29 aprile 2020

COVID-19: Intervista al Direttore Generale dell'aeroporto di Milano Bergamo Emilio Bellingardi

"Dopo una prima fase di grande prudenza, l’abitudine ad alcune regole sanitarie di rispetto permetterà un graduale ritorno al trend precedente."
Avion Tourism Magazine propone, durante la pandemia da Covid-19, una serie di interviste agli Amministratori Delegati e/o Direttori Generali degli aeroporti italiani per capire come stanno portando avanti il lavoro in questi giorni critici di emergenza sanitaria, per dare uno spazio e una voce ai loro racconti e alle iniziative che hanno messo in campo. E, soprattutto, per sapere quali strategie verranno adottate per rendere più sicuro il transito in aeroporto dei passeggeri e come sta evolvendo il settore del trasporto aereo.
 
AEROPORTO DI MILANO BERGAMO
Intervista al Direttore Generale dell'Aeroporto di Milano Bergamo Emilio Bellingardi
 
Emilio Bellingardi. Direttore Generale Aeroporto di Milano Bergamo.
Emilio Bellingardi Direttore Generale dell'Aeroporto di Milano Bergamo. © Sacbo.
Ci può raccontare come è cambiata la sua attività lavorativa a seguito della pandemia da Covid-19 e come si è modificato ed organizzato il lavoro nell’Aeroporto di Milano Bergamo?
 
"Tutto è diventato rallentato, la sensazione è che siamo entrati in una dimensione lavorativa a tutti sconosciuta. L’aeroporto continua la sua attività cargo, quella manutentiva delle macchine Ryanair e l'assistenza per i voli umanitari e sanitari."
 
Quali sono le iniziative che avete portato avanti in questi giorni e con quali obiettivi? 
 
"Sacbo ha contribuito ad una iniziativa locale finalizzata alla creazione di un centro di quarantena per malati dimessi, riattrezzando un hotel in zona."
 
Quali misure di sicurezza avete adottato (ed adotterete dopo il lockdown) per garantire la sicurezza di tutti i dipendenti Sacbo e Bis che operano in aeroporto?
 
"E’ stata rivalutato il rischio lavorativo e alle persone in servizio sono state fornite istruzioni comportamentali e i dispositivi di protezione previsti."
 
Dopo il lockdown, fermo restando l’applicazione dei protocolli che verranno forniti dalle autorità competenti, come pensate di poter riuscire a garantire e rafforzare la sicurezza sanitaria ai passeggeri, nelle diverse aeree del vostro aeroporto in modo che possano ritornare a viaggiare con serenità?
 
"Stiamo contribuendo a numerosi gruppi di lavoro con l’obiettivo di predisporre regole chiare e semplici. La soluzione sta nel predisporre controlli prima dell’accesso al terminal, di fornire mascherine a tutti raccomandando di rispettare le distanze prestabilite. Ma deve essere chiaro che spetta al passeggero la responsabilità di dichiarare il proprio stato di salute. All’interno dello scalo, quindi, i passeggeri potranno muoversi e imbarcarsi su voli. Le compagnie aeree hanno detto chiaramente che non potranno certo accettare limitazioni di carico incompatibili con un equilibrio di costi ricavi."
 
 
A seguito di questa pandemia, secondo lei quali saranno i cambiamenti sostanziali nel modo di viaggiare in Italia e nel mondo e come evolverà il settore del trasporto aereo?
 
"Dopo una prima fase di grande prudenza, l’abitudine ad alcune regole sanitarie di rispetto permetterà un graduale ritorno al trend precedente."
 
Quale messaggio desidera inviare a tutti i passeggeri che, dopo il lockdown, riprenderanno a volare scegliendo l’Aeroporto di Milano Bergamo?
 
"Che ci siamo, e stiamo predisponendo tutto ciò che permetterà loro di continuare a volare come prima con serenità e soddisfazione. Vi aspettiamo!"
 
A cura di Angela Trivigno
Foto: Emilio Bellingardi © Aeroporto di Milano Bergamo
Video: © Aeroporto di Milano Bergamo
Visual: Sisterscom.com / Fabio Michele Capelli / Shutterstock 
Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione.
Copyright © Sisterscom.com
 
Ti potrebbe interessare:
Ti potrebbe interessare
AVION TOURISM  MAGAZINE
Scarica AVION TOURISM MAGAZINE
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet.
I testi sono coperti da copyright e non possono essere copiati.
Se vuoi puoi condividere questa pagina.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!