Scopri

San Pietroburgo

La Venezia del Nord
Una stupenda commistione di luce solare notturna, bellezze architettoniche e amenità dei paesaggi crea l’inconfondibile magia e suggestione delle notti bianche di San Pietroburgo. Un fenomeno dovuto alla particolare posizione geografica della città, situata sulla linea del 60° parallelo nord. Da fine maggio fino all'inizio di luglio, per un periodo di circa 50 giorni, il sole scende al di sotto dell'orizzonte per non più di 9°, non facendo mai mancare la sua luce crepuscolare. Il giorno più lungo è il 21 giugno, quando la luce dura quasi 18 ore, dalle 4:30 alle 22:00. San Pietroburgo è la sola metropoli al mondo in cui tale fenomeno si manifesta ogni estate, esercitando un fascino irresistibile.
 
Vasilyevsky Island
Esiste un legame ancentrale con la stagione primaverile, fin da quando la città venne fondata da Pietro il Grande sulle rive del fiume Neva. Tuttavia, negli altri periodi dell’anno la città, con il suo straordinario corredo architettono ed artistico, manifesta uno splendore senza pari.
Le eleganti facciate di palazzi e chiese riflettono mutevoli tonalità di colori, le piazze l’idea di spazi di cui impadronirsi. Fu Pietro il Grande a rivolgersi agli architetti italiani e a chiamarli alla sua corte per realizzare quella che doveva diventare San Pietroburgo, ancora oggi definita da tutto il mondo la "Venezia del Nord".
 
La cattedrale  Kazan
Lo stretto rapporto fra italiani e abitanti di San Pietroburgo è testimoniato dalla ricchezza di palazzi, vie, piazze e monumenti presenti in città, frutto della collaborazione reciproca, che ancora oggi costituiscono motivo di attrazione turistica. L'architetto di Bergamo Giacomo Quarenghi lavorò per ben 28 anni alla corte degli zar Caterina II, Paolo I ed Alessandro contribuendo ad abbellire la splendida città di numerosi palazzi pubblici e privati, che ancora oggi testimoniano della sua straordinaria capacità di innovazione e progettazione architettonica.
 
Nevski Prospect
Nevski Prospect
E' l'arteria principale della città, che è stata immortalata da poeti e artisti, la Winter Palace Square con la sua famosa colonna centrale in granito e la scenografica piazza di colonne rostrali sono i punti di partenza di una passeggiata tra le bellezze di San Pietroburgo.
 
Chiesa del Salvatore del Sangue Versato
Chiesa del Salvatore del Sangue Versato
Il canale Griboedov introduce alla stupenda Chiesa del Salvatore del Sangue Versato, uno dei simboli della città.
 
La Fortezza di Pietro e Paolo
Fortezza di Pietro e Paolo
Il giro ideale prosegue con il Teatro Marinskij, famoso nel mondo per il balletto, l'incrociatore Aurora, passato alla storia per aver dato il segnale di inizio della rivolta bolscevica, la Fortezza di Pietro e Paolo, il monumento più antico della città, all'interno della cui cattedrale sono custodite le tombe degli zar, da Pietro il Grande a Nicola II e la sua famiglia, uccisi durante la rivoluzione del 1917.
 
L'Hermitage
L'Hermitage
Imperdibile la visita all'Hermitage, uno dei più grandi musei al mondo, che nelle sfarzose sale delle esposizioni, un tempo testimoni della vita quotidiana della corte zarista, conserva collezioni di immenso valore, oltre 2.700.000 pezzi, fra le quali opere pittoriche di Leonardo, Raffaello, Rembrandt, capolavori degli impressionisti francesi, nonchè Matisse, Picasso e Van Gogh
 
I Ponti
Anche San Pietroburgo, costruita su una rete di fiumi e canali, come Amsterdam e Venezia acquista un fascino unico e particolare. I ponti, indispensabili per i collegamenti tra le sponde, sono stati ornati da sculture, opere in ferro battuto e lampioni particolari. Da ammirare ci sono: Il Ponte dei Leoni con i tiranti sorretti da statue di quattro leoni, il Ponte Egizio che attraversa la Fontanka, il Ponte della Trinità famoso per i suoi lampioni e il Ponte Anickov.
 
