28 aprile 2020

Linee guida per il contenimento della diffusione del Covid-19 nel trasporto aereo

Misure e raccomandazioni per gestori, operatori aeroportuali, compagnie aere e passeggeri
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha reso noto le linee guida per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del covid-19 negli ambienti di nel settore dei trasporti che sono state allegate al DPCM del 26 aprile 2020. Queste indicazioni sono sia di carattere individuale che generali. Di seguito un focus su come dovranno essere d'ora in poi i servizi degli aeroporti e delle compagnie aeree che dovranno garantire ai propri passeggeri un viaggio in sicurezza.
 
Indichiamo le norme relative ai passeggeri, agli aeroporti e alle compagnie aeree offrendo così a tutti gli utenti del sito di Avion Tourism Magazine le informazioni da conoscere prima scegliere la prossima destinazione di viaggio, recarsi in aeroporto e prendere il volo con la compagnia aerea prescelta.
 
PREMESSA
Alla base delle linee guida per il trasporto vi sono alcune misure auspicabili di carattere generale che prevedono:
 orario di lavoro differenziato
 prevenire rischi di aggregazione connesse alla mobilità  
 prolungamento degli orari di apertura
 incoraggiamento di forme alternative di mobilità sostenibile
 
La responsabilità individuale di tutti nell'utilizzo dei trasporti pubblici rimane un punto essenziale per garantire: 
 distanziamento sociale,
 misure igieniche,
 prevenire comportamenti che possono aumentare il rischio di contagio
 
Misure di carattere generale
Il rispetto delle disposizioni sotto elencate sono valide per tutte le modalità di trasporto:
 La sanificazione e l’igienizzazione dei locali, dei mezzi di trasporto e dei mezzi di lavoro in tutte le parti frequentate da viaggiatori e/o lavoratori ed effettuata con le modalità definite dalle specifiche circolari del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità;
 Nelle stazioni, negli aeroporti, nei porti e sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza è necessario installare dispenser con soluzioni disinfettanti ad uso dei passeggeri.
 E’ necessario incentivare la vendita di biglietti con sistemi telematici. Altrimenti, la vendita dei biglietti va effettuata in modo da osservare tra i passeggeri la distanza interpersonale di almeno un metro. Nei casi in cui non fosse possibile il rispetto della distanza, i passeggeri dovranno necessariamente fornirsi di apposite protezioni individuali (es. mascherine).
 Nelle stazioni o nei luoghi di vendita dei biglietti è opportuno installare punti vendita, anche mediante distributori di dispositivi di sicurezza.
 Previsione di misure per la gestione dei passeggeri e degli operatori nel caso in cui sia accertata una temperatura corporea superiore a 37,5° C.
 
Raccomandazioni per tutti gli utenti dei servizi di trasporto pubblico
 Non usare il trasporto pubblico se si hanno sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore)
 Acquistare, ove possibile, i biglietti in formato elettronico, on line o tramite app
 Seguire la segnaletica e i percorsi indicati all’interno delle stazioni o alle fermate mantenendo la distanza di almeno un metro dalle altre persone
 Utilizzare le porte di accesso ai mezzi indicate per la salita e la discesa, rispettando sempre la distanza interpersonale di sicurezza di un metro
 Sedersi solo nei posti consentiti mantenendo il distanziamento dagli altri occupanti
 Evitare di avvicinarsi o di chiedere informazioni 
 Nel corso del viaggio, igienizzare frequentemente le mani ed evitare di toccarsi il viso
 Indossare necessariamente una mascherina, anche di stoffa, per la protezione del naso e della bocca.
 
TRASPORTO AEREO
Singole modalità di trasporto per il settore aereo
Per il settore del trasporto aereo vanno osservate specifiche misure di contenimento per i passeggeri che riguardano sia il corretto utilizzo delle aerostazioni che degli aeromobili.
 
Misure per gestori, operatori aeroportuali, compagnie aere e passeggeri
Si richiede l’osservanza delle seguenti misure a carico, rispettivamente, dei gestori, degli operatori aeroportuali, dei vettori e dei passeggeri:
 gestione dell’accesso alle aerostazioni prevedendo, ove possibile, una netta separazione delle porte di entrata e di uscita, in modo da evitare l’incontro di flussi di utenti;
 interventi organizzativi e gestionali e di contingentamento degli accessi al fine di favorire la distribuzione del pubblico in tutti gli spazi comuni dell’aeroporto al fine di evitare affollamenti nelle zone antistanti i controlli di sicurezza;
 previsione di percorsi a senso unico all’interno dell’aeroporto e nei percorsi fino ai gate, in modo da mantenere separati i flussi di utenti in entrata e uscita;
 obbligo di distanziamento interpersonale di un metro a bordo degli aeromobili, all’interno dei terminal e di tutte le altre facility aeroportuali (es. bus per trasporto passeggeri). Con particolare riferimento ai gestori ed ai vettori nelle aree ad essi riservate, questi ultimi predispongono specifici piani per assicurare il massimo distanziamento delle persone nell’ambito degli spazi interni e delle infrastrutture disponibili. In particolare, nelle aree soggette a formazione di code sarà implementata idonea segnaletica a terra e cartellonistica per invitare i passeggeri a mantenere il distanziamento fisico;
 i passeggeri sull’aeromobile dovranno indossare necessariamente una mascherina;
 attività di igienizzazione e sanificazione di terminal ed aeromobili, anche più volte al giorno in base al traffico dell’aerostazione e sugli aeromobili, con specifica attenzione a tutte le superfici che possono essere toccate dai passeggeri in circostanze ordinarie. Tutti i gate di imbarco dovrebbero essere dotati di erogatori di gel disinfettante. Gli impianti di climatizzazione vanno gestiti con procedure e tecniche miranti alla prevenzione della contaminazione batterica e virale;
 introduzione di termo-scanner per i passeggeri sia in arrivo che in partenza, secondo modalità da determinarsi di comune accordo tra gestori e vettori nei grandi hub aeroportuali. In linea di massima, potrebbero comunque prevedersi controlli della temperatura al terminal d’imbarco, per le partenze, ed alla discesa dall’aereo per gli arrivi in tutti gli aeroporti.
 
Le linee guida sono integrate automaticamente o modificate in materia di tutela sanitaria sulla base di indicazioni o determinazioni assunte dal Ministero della Sanita e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in relazione alle modalità di contagio del COVID-19. Per aggiornamenti e ulteriori informazioni far riferimento al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
 
A cura di Alisè Vitri
Fonte testo: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
Visual: Sisterscom.com / Shutterstock 
Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione. Copyright © Sisterscom.com
Ti potrebbe interessare
AVION TOURISM  MAGAZINE
Scarica AVION TOURISM MAGAZINE
in versione digitale
Su questo numero ti proponiamo Tel AvivBuenos Aires, Kharkiv, Stoccarda e LondraScopri le destinazioni direttamente sul sito internet.
I testi sono coperti da copyright e non possono essere copiati.
Se vuoi puoi condividere questa pagina.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!