24 settembre 2020

L'edizione digitale di Agri Travel e Slow Travel expo - Fiera dei Territori

Presentata a Bergamo la manifestazione internazionale dedicata al turismo lento, sostenibile e green visitabile on line
Ente Fiera Promoberg debutta nel mondo delle fiere digitali. L’appuntamento è sul web da giovedì 24 a domenica 27 settembre 2020 con Agri travel & Slow travel expo (AT&ST) - Fiera dei Territori. Dopo cinque edizioni nella versione tradizionale andate in scena dal 2015 alla Fiera di Bergamo, l’ente orobico che dal 1985 è protagonista nel settore fieristico italiano sceglie la manifestazione internazionale dedicata al turismo lento, sostenibile e green per aprire nuove strade anche nel mondo del 3D, confermando la sua propensione a sviluppare progetti specializzati e innovativi.
 
Per partecipare (gratuitamente) alla prima fiera in 3D di Promoberg basta un pc e collegarsi in internet al seguente link: www.agritravelexpovirtual.it
 
La nuova manifestazione digitale è stata presentata nella tarda mattina di martedì 23 settembre presso la sala Giunta della Camera di Commercio di Bergamo, seguendo scrupolosamente le normative anti Covid. Dopo gli onori di casa e l’intervento di Maria Paola Esposito, Segretario generale della Camera di Commercio Bergamo, sono intervenuti Fabio Sannino, Presidente di Ente Fiera Promoberg; Lara Magoni, Assessore al Turismo, marketing territoriale e moda di Regione Lombardia; Giovanni Sanga, Presidente di Sacbo, società che gestisce l’aeroporto di Milano Bergamo; Stefania Pendezza, Project manager di AT&ST Fiera dei territori; Alessandra Pitocchi, Responsabile Comunicazione di VisitBergamo; Raffaella Castagnini, Responsabile Servizio promozione e sviluppo economia locale della Camera di Commercio di Bergamo. In collegamento dalla Spagna è intervenuto in diretta Ehrlich  Klaus, Segretario generale di Eurogites, associazione che raggruppa 28 organizzazioni professionali di turismo rurale ed esperienziale provenienti da 24 paesi europei; Giorgio Palmucci, Presidente di Enit, l’Agenzia nazionale italiana del turismo, ha invece inviato un significativo videomessaggio.
 
Agri travel & Slow travel expo - Fiera dei Territori, Bergamo
Agri travel & Slow travel expo - Fiera dei Territori. Il taglio del nastro "in presenza" in vista dell'apertura della fiera. Da sinistra: Castagnini, Pendezza, Sanga, Esposito, Sannino, Magoni e Pitocchi. Foto: © Ente Fiera Promoberg.
 
I DATI PRINCIPALI FORNITI DALLA PROJECT MANAGER
La project manager Stefania Pendezza ha illustrato i numeri della prima edizione virtuale. “Sono circa 90 gli espositori diretti presenti e 30 quelli rappresentati - ha spiegato Pendezza -. Il 53% italiani, 22,5% Europa, 24,5% Mondo. La truppa più numerosa è quella lombarda (31 espositori), tra cui svetta Bergamo, con 18 realtà. L’Europa è rappresentata anche da un’associazioni storica, EUROGITES (rappresenta 28 organizzazioni professionali di turismo rurale ed esperienziale provenienti da 24 paesi europei) partner sin dalla prima edizione. Girando per il mondo, troviamo rappresentati i paesi quali Etiopia, Zanzibar, Zimbabwe, Egitto, Iran, Mongolia, Uzbekistan, Vietnam, Giappone, Perù, Turchia, Armenia. In tema di business - ha proseguito Pendezza - domanda e offerta si incroceranno particolarmente nella giornata di venerdì 25 settembre, quando workshop tra buyers e sellers genereranno oltre 800 incontri tramite videochat. AT&ST presenta un ricco programma di conferenze e seminari (circa una trentina), affronteranno tematiche legate alla sostenibilità, al turismo slow con particolare riferimento all’enogastronomia, al cicloturismo e all’accessibilità”. Pendenza ha poi sottolineato il “focus di respiro internazionale riservato ai temi dell’Agenda 2030, alla Mobilità Combinata e agli scenari del Turismo post-Covid. Grande attesa anche per i numerosi workshop dedicati alla montagna, al cicloturismo, alla filiera del viaggio, ai cammini, al teatro sostenibile e all’evento Le Terre dei Baschenis, un affascinante viaggio storico-culturale per conoscere le vicende della famiglia di frescanti che hanno lasciato opere immense nelle antiche valli Averara e Stabina”.
 