Il Ponte dei Leoni
Il Ponte Egizio
 
I Palazzi  nei dintorni di San Pietroburgo
Palazzo di Caterina II
Le bellezze architettoniche di San Pietroburgo contemplano anche le imponenti residenze fatte costruire dagli zar nelle campagne intorno alla città come il Palazzo di Caterina, il Palazzo di Pavlovsk con i suoi immensi giardini abbelliti da stagni e monumenti e il Palazzo Paterhof con le sue splendide fontane.
Il maestoso Palazzo di Caterina II, dalla facciata più lunga al mondo (più di 350 metri), al cui interno è custodita la famosa Camera d'Ambra e circondato da un immenso ed elegante parco, trasmette l’idea dello sfarzo della corte zarista.
 
La cucina russa e le sue specialità 
Le tradizioni culinarie russe influenzate della cucina Turca e del Caucaso sono spiegate dalla storia e dal clima. A nord, si mangia carne di selvaggina e pesce. A sud si cucinano carne di uccello, piatti di verdure e frutta, e si beve vino. Le verdure e la frutta maturano molto tardi quindi in Russia sono diffusi i sottacetiZuppe minestre sono servite con panna acida come primo piatto. Da assaggiare la zuppa fredda okroshka a base di verdura e carne affumicata, la zuppa Shci a base di cavolo e il borsch a base di barbapietola. Famosi sono pure i ravioli di carne pelmeni serviti in brodo, con salsa di pomodoro o panna acida. Sulla sponda pacifica si è sviluppata una cucina a base di pesce e il granchio della Kamchatka, il più famoso tra i frutti di mare russi. Ma anche il trepang (cetriolo di mare) e le ostriche selvatiche di Sakhalin. Il pan di zenzero è consumato in tutto il paese in forme e dimensioni diverse.
 
Zuppa borsch 
Ravioli Pelmeni
Zuppa fredda okroshka
 
Dove dormire a San Pietroburgo
 

San Pietroburgo offre diverse e particolari possibilità di soggiorno tra hotel, appartamenti e ostelli. 

Per trovare l'hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d'interesse

 

Testo di Luca Lembi
Foto: Sisterscom.com,
Shutterstock
Video: www.visit-petersburg.ru 
Copyright © Sisterscom.com
Pubblicato su Avion Tourism N68. Aggiornamento: Settembre 2018 a cura di Nicolò Villa.
 
 
Enti del Turismo
www.visit-petersburg.ru
eng.russia.travel
DOVE ANDARE
Chiese e Palazzi
CHIESA DEL SALVATORE SUL SANGUE VERSATO
La Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato fu costruita sul luogo in cui fu assassinato l'imperatore Alessandro II che morì nel 1881. La chiesa, costruita dal 1883 al 1907 e interamente finanziata dalla famiglia imperiale, è abbellita da oltre 7500 metri quadrati di mosaici finemente dettagliati. I mosaici ricoprono le pareti e i soffitti dell'interno della chiesa e raffigurano scene o figure bibliche con bordi a motivi raffinati che esaltano ogni immagine.
 
CATTEDRALE DI SAN ISACCO
La Cattedrale di Sant'Isacco è la più grande cattedrale ortodossa russa di San Pietroburgo, dedicata a Sant'Isacco di Dalmazia protettore di Pietro il Grande, che nacque proprio nel giorno della festa del santo. La chiesa si trova sulla Piazza di Sant'Isacco e fu commissionata dallo zar Alessandro I. Costruita in stile Neoclassico, è caratterizzata da un’architettura russo-bizantina con pianta a croce greca, una grande cupola centrale e quattro cupole secondarie.  L'esterno, rivestito in pietra grigia e rosa, è abbellito da 112 colonne in granito rosso con capitelli corinzi, 24 statue sul tetto e altre 24 in cima alla rotonda. La cupola principale della cattedrale si trova a 101,5 metri ed è placcata in oro e decorata con dodici statue di angeli.
 
