23 ottobre 2020

Il nuovo concept Bravo 75 di BYD Group, un superyacht di 75 metri con tripla propulsione ibrida

Un innovativo design ispirato alle barche a vela, dal profilo rigoroso, motori diesel, ad idrogeno ed elettrici con un flybridge panoramico a 360 gradi
Lo studio di architettura e ingegneria navale a servizio completo Bravo Yacht Design Group (BYD) ha condiviso le prime immagini e gli schizzi del loro ultimo design concept per il superyacht Bravo 75. Ispirato agli yacht a vela, il concept di 75 metri è molto diverso da altri progetti simili in questa gamma.
 
Con sede a Barcellona e Palma di Maiorca, BYD Group offre un servizio completo di progettazione e architettura navale per la costruzione di nuove barche a vela e motoryacht e refit, lavorando in collaborazione con costruttori di yacht o direttamente con gli stessi proprietari di yacht.
 
Bravo 75 by Bravo Yacht Design Group
Bravo 75 by Bravo Yacht Design Group. Photos: Copyright © BYD Group.
 
"Questo concept di 75 metri con un eliporto ha un profilo molto particolare e si distingue per varie caratteristiche del suo aspetto esterno", hanno affermato Tià Simó e Raúl Gonzalo, co-fondatori e partner di BYD Group. "Lo scopo di questo concept è quello di offrire una nuova esperienza di yacht per l'armatore. Un comfort impareggiabile da molti punti di vista e una nuova visione della vita su uno yacht durante la navigazione o all'ancora. Il suo elegante scafo si ispira ai profili delle barche a vela e la curva da poppa a prua rappresenta la rottura tra lo stile del motor yacht e lo stile della barca a vela".
 
Concepito da Tià Simó e Louis Quin, il design è senza tempo e sofisticato. Gli accessi laterali consentono di portare tutti i tipi di toys dentro e fuori dal garage, senza alterare la vista o lo spazio. Il ponte di poppa offre, all'ancoraggio, spazio al sole e accesso diretto al mare.
 
Bravo 75 by Bravo Yacht Design Group
Bravo 75 by Bravo Yacht Design Group. Photos: Copyright © BYD Group.
 
"Un altro punto di forza di questo concept, che rappresenta il cuore dello yacht, è il flybridge", hanno commentato Simó e Gonzalo. "Lo spazio della vasca idromassaggio jacuzzi è modulare e offre una vista panoramica sul paesaggio circostante. Grazie alle pareti scorrevoli in vetro, gli ospiti possono godere della vista senza l'imprevedibilità del tempo. Possono sentirsi come in uno spazio aperto ma anche chiuso allo stesso tempo. Ogni parapetto è vetrato, il che elimina tutte le parti che influenzano il campo visivo".
 
Bravo 75 ha un profilo rigoroso specificato da una linea waterline massimizzata e una prua quasi verticale. Nel frattempo la sovrastruttura è sportiva e relativamente bassa per rendere il superyacht più dinamico e agile. Il ponte superiore e il flybridge offrono diversi spazi per godersi il sole, così come la poppa. Gli spazi sono organizzati con lettini e sedute mobili, affacciati su una vista dell'orizzonte mozzafiato. Ogni prendisole può essere rivestito con telo ombreggiante, in tessuto. È un materiale visivamente leggero, che ricorda il mondo della vela.
 
Le aree a bordo del Bravo 75 sono ampie e gli interni sono ariosi e luminosi grazie alle enormi finestre. La disposizione è composta da una cabina armatoriale, una cabina VIP, tre doppie e una cabina doppia, sufficiente per 12 ospiti. La maggior parte delle cabine sono situate nel primo ponte inferiore nella parte anteriore della barca per essere protette dai rumori della sala macchine. Le cabine dell'equipaggio, così come quella del comandante, si trovano nella parte anteriore della barca, nel secondo ponte inferiore, con accesso separato alle cabine ospiti. L'area dell'equipaggio è per 21 membri.
 
Bravo 75 by Bravo Yacht Design Group
Bravo 75 by Bravo Yacht Design Group. Photos: Copyright © BYD Group.
 
Per quanto riguarda la propulsione, il concept dei progettisti consiste in una tripla soluzione ibrida, con motori diesel, idrogeno ed elettrici con azipodi. Inoltre, l'idea della propulsione ibrida conferisce a Bravo 75 piena versatilità per essere silenzioso, efficiente ed ecologico. Inoltre il megayacht avrà la possibilità di fare rifornimento in qualsiasi area del mondo, nel caso in cui non ci sia alimentazione elettrica o idrogeno disponibile.
 
"Sono stato ispirato dall'evoluzione dell'architettura in generale", ha spiegato Tià Simó. "Sempre di più, gli architetti devono dare un aspetto più trasparente ai loro concept. Permettiamo ai clienti di avere sempre una visione esterna o semplicemente di essere collegati alla natura. Il processo di progettazione si è concentrato esclusivamente sulla visione esterna del cliente dell'ambiente circostante, come gli yacht a vela".
 
A cura di Lisa Maria River
Fonte testo, foto: © Ufficio Stampa BYD Group
Foto: Copyright © BYD Group
Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione.
 

Voli in jet privato
Ti potrebbe interessare
Contenuti sponsorizzati
AVION LUXURY MAGAZINE
AVION LUXURY MAGAZINE
in versione digitale
JETS Volare è un lusso possibile. HOTELS Eccellenza nel cuore delle Bahamas. CARS L'altissima gamma automobilistica. YACHTS Yacht d'eccellenza. WATCHES Quando l'arte interpreta la tecnica. HAUTE COUTURE Autunno-Inverno 2019/2020.
I testi sono coperti da copyright e non possono essere copiati.
Se vuoi puoi condividere questa pagina.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!