A ciò si aggiungono oltre 60 eventi live d’intrattenimento per il grande pubblico: balli e rappresentazioni di folclore italiano, ricette e show cooking nazionali e internazionali, presentazioni di destinazioni turistiche e prodotti agroalimentari, rappresentazioni delle diverse culture come quella giapponese con la cerimonia del tè e la scrittura giapponese, e molto altro ancora, realizzati grazie ai contributi innovativi creati e promossi da espositori e partner.
 
Il nuovo format digitale presenta due aree distinte: la prima (Agri & slow travel expo) aperta da giovedì 24 settembre è riservata agli operatori e agli appassionati del settore ai quali viene offerta la partecipazione a un ricco programma di conferenze e workshop e l’inserimento nella fitta agenda di incontri B2B, da sempre generatrice di proficui scambi e confronti; la seconda area digitale (Fiera dei Territori, aperta anch’essa da giovedì; non si potrà accedere all’area riservata agli incontri tra operatori professionali) è pensata invece per il grande pubblico, che, grazie ad un programma ricchissimo di eventi (anche live) potrà apprezzare appieno le risorse e le opportunità di una nuova cultura legata al turismo, fatta di ricerca di percorsi autentici ed emozionali che sempre più manifestano forti legami con concetti quali una maggiore qualità della vita, sostenibilità e ambiente. In entrambi i casi l’ingresso alla fiera digitale è gratuito.
 
Tra i tanti eventi in programma da annotarsi in agenda, meglio non prendere impegni per domenica 27 settembre, Giornata Mondiale del Turismo, che AT&ST celebrerà con eventi online da tutto il mondo!
Ogni persona (operatore o visitatore) potrà esplorare, attraverso la guida di un avatar, i tanti stand virtuali allestiti nei minimi dettagli da espositori italiani e stranieri provenienti da quattro continenti.
 
La versione virtuale si propone di potenziare ulteriormente le positive esperienze delle passate edizioni, con un focus sulla necessità primaria di promuovere il territorio in una prospettiva d’insieme: l’obiettivo concreto è quello di mettere a sistema modalità innovative per mezzo delle quali turismo e sostenibilità possano unire risorse e obiettivi, per tentare di raggiungere risultati significativi per tutti gli attori che si muovono nelle aree imprenditoriali di riferimento.
 
Agri Travel e Slow Travel expo - Fiera dei Territori trasferisce sul web il desiderio delle realtà del nostro territorio di guardare avanti e di essere compatti per raggiungere obiettivi concreti per promuovere nei modi più efficaci possibili le tante eccellenze del nostro territorio, così ricco di storia, cultura e ambienti naturali di rara bellezza. In tale logica anche la versione digitale vede in prima fila la filiera della promozione di Bergamo in Italia e nel mondo: Camera di Commercio di Bergamo con la promozione dei territori e dei prodotti a marchio “Bergamo, Città dei Mille…sapori”, VisitBergamo, Promoserio, InValCavallina, VisitBrembo, Pianura da Scoprire, Consorzio degli operatori di Bergamo, Terre del Vescovado, PromoIsola, Comunità Valle Imagna, Ascom Bergamo, Coldiretti, Confcooperative.
 
GLI INTERVENTI DURANTE LA PRESENTAZIONE (MERCOLEDI’ 23 SETTEMBRE)
Promoberg ha lanciato una sfida molto importante e innovativa - ha detto Maria Paola Esposito -, sfida che abbiamo raccolto subito con entusiasmo per fare rete e portare avanti insieme un progetto che riunisce tutte le realtà del nostro territorio legate alla sua promozione in chiave turistica in Italia e nel mondo. E’ fondamentale, in questo periodo in cui è difficile spostarsi tra le nazioni e incontrarsi di persona, dare più opportunità possibili alle nostre imprese per metterle in grado di ripartire con progetti innovativi e di qualità. Sottolineo con piacere - ha concluso Maria Paola Esposito - la partecipazione ad Agri & slow travel expo di molti operatori stranieri con i quali le realtà del nostro territorio possono creare rapporti efficaci e duraturi nel tempo”.
 
Fabio Sannino ha parlato del “coraggio che Promoberg ha avuto nell’investire in un progetto innovativo in un periodo non certo facile per noi. La nostra prima fiera digitale - ha proseguito Sannino -  ci consente, in un momento dove muoversi tra le nazioni e i continenti è complicato, di allargare la nostra offerta a livello globale. Il tema del turismo slow ben si addice al web, strumento che consentirà di amplificare le tante bellezze e qualità del nostro territorio. Grazie alle tante realtà d’eccellenza del nostro territorio ma anche a livello nazionale (Enit) che hanno creduto nel nostro progetto: insieme si possono raggiungere grandi risultati”.
 