CATTEDRALE DI KAZAN
La Cattedrale di Kazan, dedicata alla Madonna di Kazan, è una delle più grandi cattedrali di San Pietroburgo costruita tra il 1801 e il 1811 dall'architetto Andrey Voronikhin per ordine dell'Imperatore Paolo I che desiderava assomigliasse alla Basilica di San Pietro di Roma. Caratterizzata da un colonnato semicircolare che decora la facciata laterale, la cattedrale è un monumento alla gloria delle armi russe e custodisce il sepolcro del maresciallo russo Mikhail Kutuzov ma conserva anche una copia di un'icona della Madonna di Kazan.
CATTEDRALE DI SAN NICOLA
La Cattedrale Navale di San Nicola dell'Epifania a San Pietroburgo è un monumento dell'architettura russa della metà del XVIII secolo, la cui storia è legata alle tradizioni della flotta russa. La cattedrale, costruita tra il 1753 e il 1762, è stata progettata dall'architetto S. Chevakinsky in stile Barocco elisabettiano e può ospitare circa 5000 persone.
Tra il 1755 e il 1758 fu costruito il campanile distaccato a quattro livelli e con un’alta guglia.
 
FORTEZZA DI PIETRO E PAOLO
La Fortezza di Pietro e Paolo, fondata da Pietro I nel 1703, è un monumento artistico fortificato del XVIII-XX secolo. La struttura dominante è la Cattedrale di Pietro e Paolo, luogo di sepoltura degli imperatori russi e le imperatrici da Pietro I a Nicola II ad eccezione di Pietro II e Ioann VI.
La cittadella, a forma di stella a sei punte, fu costruita su progetto dell'ingegnere francese Joseph-Gaspard Lambert. Nel XVIII secolo divenne una prigione per i criminali di stato. Nel 1924 la prigione del bastione di Trubetskoy fu adibita a museo e nel 1954 l'intero complesso della fortezza di Pietro e Paolo fu donato al Museo Statale di Storia di Leningrado (San Pietroburgo).
 
PALAZZO DELL'HERMITAGE - PALAZZO D'INVERNO
Il Palazzo d'Inverno, ex residenza imperiale per ben 150 anni, oggi fa parte del Complesso Museale dell’Hermitage. L’elegante palazzo rappresenta l’arte russa barocca della metà del XVIII secolo, con facciate impreziosite da un colonnato a due livelli che svettano verso l'alto, numerose statue, vasi sul tetto, decorazioni, cornici fantasiose, architravi sulle finestre e frontoni. L’architetto Rastrelli ha conferito a ciascuna delle quattro facciate del palazzo un diverso ritmo strutturale. La facciata sud, che domina la piazza, ha tre archi che creano un grande ingresso nel cortile. La maestosa facciata nord, con l’interminabile colonnato, si affaccia sul fiume Neva. La facciata occidentale ricorda l’aspetto di un palazzo di campagna con un piccolo cortile. Mentre la monumentale facciata orientale forma un grande cortile d’onore su Millionnaya Street. Nel 1917, dopo la Rivoluzione d'Ottobre, fu dichiarato museo.
www.hermitagemuseum.org
 
PALAZZO MENSHIKOV
Il Palazzo Menshikov, fondato nel 1710 come residenza del governatore generale di San Pietroburgo Alexander Menshikov, fu costruito dagli architetti Giovanni Maria Fontana e Gottfried Johann Schädel. I lavori andarono avanti fino al 1727 (con l'aiuto di Domenico Trezzini, Bartolomeo Rastrelli, Georg Johann Mattarnovy e Jean-Baptiste Le Blond), quando Menshikov fu esiliato con la sua famiglia in Siberia e la proprietà confiscata. Nel 1924, le collezioni del Palazzo Menshikov furono trasferite all'Hermitage e in altri musei mentre dal 1956 al 1981 fu restaurato e aperto al pubblico come filiale del Museo dell'Hermitage, con una collezione di arte russa del tardo XVII secolo e del XVIII secolo.
PALAZZO YUSUPOV
Palazzo Yusupov è un complesso di palazzi storici e culturali famosi in tutto il mondo: la Residenza di Famiglia dei Principi, il Museo della Vita Nobile, la Casa del Maestro Regionale, il Palazzo della Cultura di San Pietroburgo per gli Educatori.
L’edificio del Palazzo Yusupov è utilizzato per cerimoniali come sede di riunioni amministrative e diplomatiche o conferenze internazionali. Gli ospiti d'onore del palazzo sono funzionari governativi russi, capi di stato esteri e star internazionali.
www.yusupov-palace.ru
 
