20 maggio 2020

Enac: linee guida per la ripresa del traffico dell'Aviazione Generale

Prime misure e programmi di miglioramento e adeguamento degli scali alle nuove esigenze sanitarie per i Terminal di Aviazione Generale
L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha pubblicato le “Linee Guida per la ripresa del traffico negli aeroporti, a partire dalla Fase 2”, a conclusione del confronto con le associazioni del settore aereo avviato con il tavolo operativo istituito dal Presidente Nicola Zaccheo per definire misure coordinate per la ripartenza del comparto
 
Aviazione Generale all'interno di aeroporti commerciali
Nelle Linee Guida si legge che i presidi di controllo sanitario dell'Aviazione Generale saranno allestiti dal Gestore e prevedono: 
 la misurazione della temperatura, sia per i passeggeri in partenza che per quelli in arrivo;
 il controllo di eventuali documenti sanitari laddove esistenti. 
I presidi di controllo sanitario devono essere collocati in punti adeguati del Terminal aeroportuale, per permettere che le operazioni avvengano:
 in spazi idonei,
 con temperature stabilizzate,
 garantendo la distanza minima interpersonale indicata dalle Autorità competenti,
 minimizzando i tempi per le operazioni di sbarcotransito, imbarco.
 
Il criterio guida raccomandato per l’ottenimento della protezione di passeggeri e addetti è in generale quello della massima diluizione dei flussi per evitare quanto più possibile le concentrazioni di persone in spazi che potrebbero generare assembramenti.
 
Il Gestore deve individuare aree idonee per l’eventuale isolamento - sale Covid-19 - dove poter far attendere passeggeri in arrivo e in partenza che evidenzino sintomatologie sospette. Una volta individuati, tali soggetti devono indossare una mascherina, fornire i propri dati personali secondo la modulistica standard che sarà a disposizione e attendere l’intervento delle autorità sanitarie.
 
Nel Terminal, passeggeri ed equipaggi devono poter trovare disinfettanti per le mani e/o altri prodotti di disinfezione, in particolare, in prossimità degli impianti di collegamento tra le diverse aree del terminal  come scale, ascensori, tappeti mobili.
 
Le misure di distanziamento di addetti e passeggeri devono essere garantite anche per le attività commerciali, F&B, lounges.
 
All’interno delle aree del Terminal, è obbligatorio per tutti di indossare sempre la mascherina e i Gestori devono apporre idonea segnaletica e disporre, laddove possibile, distributori automatici di mascherine e altri dispositivi di protezione individuale in prossimità degli accessi al Terminal.
 
Per evitare che passeggeri e addetti possano entrare in contatto con il virus Covid-19 durante la permanenza in aeroporto, il Gestore deve prevedere, l’igienizzazione e la pulizia, più volte al giorno, delle aree esterne e interne dell’aeroporto con un’attenzione particolare ai punti nei quali è maggiore la concentrazione dei passeggeri.
 
Deve essere favorito l’impiego di tecnologie tese alla eliminazione o riduzione dei contatti fra persone all’interno del complesso aeroportuale.
 
Aeroporti di sola Aviazione Generale, Aviosuperfici ed eli-idrosuperfici
In tali infrastrutture, ove sia presente un Gestore, spetta a quest’ultimo mettere in atto tutte le azioni necessarie per mitigare i rischi di diffusione del virus Covid-19.
Negli aeroporti di Aviazione Generale ove non è presente un gestore aeroportuale, ENAC, sulla base della valutazione del rischio effettuata su tali strutture in relazione alle varie attività che vi si possono svolgere (voli privati, trasporto pubblico, scuola di volo, paracadutismo, lavoro aereo, soccorso, ecc.) e che comportano differenti livelli di rischio, seppur quasi mai con alta percentuale di presenze, ha individuato le seguenti misure di prevenzione da osservare nelle aree di uso comune:
distanziamento sociale;
utilizzo delle mascherine;
 igienizzazione e pulizia degli spazi uso comune (uffici, locali di ristoro, hangar, servizi igienici, aerostazione, ecc.), a cura ed in concorso dei concessionari presenti, eventualmente anche con ristoro dei costi da parte dell’ENAC.
 
I singoli concessionari operanti in aeroporto devono individuare ed implementare nelle proprie aree in concessione le procedure comportamentali di prevenzione da rischio Covid-19 che dovranno essere rispettate da parte di tutti i soggetti interessati nell’ambito delle attività di rispettiva competenza.
 
A cura di Lisa Maria River
Fonte: Ufficio Stampa Enac
Visual: Sisterscom.com / Shutterstock
Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione.
Copyright © Sisterscom.com
 

Ti potrebbe interessare
Contenuti sponsorizzati
AVION LUXURY MAGAZINE
Acquista AVION LUXURY MAGAZINE
in versione digitale
JETS Volare è un lusso possibile. HOTELS Eccellenza nel cuore delle Bahamas. CARS L'altissima gamma automobilistica. YACHTS Yacht d'eccellenza. WATCHES Quando l'arte interpreta la tecnica. HAUTE COUTURE Autunno-Inverno 2019/2020.
I testi sono coperti da copyright e non possono essere copiati.
Se vuoi puoi condividere questa pagina.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio
Iscriviti ora!