Lara Magoni ha citato i dati del turismo in Lombardia pre pandemia: 43 milioni di turisti e 48 miliardi di euro generati dal settore. “La fiera digitale di Promoberg - ha osservato l’assessore regionale - è uno degli strumenti giusti per rinascere, è una cambio strategico che fa la differenza. Agri Travel & Slow Travel Expo propone un’idea di turismo slow che oggi risulta sicuramente vincente: dopo mesi difficili, c’è tanta voglia di riscoprire ed esplorare in totale serenità, godendo del paesaggio e delle bellezze che la nostra Lombardia può offrire. Il visitatore ha bisogno di vivere emozioni che rimangano nel tempo. Esperienze uniche che i nostri territori, a cominciare dalla Bergamasca con le sue splendide montagne, possono regalare a chi vuole scoprire la Lombardia. Un viaggio curioso ed inedito tra laghi, vette, città d’arte e paesaggi incantati per apprezzare una terra davvero unica”.
 
“Bello che la manifestazione coincida con la Giornata Mondiale del Turismo (domenica 27 settembre) - ha detto Palmucci -, così come è importante che la fiera digitale metta in evidenza anche le destinazioni meno conosciute ma non per questo meno belle. Ad Agri travel raccontiamo le tante bellezze italiane agli stranieri, ma con l’obiettivo di farle conoscere anche agli stessi italiani. Raccontiamo un’Italia che non si è arresa e che sta dimostrando di saper gestire meglio la ripresa dall’emergenza sanitaria”.
 
Giovanni Sanga ha ricordato “il ruolo decisivo avuto dal nostro aeroporto per lo sviluppo del nostro territorio. Oggi, grazie all’aeroporto, il 70% delle presenze turistiche sono straniere. Dobbiamo ulteriormente sostenere l’apertura di Bergamo al mondo. Manifestazioni quali Agri e slow travel vanno in tale direzione, perché promuovono con un progetto innovativo le tante bellezze del nostro territorio. Inoltre, in questo momento in particolare, è lo strumento ideale per creare e sviluppare nuovi contatti a livello internazionale. Crediamo nel trasporto intermodale e al mondo bike vogliamo potenziare con tre nuovi percorsi cicloturistici”.
 
Ehrlich  Klaus ha ricordato che Eurogites è presente dalla prima edizione, perché ha sempre creduto nella bontà del progetto che si basa sulla condivisione di idee dal respiro internazionale. "Siamo sicuri del successo dell’edizione digitale - ha concluso Klaus - nella quale saremo presenti con molti webinar sui temi più caldi del momento”.
 
“Si tratta di una fiera che fa formazione ed educazione - ha rimarcato Castagnini - pensando in particolare alle nuove generazioni. Ed è bello sapere che il tanto lavoro fatto (la Camera di Commercio ha realizzato quattro bellissimi video che raccontano le tipicità e le bellezze del nostro territorio) non finirà domenica 27 settembre, perché i video resteranno, così come si svilupperanno i contatti instaurati durante la manifestazione”.
 
Alessandra Pitocchi ha sottolineato “l’importanza di presentarsi a livello internazionale quale unico soggetto. Le partnership che si sono create attorno ad Agri e slow travel ci hanno consentito di avere l’agenda fitta di appuntamenti con realtà italiane e internazionali. Dopo essere stata conosciuta nel mondo per i mesi drammatici della pandemia, ora Bergamo sta diventando il simbolo della rinascita, anche nel settore turistico. Abbiamo l’opportunità di farci conoscere a tantissimi operatori nel mondo per le tante eccellenze del nostro territorio. Notevole lo sforzo compiuto da Promoberg nel proporre una fiera digitale rivolta anche al grande pubblico. Uno sforzo che mi auguro raccolga i risultati che si merita”.
 
A cura di Alisè Vitri
Fonte testo e foto visual: Ufficio Stampa Ente Fiera Promoberg
Tutti i diritti riservati. Riproduzione proibita.
Copyright © Sisterscom.com
 

Trova un volo
 
Ti potrebbe interessare
Contenuti sponsorizzati
AVION TOURISM  MAGAZINE
AVION TOURISM MAGAZINE
in versione digitale
Speciale città d'arte. Su questo numero ti proponiamo: Venezia, Bergamo, Milano, Torino, Firenze, Pisa, Roma, Napoli, Palermo e Catania. Scopri le destinazioni direttamente sul sito internet oppure leggi la versione digitale della rivista.
I testi sono coperti da copyright e non possono essere copiati.
Se vuoi puoi condividere questa pagina.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!