 
Musei
MUSEO DELL'HERMITAGE
La collezione del Museo Hermitage, nata inizialmente dalle opere d’arte dell’imperatrice russa Caterina II, comprende oltre tre milioni di opere. Le principali esposizioni si trovano nel Complesso Principale del Museo, rappresentato dal Palazzo d'Inverno (residenza dell’ex imperatore), il Piccolo Hermitage, il Vecchio Hermitage, il Nuovo Hermitage e il Teatro Hermitage.
Il Complesso Principale del Museo espone i monumenti della cultura e delle arti del mondo antico (Europa, Russia, Oriente) collezioni archeologiche e numismatiche. Da non perdere: due dipinti di Leonardo da Vinci, una scultura di Michelangelo e i dipinti di Rembrandt.
Le esposizioni del Museo dell'Ermitage si trovano anche nel Palazzo d'Inverno di Pietro I, nel Palazzo Menshikov, nel Museo della Fabbrica di Porcellana Imperiale, nel Centro di Staraya Derevnya.
MUSEO STIEGLITZ
Il Museo Stieglitz, progettato da M. Messmacher, risale al 1878 e custodisce oltre 30.000 oggetti di arte applicata dall'antichità ai giorni nostri. La ricca collezione comprende porcellane e ceramiche orientali dell'Europa occidentale, particolari pezzi di arredamento dei secoli XVI-XIX, una collezione unica di stufe in maiolica russa del XVIII secolo, metalli, tessuti d'arte e opere studentesche della seconda metà del XX secolo. Il Museo Storico raccoglie circa 2.000 pezzi in diverse sale e gallerie: gallerie italiane con pezzi unici di mobili di varie epoche storiche; oggetti di arte applicata russa nella sala "Teremok" come costumi, bambole etnografiche russe, prodotti in metallo forgiato, mobili; la collezione di ceramiche e porcellane dell'Europa occidentale con maioliche italiane del XVI secolo e porcellane di Berlino, Meissen e Sevres del XVIII secolo. Il Museo di Arti Applicate dell'Accademia di Arte e Design di San Pietroburgo riflette le tendenze dell'arte applicata russa nel corso degli anni.
 
MUSEO DI STATO RUSSO
Le collezioni del Museo Russo si trovano nel Palazzo Mikhailovsky, costruito per uno dei figli dell'imperatore Paolo I, il granduca Mikhail Pavlovich, su progetto dell'architetto C. Rossi. Il palazzo è un capolavoro architettonico, un eccellente esempio di alta classicità nell'architettura russa. Il palazzo è famoso anche per il suo salone musicale dove gli abitanti di San Pietroburgo potevano ascoltare Liszt, Berlioz, Schuman e Wagner. La collezione del Museo Russo è di oltre 400.000 pezzi di tutti i periodi storici della storia dell'arte russa, dal XI al XXI secolo. Il museo custodisce anche una collezione di arte popolare applicata, come oggetti di artigianato nazionale, ricami, tessuti e abiti russi.
MUSEO NAZIONALE PUSHKIN
È il Museo dell'Appartamento Pushkin, in una delle più antiche dimore di San Pietroburgo che nel XIX secolo apparteneva ai Duchi Volkonky.
Il Museo si trova nell’ultimo appartamento del poeta russo Alexander Pushkin, un memoriale che testimonia il periodo della sua vita prima della sua morte avvenuta nel 1837, dopo essere stato ferito mortalmente in un duello. La parte centrale dell'esposizione è rappresentata dal suo studio dove scrisse alcuni dei suoi romanzi.
 
