02 dicembre 2022

Obiettivi di riduzione delle emissioni di CO₂ di Air France-KLM

L'SBTi concorda che gli obiettivi di riduzione delle emissioni di Air France-KLM per il 2030 sono "ben al di sotto dei 2°C", in linea con l'accordo di Parigi
Il Gruppo Air France-KLM e le sue compagnie aeree si impegnano a ridurre la loro impronta ambientale nell'ambito di un approccio trasparente e responsabile alla sostenibilità, compreso l'impegno di Air France-KLM a ridurre le emissioni di gas a effetto serra del protocollo "well-to-wake scope 1 e 3" del carburante per jet del 30% per tonnellata chilometro di ricavi (RTK) entro il 2030 rispetto al 2019. In questo contesto, il Gruppo Air France-KLM, il Gruppo Air France e KLM hanno presentato i loro obiettivi di riduzione delle emissioni di CO₂, che sono stati recentemente approvati dal Team di convalida degli obiettivi dell'SBTi. L'SBTi ha approvato gli obiettivi di riduzione delle emissioni scope 1 e scope 3 del Gruppo e ha confermato che sono in linea con l'obiettivo di una temperatura ben al di sotto dei 2°C, come stabilito dall'Accordo di Parigi firmato nel 2015. 
 
"Il Gruppo ha progettato un approccio coerente, sviluppato nell'ambito della strategia Destination Sustainability del Gruppo, con l'obiettivo di riduzione delle emissioni di CO₂ basato su tre pilastri principali: rinnovo della flotta, carburante per l'aviazione sostenibile, misure operative", ha dichiarato Benjamin Smith, CEO del Gruppo Air France-KLM. "L'approvazione degli obiettivi SBTi è un elemento chiave per il Gruppo per garantire che la strategia di decarbonizzazione di Air France-KLM sia coerente con gli obiettivi scientifici."
 
"Di fronte all'emergenza climatica, insieme a tutte le compagnie aeree del Gruppo Air France-KLM, Air France si sta assumendo la responsabilità e si sta impegnando a fondo per ridurre la propria impronta di carbonio", ha dichiarato Anne Rigail, CEO di Air France. "Quest'anno abbiamo creato una strategia su misura chiamata Air France ACT, basata su quattro pilastri: il rinnovo accelerato della nostra flotta, l'utilizzo progressivo di SAF al di là dei mandati francesi ed europei, lo sviluppo di un pilotaggio eco-responsabile e la diffusione dell'intermodalità attraverso la nostra cooperazione rafforzata con gli operatori ferroviari. L'approvazione della nostra riduzione delle emissioni di CO2 al 2030 da parte dell'SBTi conferma la solidità della nostra tabella di marcia per la decarbonizzazione e continueremo a condividere in modo trasparente le nostre azioni e i nostri risultati con i nostri clienti e il pubblico in generale."
 
"Insieme ad Air France-KLM e Air France, KLM ha forti ambizioni quando si tratta di rendere l'aviazione più sostenibile e di bilanciare lo sviluppo della nostra rete con l'ambiente", ha dichiarato Marjan Rintel, CEO KLM. "Questo richiede decisioni fondamentali per quanto riguarda la nostra flotta, le nostre operazioni e il nostro utilizzo di carburante. Gli obiettivi basati sulla scienza e la relativa direzione di riduzione delle emissioni di CO2 forniscono chiarezza e, allo stesso tempo, comportano sfide importanti. Per renderli realizzabili, lavoriamo a stretto contatto tra di noi e con i nostri partner del settore per sviluppare soluzioni tecniche e innovazioni che supportino la transizione energetica nell'aviazione." 
 
Destination Sustainability, il programma di sostenibilità del Gruppo Air France-KLM: il Gruppo Air France-KLM si impegna a ridurre l'impatto ambientale delle proprie attività. A tal fine, il Gruppo ha stabilito un obiettivo di decarbonizzazione basato su tre leve principali aggregate nel programma "Destination Sustainability".
 
Queste leve sono le seguenti:
  • Un piano ambizioso per modernizzare e rinnovare le flotte delle compagnie aeree del Gruppo con aeromobili di ultima generazione, che emettono il 20-25% in meno di CO₂ rispetto ai loro predecessori. Con l'obiettivo di avere il 64% di aeromobili di nuova generazione nella flotta del Gruppo entro il 2028, il Gruppo sta attualmente investendo oltre 2 miliardi di euro all'anno per l'acquisto di Airbus A220, Airbus A320- e A321neos, Airbus A350, Boeing 787 ed Embraer 195-E2, che sono tra gli aeromobili più efficienti nelle rispettive categorie. 
  • L'uso di carburanti per l'aviazione sostenibili (SAF). Questi carburanti non fossili possono essere prodotti da rifiuti industriali o domestici in un'economia circolare, e i SAF acquistati da Air France-KLM non entrano in competizione con la catena alimentare umana o con i mangimi animali. Air France e KLM sono stati pionieri nell'uso di questi carburanti alternativi, che giocheranno un ruolo chiave nella decarbonizzazione del trasporto aereo, in quanto possono ridurre le emissioni di CO₂ fino all'80% nel loro ciclo di vita. A questo proposito, nel novembre 2022 sono stati firmati due accordi di off-take che consentono al Gruppo di assicurarsi il 3% dell'obiettivo di incorporazione del 10% di SAF nel 2030
  • Il miglioramento dell'efficienza operativa, privilegiando obiettivi più diretti e applicando procedure che limitano il consumo di carburante (rullaggio con un solo motore, discesa continua, ecc.).
  • Inoltre, Air France-KLM sta collaborando con il settore dell'aviazione in generale per accelerare lo sviluppo di soluzioni innovative per la progettazione e la manutenzione degli aeromobili, i motori e i carburanti sintetici, necessari per raggiungere le emissioni nette zero nel settore dell'aviazione.
 
*SBTI, un approccio scientifico in linea con l'Accordo di Parigi
L'iniziativa Science Based Targets (SBTi) è un organismo globale che consente alle imprese di fissare obiettivi ambiziosi di riduzione delle emissioni in linea con le più recenti conoscenze scientifiche sul clima. L'iniziativa nasce dalla collaborazione tra il Carbon Disclosure Project (CDP), il Global Compact delle Nazioni Unite, il World Resources Institute (WRI) e il World Wide Fund for Nature (WWF). L'SBTi valuta e convalida in modo indipendente gli obiettivi di emissione di CO₂ delle aziende sulla base di un approccio e di criteri scientifici.
 
A cura della redazione di Avion Tourism Magazine
Fonte testo e foto visual: Ufficio Stampa Air France-KLM
 

Voli

Cosa vedere a Parigi
Parigi
 Parigi. Copyright © Sisterscom.com /Depositphotos
 

Hotel a Parigi
Ti potrebbe interessare
AVION TOURISM  MAGAZINE
AVION TOURISM MAGAZINE
in versione digitale
LanzaroteTenerifeFuerteventuraPantelleriaLampedusaMykonosSantorini Skiathos. Leggi la versione digitale della rivista e scopri le destinazioni.
 
I testi sono coperti da copyright e non possono essere copiati.
Se vuoi puoi condividere questa pagina.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio