15 novembre 2018

A Mantova “Tiziano/Gerhard Richter. Il Cielo sulla Terra”

Fino al 6 Gennaio 2019 al Palazzo Te l'artista tedesco racconta Tiziano
Era il 1972 quando, durante una visita alla Scuola Grande di San Rocco a Venezia, Richter riconosce in Tiziano una qualità “che rende arte un’opera d’arte”, e decide di copiare il quadro veneziano. Da allora il dialogo con l’antico maestro cadorino resta come un’ispirazione e un’intonazione di fondo del lavoro di Richter, che periodicamente sente il bisogno di tornare su questa segreta fonte.
 
Gerhard Richter, Annunciazione da Tiziano (343-1),2015, Gerhard Richter Archive, © Gerhard Richter 2018
 
Gerhard Richter risponde, ancora una volta, all’Annunciazione di Tiziano. Il grande pittore tedesco, uno dei più rilevanti protagonisti della scena contemporanea, ha deciso di offrire una rielaborazione del suo rapporto con la pittura di Tiziano e con il tema dell’Annunciazione in una mostra concisa e preziosa - “Tiziano/Gerhard Richter. Il Cielo sulla Terra”, a cura di Helmut Friedel, Marsel Grosso e Giovanni Iovane - allestita a Palazzo Te a Mantova dal 7 ottobre 2018 al 6 gennaio 2019.
 
La Fondazione Palazzo Te, grazie al lavoro dei curatori, ha proposto al grande artista tedesco di raccontare questo dialogo intimo e di lungo corso, proprio a partire da due capolavori di Tiziano: l’Annunciazione di S. Rocco e quella conservata al Museo Nazionale di Capodimonte. Gerhard Richter ha risposto con generosità e personalmente a questa proposta, elaborando un percorso di 17 opere, direttamente uscite dal suo studio, con le quali, con delicatezza e per allusioni, racconta una storia, tutta giocata sul segreto della visione. La Fondazione Palazzo Te ha così il privilegio di ospitare una mostra capace di più voci, in cui Richter si racconta, in cui due Annunciazioni di Tiziano sono presentate con alcuni lavori preparatori, in cui l’architetto Piero Lissoni, con Lissoni Associati e Graphx, ha curato l’allestimento e il progetto grafico per accompagnare questo incontro tra due artisti simbolo del proprio momento storico e culturale.
 
 Gerhard Richter, Abstraktes Bild, 2016, Quadro astratto, Olio su tela, cm 70 x 70, Inv. 947-6, Collezione privata, © Gerhard Richter 2018
Gerhard Richter, Abstraktes Bild, 2016, Quadro astratto, Olio su tela, cm 70 x 70, Inv. 947-5, Collezione privata, © Gerhard Richter 2018
 
Il tema stesso dell’annunciazione e del femminile viene ripensato nella sua capacità di mediare “il cielo e la terra” nel lavoro di artisti così importanti e così distanti nel tempo; l’arte, la grande arte, è sempre contemporanea. La mostra “Tiziano/Gerhard Richter. Il Cielo sulla Terra” racconta l’incontro con il tema misterioso dell’annuncio, che si riverbera sia in un ciclo di dipinti ad esso dedicati, sia nei modi in cui Richter rappresenta la presenza femminile nella sua vita d’artista (Betty, 2013, ed Ella, 2007/2014). Una storia che illustra il pensiero e la pratica del colore, la reciproca trascendenza, le connessioni tra i colori nella loro diversità e, forse, anche la trasparenza della visione nel rapporto con un “oltre” misterioso; una riflessione sul senso della pittura che accomuna Tiziano e Richter. A questa istanza è dedicata l’ultima sala, nella quale Richter ha voluto presentare un suo specchio rosso, del colore della veste della vergine di Tiziano, a testimonianza di un riverbero che attraversa il tempo e custodisce segreti.
 
 
Intervista di Helmut Friedel a Gerhard Richter
 
Quali opere hai scelto per l’esposizione Tiziano/Gerhard Richter. Il Cielo sulla Terra?
Ho scelto le opere che ci rendano consapevoli dell’immensa cultura pittorica di Tiziano, e del fatto che per noi sia impossibile eguagliarla. Si tratta di una cultura inequivocabilmente perduta, ma a cui attribuiamo ancora oggi un immenso valore. Questa consapevolezza è sì dolorosa, ma d’altro canto stimola la nostra ambizione di creare "arte" con i mezzi a disposizione ai nostri giorni.
 
