Read the magazine even when you're offline
Download it now!
Downloading in progress
Offline You're browsing offline! External links will become available when you're online
CITY GUIDE PALERMO
4 GIORNI E 3 NOTTI ALLA SCOPERTA DI PALERMO
Per entrare nel cuore di Palermo vi proponiamo un itinerario circolare da effettuare comodomente a piedi nel centro storico della città, partendo da Piazza Villena scoprirete: Piazza Pretoria con l'omonima Fontana rinascimentale e il Palazzo delle Aquile, la Chiesa e il Monastero di Santa Caterina, la Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio capolavoro bizantino iscritto dall'UNESCO nella Lista del Patrimonio Culturale Mondiale Italiano e la Chiesa di San Cataldo. Da qui poi raggiungerete il famoso mercato di Ballarò (che si trova a poche centinaia di metri) per immergervi nei colori e nei sapori offerti dallo stret food plermitano.
 
1° GIORNO: ITINERARIO A PIEDI NEL CENTRO STORICO DI PALERMO
Palermo. Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
1. Piazza Villena: “I quattro Canti di città”
La piazza si trova all’incrocio tra via Maqueda e Corso Vittorio Emanuele (la via più antica della città). Ha la forma di un ottagono e si trova nel centro della Palermo antica e funge da punto di incontro tra i quattro quartieri storici principali: la Kalsa, la Loggia, il Capo e l’Albergheria
Palermo. Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
2. Piazza Pretoria e la Fontana Pretoria
Sul corso Vittorio Emanuele, a pochi passi da Piazza Villena, si trova Piazza Pretoria, con una delle più belle fontane del rinascimento italiano scolpita, nel 1554, da Francesco Camilliani totalemente in marmo bianco di Carrara.
 
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
3. Palazzo Pretorio o Palazzo delle Acquile
Alle spalle della fontana si trova il Palazzo Pretorio risalente al 1470 oggi sede del Comune di Palermo. Il palazzo, ricco di numerose opere d’arte, della fine del sec. XIX e dei primi del XX ospita al piano nobile i saloni di rappresentanza usati dal sindaco e dalla giunta. In cima al Palazzo, sopra l’aquila imperiale, simbolo di Palermo, si trova la  statua di Santa Rosalia patrona della città.
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
4. Chiesa e Monastero di Santa Caterina
Di fianco al Palazzo Pretorio si trova la una delle chiese più belle di Palermo: la Chiesa di Santa Caterina  con gli interni più espressivi del barocco palermitano. La Chiesa ha due ingressi: quello principale su piazza Bellini (dove si trova lo storico Teatro Bellini) e l'altro su piazza Pretoria entrambi con una scalinata a doppia rampa con balaustre in pietra. 
 
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
5. Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio
Nota anche come “Chiesa della Martorana“ è un gioiello di arte bizzantina iscritta nellla Lista del Patrimonio Mondiale con il Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina e le cattedrali di Monreale e Cefalù.
Un vero capolavoro dell’architettura arabo-normanna siciliana che presenta al suo interno un trionfo di mosaici e decorazioni.
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
6. Chiesa di San Cataldo
È un capolavoro architettonico risalente all'anno 1100 con la forma un quadrilatero e una merlatura arabeggiante al di sopra della quale spiccano le tre caratteristiche cupolette rosse che coprono la navata centrale conferendo all’edificio un particolare fascino esotico. Dal 1937 la chiesa è la sede dei cavalieri del Santo Sepolcro di Gerusalemme.
 
 
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
7. Chiesa di San Giuseppe dei Teatini
È uno degli esempi più belli e suggestivi del primo barocco siciliano. L'inizio della costruzione risale al 1612. Gli interni sono molto suggestivi e ricchi di decorazioni effettuate con stucchi dorati e affreschi di artisti siciliani. Al centro della crociera si trova l'altare maggiore, in marmi policromi, che ospita una statua di San Giuseppe.
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
8. Mercato Ballarò e la Chiesa del Carmine
L'itinerario si conclude con la visita all'antico mercato di Ballarò risalente alla dominazione araba, famoso per i numerosi banchi di spezie, frutta e verdura, ortaggi, pesce e per il cibo di strada (panelle, panini con la milza crocchè, fritture miste). Al centro del mercato, che si snoda su più vie, c'è la Chiesa del Carmine con la sua svettante cupola.
 
