06 dicembre 2022

Procedura “Fast Transfer” a Milano Malpensa

Malpensa è il primo aeroporto italiano ad avviare il trasferimento automatizzato della merce in arrivo da un Paese extra-UE, permettendo al proprietario di spostare la merce dall’hub aeroportuale di arrivo ad altro luogo
Oggi, in diretta dalla Sala SEA Malpensa Center del Terminal 1 si è avviata ufficialmente la sperimentazione operativa della procedura “Fast Transfer” dedicata ai soggetti autorizzati operanti presso l’Aeroporto di Malpensa.
 
Dopo i saluti da parte dell’A.D. SEA Armando Brunini e del D.G. ADM Marcello Minenna, è stato possibile seguire dal vivo la prima operazione, percorrendo il viaggio del vettore, dal magazzino di temporanea custodia aeroportuale, sito in Cargo City, al magazzino di temporanea custodia del soggetto autorizzato in Vizzola Ticino, che ha potuto procedere direttamente in house alle successive operazioni di sdoganamento.
 
Obiettivo del Fast Transfer è quello di snellire, delocalizzando e automatizzando il processo di trasferimento della merce in arrivo da un Paese extra-UE, i tempi di giacenza, permettendo al proprietario o responsabile della merce di spostare la merce dall’hub aeroportuale di arrivo ad altro luogo di sdoganamento esterno, ottimizzando i tempi, i costidi giacenza e la logistica di magazzino. 
 
Un processo completamente automatizzato che si avvale di un corridoio di trasferimento digitalizzato che prevede la possibilità di trasferire la merce soggetta a vigilanza doganale mediante il monitoraggio geolocalizzato del trasferimento, il quale inizia e termina nelle aree autorizzate. Il trasferimento effettuato mediante una prenotazione (booking) è di facile attivazione da parte dell’operatore economico che utilizza la app “fast corridor”, appositamente creata.
 
“L’aeroporto di Milano Malpensa è il primo scalo merci italiano dove viene applicata la nuova procedura di Fast Transfer Doganale – ha dichiarato Paolo Dallanoce, Head of Cargo Management di SEA Aeroporti di Milano. Una rivoluzione digitale sviluppata insieme all’ Agenzia delle Dogane che permette una gestione dei flussi di merce in import più efficiente, veloce, integrata e digitalizzata, incrementando così la capacità di ricezione della merce per rendere lo scalo di Malpensa più attrattivo e competitivo a livello internazionale”.
 
L’ing. Laura Castellani, Direttore della Direzione Centrale Organizzazione e Digital Transformation ADM, ha sottolineato che: “In ambito del programma di digitalizzazione aeroporti vede luce una prima linea di lavoro che fa da apripista verso una digitalizzazione volta a semplificare e velocizzare i processi di sdoganamento e movimentazione delle merci. Tutti i processi disegnati e realizzati da ADM, in collaborazione con il partner tecnologico Sogei, prevedono sistemi perfettamente integrati con quelli degli stackeholder e delle amministrazioni coinvolte. Il progetto ci offrirà la possibilità di migliorare e potenziare il sistema della logistica aereoportuale avvalendoci della collaborazione dei soggetti coinvolti nella supply chain. Obiettivo di ADM è far confluire tutti i processi logistici nella piattaforma di logistica nazionale.".
 
La dott.ssa Maria Preiti, Direttore Territoriale Lombardia ADM, ha evidenziato “che la procedura, ulteriore semplificazione dei processi di sdoganamento, rafforza il ruolo di Malpensa nel sistema della logistica lombarda e nazionale”.
 
A cura della redazione di Avion Tourism Magazine
Fonte testo e foto: Ufficio stampa SEA Aeroporti di Milano
 

Voli
Ti potrebbe interessare
AVION TOURISM  MAGAZINE
AVION TOURISM MAGAZINE
in versione digitale
LanzaroteTenerifeFuerteventuraPantelleriaLampedusaMykonosSantorini Skiathos. Leggi la versione digitale della rivista e scopri le destinazioni.
 
I testi sono coperti da copyright e non possono essere copiati.
Se vuoi puoi condividere questa pagina.
Fatti ispirare
Iscriviti alla newsletter e scopri consigli utili per il tuo prossimo viaggio