Escursioni
I PONTI
A San Pietroburgo ci sono numerosi ponti che attraversano fiumi e canali e alcuni di questi sono ponti levatoi come il famoso Ponte Birzhevoy che collega l'isola Vasilievskiy. Alcuni sono decorati, altri pittoreschi o romantici. Il modo migliore per ammirarli da vicino e soprattutto in azione è con una crociera di 2 ore lungo il fiume Neva in notturna. Ad esempio si possono osservare il Ponte del Palazzo e il Ponte della Trinità mentre si alzano per far passare le imbarcazioni, ma anche i monumenti sull’Isola Vasil'evskij illuminati per la sera, il Castello di San Michele circondato da canali e la magica illuminazione serale della Fortezza di Pietro e Paolo. Molti, prima che i ponti si sollevano, esprimono un desiderio.
TOUR IN BATTELLO
Un tour in battello permette di capire meglio come mai San Pietroburgo è stata definita la Venezia del Nord.
Una crociera lungo i fiumi e i canali della città consente di ammirare monumenti spettacolari, alcuni dei più bei ponti della città, le impressionanti cattedrali e i palazzi imperiali dall'acqua.
Si può navigare lungo il fiume Neva, partendo dal Lago Ladoga e attraversare la città fino al Golfo di Finlandia.  Oltrepassare l'isola artificiale della Nuova Olanda creata nel 1719, quando furono costruiti il Canale di Kryukov e il Canale dell'Ammiragliato per collegare il Fiume Moika con il Fiume Neva.
 
PALAZZO PETERHOF
Peterhof è un parco-palazzo con un complesso museale tra parchi, giardini e fontane. In passato fu un’ex residenza dei monarchi russi, creata da eccezionali architetti, decoratori e scultori.
Pietro il Grande progettò Peterhof come residenza sul mare del Golfo di Finlandia, in grado di competere con Versailles, e come simbolo trionfale della riuscita conclusione della lotta della Russia per uno sbocco sul Mar Baltico. Aperto nel 1723 fu poi distrutto durante la seconda guerra mondiale e ricostruito nei decenni successivi. Compreso nel registro statale dei beni culturali più preziosi della Federazione Russa, Peterhof porta il titolo di una delle "Sette meraviglie della Russia".
PALAZZO DI CATERINA
Il Palazzo di Caterina è un esemplare edificio in stile barocco-russo, con interni riccamente decorati tra cui la famosa Sala d'Ambra. L'esposizione del Museo del Palazzo di Caterina presenta il lavoro degli architetti coinvolti nella sua costruzione e decorazione nei secoli XVIII e XIX e quello dei restauratori che hanno ricostruito le sale distrutte negli anni della seconda guerra mondiale. Qui si vive il fasto dell'imperatrice Elisabetta e di Caterina II tra lusso e arredi unici. Da ammirare: la Great Hall e la Golden Enfilade dell'architetto Bartolomeo Francesco Rastrelli e lo studio di stato di Alessandro I a cura dell'architetto Vasily Stasov, una delle migliori sale in stile impero dell'architettura russa.
 
Testi di Nicolò Villa
Foto: Sisterscom.com,
Shutterstock
Copyright © Sisterscom.com 
Pubblicato su Avion Tourism N68. Aggiornamento: Settembre 2018.
Voli
Avion Tourism Magazine #68
Scarica Avion Tourism Magazine #68
in versione digitale
Per una vacanza di lungo raggio, ti consigliamo Shanghai. Per chi preferisce l’Europa, le affascinanti città di Istanbul in Turchia e Lviv in Ucraina ti sorprenderanno. Fatti incantare da Mosca o dalla magica San Pietroburgo. Scopri le destinazioni  direttamente sul sito internet oppure iscriviti alla newsletter per poter scaricare gratuitamente il pdf della rivista.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!