Quali opere di Tiziano ti hanno colpito maggiormente e perché?
È difficile scegliere singole opere di Tiziano che mi abbiano colpito più di altre. Ai tempi mi ha colpito l’Annunciazione, più tardi mi sono emozionato alla vista della Punizione di Marsia. Ma in realtà mi hanno affascinato anche tante altre sue opere.
 
Secondo te la rappresentazione realistica e l’arte astratta sono da considerare come opposte tra loro?
La pittura realistica ci mostra qualcosa a cui sappiamo dare una definizione, invece la pittura astratta ci mostra qualcosa che non possiamo confrontare con la nostra esperienza della realtà, è la riproduzione di una realtà sconosciuta. Ma in entrambi i casi si tratta di pittura. Vale lo stesso principio anche in musica: una canzone racconta una storia, mentre un pezzo strumentale funziona con l‘astrazione, ma entrambe devono avere le stesse qualità musicali.
 
Gerhard Richter, Abstraktes Bild, 2016, Quadro astratto, Olio su tavola, cm 40 x 50, Inv. 946-5, Collezione privata, © Gerhard Richter 2018
 
Questo evento, unico e prezioso, ha mosso anche altre istituzioni della città di Mantova e così il Museo Diocesano “Francesco Gonzaga” ha deciso di presentare una raccolta delle Annunciazioni in prestito dalle collezioni della città, mentre la Diocesi di Mantova propone un percorso cittadino per ammirare le Annunciazioni delle principali chiese. La mostra “Tiziano/Gerhard Richter. Il Cielo sulla Terra” è prodotta e realizzata dal Comune di Mantova, dalla Fondazione Palazzo Te e dal Museo Civico di Palazzo Te, con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali, con la collaborazione della Diocesi di Mantova e del Museo Diocesano “Francesco Gonzaga”.
 
Informazioni sulla mostra
Tiziano/Gerhard Richter. Il Cielo sulla Terra
Dal 7 ottobre 2018 al 6 gennaio 2019.
Sede: Palazzo Te - Viale Te 13, Mantova.
Orari da domenica 28 ottobre 2018: lunedì h 13.00 - 18.30, da martedì a domenica h 9.00 - 18.30. (chiusura biglietteria h 17.30).
 
Dove dormire a Mantova
Panorama della città di Mantova
 
STELLE
Hotel per stelle, suddivisi per la tipologia dei servizi offerti:
QUARTIERI
Hotel nei quartieri
 
 
LUOGHI DI INTERESSE
Hotel nelle aree turistiche
DINTORNI
Hotel nella Regione
 
 
 
Come raggiungere Mantova in aereo
Aeroporti vicino a Mantova: Aeroporto di Verona VRN (circa 45 Km), Aeroporto di Parma PMF (circa 67 Km), Aeroporto di Bologna BLQ (circa 108 Km), Aeroporto di Milano Bergamo BGY (circa 142 Km), Aeroporto di Milano Linate LIN (circa 146 Km), Aeroporto di Venezia VCE (circa 162 Km).
 
Voli
 
A cura di Nicolò Villa
Foto Mantova: © Sisterscom.com, Shutterstock
Fonte testi e opere: Ufficio Stampa Mostra/Fondazione Palazzo Te
Visual: Tiziano Vecellio, Annunciazione, 1539 ca. Venezia,
Scuola Grande Arciconfraternita di San Rocco
Tutti i diritti riservati. Riproduzione Riservata.
Ti potrebbe interessare
AVION TOURISM  MAGAZINE
AVION TOURISM MAGAZINE
in versione digitale
LanzaroteTenerifeFuerteventuraPantelleriaLampedusaMykonosSantorini Skiathos. Leggi la versione digitale della rivista e scopri le destinazioni.
 
I testi sono coperti da copyright e non possono essere copiati.
Se vuoi puoi condividere questa pagina.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio