli, sportelli, dichiarato dal 2004 patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.
 
 
Di fronte al Municipio nella vasta Marktplatz, svetta nella sua altezza di circa 10 metri la statua di Orlando, ovvero Rolando, paladino della libertà di cui la città si è sempre fatta un vanto, dichiarandosi fin dal Medioevo libera città anseatica. La lega anseatica infatti era una sorta di associazione di circa 100 città che costituivano un monopolio del commercio tra le città della Germania, dei Paesi Bassi, dei Paesi Baltici, della Russia e di Londra.
 
 
Il quartiere Schnoor
Il quartiere Schnoor
Di questo opulento passato Brema conserva ancora importanti vestigia, a cominciare dal quartiere più antico e suggestivo, lo Schnoor, costituito da un assembramento di strette case del quindicesimo e sedicesimo secolo, un tempo dimore di pescatori e commercianti, oggi sede di negozi di vario genere; il Miglio marittimo a Vegesack, dove si conservano le tradizioni marinare della città: qui si può ammirare l’ultima nave-scuola, la Schulschiff Deutscheland, ancora intatta; il Bottecherstrasse, un vicolo di case ricco di Musei, workshop e un carillon con trenta campane che suonano una volta al giorno.
 
Ma non mancano le vie ricche di negozi e birrerie con le specialità locali, come sulla Riva dello Schlachte, dove si trovano anche un ricco mercato antico e un mercatino delle pulci.
 
 
In agosto e settembre la città, sempre ricca di eventi, si anima del Festival di Musica di Brema, a cui accorrono migliaia di artisti da tutto il mondo. E Brema vanta anche la prerogativa di ospitare la festa popolare più antica della Germania, la Freimarkt, che si svolge in ottobre, oltre a proporre uno dei più fantasiosi e ricchi mercatini di Natale di tutta la nazione.
 
Birrificio Beck's
Birra, vino di ghiaccio e caffè aromatici
Brema è rinomata tra gli intenditori per la sua purissima birra, la celebre Beck’s, oltre che per il suo aromatico caffè (tra l’altro nel ‘600 fu creato proprio in città il primo locale al mondo dove si serviva il caffè in tazzina) e il cioccolato. Ma è da segnalare anche l’immensa cantina con più di 600000 vini tedeschi sotto le volte medievali del Rathaus, il Municipio, tra cui particolarmente rinomati i famosi vini di ghiaccio, (Eiswein) della Sarre e della Mosella, con particolari aromi di frutta secca, rose e spezie.
 
 
Aringhe
La gastronomia
Anche la cucina, che fa di Brema la capitale gastronomica della Germania del Nord, offre piatti di tutto rispetto, come il ragù di capriolo, con funghi, cavolo rosso e patate condite con salsa di zenzero e sambuco, o, per rimanere nell’ambito peschereccio, la celebra aringa di Vegesack, o le anguille essiccate.
Per i dolci cosa di meglio di uno strudel di mele realizzato secondo le più antiche tradizioni locali? Ma anche il tronco di cioccolato, un dolce fatto a strati di cioccolato e panna, una vera leccornia.
 
Dove dormire a Brema
 
Brema è una città accogliente ed offre diverse possibilità di soggiorno in strutture dotate di ogni confort.

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse.  

 

STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
 

Testi di Anna Glik 

Foto: Sisterscom.com, Shutterstock

Copyright © Sisterscom.com

Video: bremen-tourismus.de

Aggiornamento giugno 2018 a cura di Alisè Vitri

 

 

Ente del Turismo

www.bremen-tourism.de

DOVE ANDARE
 
Monumenti
Il municipio e il Rolando
Marktplatz
Il Municipio di Brema è un edificio storico costruito in stile Gotico 600 anni fa. Successivamente venne aggiunta, nel 1600 circa, la facciata in stile Rinascimento del Weser e precedentemente nel 1404 fu eretta la statua di Rolando, Bremer Roland, sempre nella stessa piazza, come simbolo di libertà e giustizia. Dal 2004, sia il Municipio che il Rolando sono entrati a far parte del Patrimonio dell'Umanità tutelato dall'Unesco.
www.rathaus.bremen.de
I Musicanti di Brema
I Musicanti di Brema è il titolo di una fiaba dei Fratelli Grimm e proprio nella città tedesca, sul lato ovest del Municipio, è possibile ammirare la nota statua in bronzo degli animali, realizzata nel 1951 dall’artista Gerhard Marcks. I quattro personaggi della fiaba, un asino, un cane, un gatto e un gallo, protagonisti della favola dei Fratelli Grimm, sono un tratto distintivo di Brema e sono onnipresenti nel centro storico sotto diverse forme.
 
Böttcherstraße
La Böttcherstraße, a ridosso della piazza del mercato, è una vera e propria opera d’arte di 110 metri che proietta chi la osserva direttamente nel mondo dell'Espressionismo. Venne edificata negli anni '20 con negozi, gastronomie, musei, botteghe e carillon. Oggi, nei 110 metri lungo cui si snoda l'opera d'arte architettonica, si trovano ristoranti, negozi d'arte, due musei e un carillon di 30 campane di porcellana di Meissen.
www.boettcherstrasse.de
Quartiere Schnoor
Il quartiere Schnoor è un famoso quartiere storico della città di Brema coratterizzato da piccoli edifici e casette del XV e XVI secolo. Il nome del pittoresco quartiere fa riferimento al filo di una collana, in tedesco "Schnur", le cui perle sarebbero proprio le numerose case antiche. In nessun altro angolo di Brema si trova la stessa densità di ristoranti, negozi di artigianato artistico e di souvenir come qui, il più antico quartiere cittadino.
 
Musei
Kunsthalle Bremen
Am Wall 207
Fondata dai cittadini di Brema nel 1823 è una delle più antiche associazioni d'arte in Germania. Nel corso dei secoli è stato assemblato un ricco patrimonio d'arte contenente dipinti, sculture e arti grafiche che racchiudono capolavori provenienti da 600 anni di storia dell'arte. Oltre alla raccolta, la Kunsthalle propone una serie in continua evoluzione di mostre di piccole e grandi dimensioni per i visitatori, nonché un ampio programma educativo per tutte le età.  
www.kunsthalle-bremen.de
 
Escursioni
La Schlachte
Dopo il giro turistico-culturale della città di Brema, per rilassarsi è raccomandabile una passeggiata sulla Schlachte costeggiando il fiume Weser. I numerosi locali, anche all'aperto, offrono riposo e ristoro. Durante la bella stagione, il sabato vi si svolge anche un mercatino dell'antiquariato, mentre durante l'avvento le celebrazioni medievali associate allo "Schlachte-Zauber" diffondono nell'aria l'atmosfera natalizia.
Il Miglio Marino di Vegesack 
A 20 chilometri dal centro di Brema, 400 anni fa nasceva il primo porto artificiale della Germania e oggi in questo sobborgo è conservato l'ultimo veliero tedesco ancora navigante. Lo Spicarium offre anche un'esposizione interattiva incentrata sulle costruzioni navali, la navigazione, la bionica marina e la progettazione di yacht.
Destinazioni che puoi trovare nelle vicinanze
Aeroporti nelle vicinanze di Brema
Avion Tourism Magazine
Scarica Avion Tourism Magazine
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo AmmanFaroRoma, Tangeri e Johannesburg Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure scarica gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!