25 aprile 2019

Les Voiles de St. Barth Richard Mille: la celebrazione di un decennio di navigazione

Vince il Maxi 72, Sorcha di Peter Harrison, CEO britannico di Richard Mille EMEA
Con 1.200 marinai e 63 barche da corsa, Les Voiles de St Barth Richard Mille rappresenta la combinazione perfetta di prestazioni sportive e innovazione. Questa decima edizione è stata vinta dalla barca a vela Sorcha, di proprietà del CEO britannico di Richard Mille EMEA, Peter Harrison.
 
© Photos protected by copyright and License Renaud Corlouer
Barche straordinarie, una flotta magnificamente diversificata, equipaggi performanti e percorsi variopinti, tutto ciò riassume perfettamente questa edizione organizzata da François Tolède e Luc Poupon. Durante tutta la settimana le condizioni meteorologiche ideali hanno offerto uno spettacolo mozzafiato sul mare.
 
© Photos protected by copyright and License Michael Gramm
© Photos protected by copyright and License Christophe Jouany
 
Sabato 20 aprile, ultima giornata di gara, dopo 4 giorni di regate, gli equipaggi hanno lottato per raggiungere questa tappa da 24 a 29 miglia con un vento che oscillava tra i 16 e i 18 nodi. Fedele partecipante alle Vele dal 2013, Peter Harrison ha dismesso i suoi abiti da amministratore delegato, per vestire quelli da velista a bordo del suo Maxi 72, Sorcha, uno dei monoscafi più tecnologicamente avanzati. Quest’ultimo ha condiviso i compiti del timoniere su questo colosso in fibra di carbonio da 16 tonnellate con Pierre Casiraghi, partner Richard Mille e padrino dell’evento.
 
© Photos protected by copyright and License Renaud Corlouer
© Photos protected by copyright and License Renaud Corlouer
© Photos protected by copyright and License Michael Gramm
 
L’equipaggio della Sorcha ha svolto una gara impeccabile portando a casa tutte le vittorie, compresa quella nella classe Maxi 1. Una giusta ricompensa per chi nel 2018 si è classificato secondo. Ad aggiudicarsi il podio troviamo anche la SHK Scallywag di David Witt (HKG) e la Ambersail 2 di Saulius Pajarskas (LTU).
Andy Clark, membro di lunga data del team Sorcha, esprime l’emozione di tutto l’equipaggio: “Siamo orgogliosi di aver vinto quest’edizione all’interno della classe Maxi. SHK Scallywag ha navigato veramente molto bene. Anche gli equipaggi di Windfall et Sojana erano altrettanto bravi e sebbene non gareggiassero nella nostra stessa categoria, ci hanno costretti a mantenere alta la guardia per la classifica Overall. La settimana è stata fantastica, le condizioni eccellenti e abbiamo davvero apprezzato i percorsi”.
Oltre alla categoria Maxi 1, Sorcha ha vinto la Richard Mille Maxi Cup conquistando così il suo premio, il cronografo flyback RM 60-01 Regatta. Peter Harrison ha deciso di vendere quest’orologio nella boutique Richard Mille di Parigi e donare il ricavato in beneficenza per aiutare i giovani a imparare a navigare e per proteggere il litorale di Saint-Barthélemy dopo il passaggio dell’uragano che nel settembre del 2017 ha devastato l’isola.
 
© Photos protected by copyright and License Christophe Jouany
© Photos protected by copyright and License Christophe Jouany
© Photos protected by copyright and License Christophe Jouany
© Photos protected by copyright and License Christophe Jouany
 
La grande novità di quest’anno è stata la decisione presa da parte degli organizzatori di rendere l’evento il più ecologicamente responsabile possibile, in particolare cercando di raggiungere l’obiettivo plastica zero all’interno del villaggio ospitante le regate. Sebbene il cuore di questo evento sia la gara, si sono posti l’obiettivo di sensibilizzare i più giovani alla salvaguardia dei fondali marini e degli oceani. “Considerando che l’ambiente è un tema vitale per i velisti e che da sempre ci sta a cuore, volevamo che l’edizione del 2019 fosse eco-responsabile. Nella nostra regione, siamo direttamente interessati dai fenomeni legati al riscaldamento globale come i cicloni o le alghe sargassi, vere piaghe per la nostra isola e la salute dei suoi abitanti. Se l’anno scorso abbiamo scelto di prenderci tutto il tempo necessario per riavviare l’evento dopo il cataclisma di Irma, ora è essenziale pensare al futuro e agire per preservare il più possibile questo scenario idilliaco dando noi il buon esempio», dichiarano gli organizzatori, François Tolède e Luc Poupon, direttore della gara.
 
Il decennio è segnato, Les Voiles de St Barth Richard Mille dà appuntamento nel mare dei caraibi alle più belle barche a vela del mondo per l’undicesima edizione il 12 aprile 2020 per cinque giorni di regata indimenticabile.
 
A cura di Lisa Maria River
Fonte e foto: Ufficio Stampa Richard Mille
Foto protette da copyright e licenza: © Renaud Corlouer; © Michael Gramm; © Christophe Jouany; © Les Voiles de St.Barth.
Copyright © Sisterscom.com
Ti potrebbe interessare
Contenuti sponsorizzati
Avion Luxury Magazine
Acquista Avion Luxury Magazine
in versione digitale
JETS Fuori dagli schemi, sopra ad ogni definizione. CARS Bentley, Bugatti e Ferrari. Lusso senza limiti. YACHTS Mega Yacht italiani da sogno. DESIGN Estetica dell'abitare. TRAVEL Viaggi esclusivi in Thailandia. WATCHES Alla ricerca del tempo prezioso. HAUTE COUTURE Spring-Summer 2019.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!