La Sicilia, per le sue bellezze naturali ed artistiche, è stata insignita dall’UNESCO di ben sette siti ‘Patrimonio Culturale Mondiale’: le Isole Eolie, l'Area archeologica di Agrigento, la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina, le Città tardo-barocche della Val di Noto, Siracusa e le necropoli rupestri di Pantalica, il Monte Etna e la Palermo arabo normanna con le Cattedrali di Cefalù e Monreale.
 
L'itinerario che vi proponiamo, il secondo giorno di permanenza in città, è quello Arabo Normanno per scoprire i capolavori considerati Patrimonio dell'Umanità. Un itinerario a piedi per scoprire la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, il Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina, la Cattedrale di Palermo, il Palazzo della Zisa e spostandosi di soli 10 km (con un taxi o con un mezzo pubblico) la Cattedrale di Monreale.
 
2° GIORNO: ITINERARIO A PIEDI ARABO NORMANNO A PALERMO E MONREALE
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
1. La Chiesa di San Giovanni degli eremiti
La Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti è uno dei più importanti edifici medievali di Palermo costruita in epoca normanna, tra il 1130 e il 1148, sotto il regno di Ruggero II, poi totalmente restaurata nel 1882 da Giuseppe Patricolo. La chiesa internamente è semplice ed ha una struttura cubica sormontata da una cupola. Nella chiesa c'è anche un Chiostro di forma rettangolare, con archi a sesto acuto su colonnine binate.
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
2. Palazzo dei Normanni o Palazzo reale
Palazzo dei Normanni fu costruito intorno al X secolo dagli emiri arabi in stile arabo-normanno con aggiunte eseguite tra il XVI e il XVII secolo. All’interno si trova la Cappella Palatina, la Sala d’Ercole del 1560 con dipinti di Giuseppe Velasquez; la Sala del Duca di Montalto con affreschi di Pietro Novelli; la Sala dei Vicerè; la Sala di Re Ruggero; la Sala della Regina, in stile pompeiano e pitture di Giuseppe Patania. La Torre Pisana ospita l’Osservatorio Astronomico.
 
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
3. Cappella Palatina
La Cappella Palatina, realizzata tra il 1130 ed il 1132 come cappella del Palazzo Reale, si trova al primo piano del Palazzo dei Normanni. La navata laterale di destra è decorata con episodi della vita di S. Paolo e quella di sinistra con episodi della vita di S. Pietro. La cappella ha 3 navate decorate in oro da maestranze bizantine con temi religiosi (nella cupola troneggia Cristo con Angeli ed Arcangeli). Il pavimento è a mosaico ed il soffitto è a stalattiti, con pitture di stile islamico.
 
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
4. Cattedrale di Palermo
La Cattedrale di Palermo fu costruita nel 1184 ed è considerata il “libro della storia di Palermo” poiché tutte le dominazioni, succedute nel corso dei secoli, hanno lasciato traccia del loro passaggio. Suggestivo è il prospetto meridionale, posto su via Vittorio Emanuele, con un portico realizzato nel 1453 capolavoro del Gotico fiorito. Da ammirare le tombe reali in porfido rosso; la cappella con l’urna argentea di Santa Rosalia, patrona di Palermo, portata in processione ogni 15 luglio.
 
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
5. Palazzo della Zisa
Il Palazzo della Zisa (in arabo 'al-Aziz' significa 'splendido') fu iniziato durante il regno di Guglielmo I ed ultimato da Guglielmo II intorno al 1167. Il Palazzo della Zisa fu la residenza estiva dei re. Nel 1635 furono apportate aggiunte in stile barocco ad opera di Giovanni Sandoval. All’interno del palazzo si trova il Museo d’arte islamica che ospita reperti provenienti dall’area del Mediterraneo.
Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
6. Cattedrale di Monreale
Costruita nel 1174, per volere del re normanno Guglielmo II, ha un esterno fortificato e 2 torri ed un portico con un portale del 1186, detto 'Porta Regia'. L’interno ha pareti rivestite su fondo in oro con rappresentazioni del Nuovo Testamento e del Cristo Pantocratore. L'altare maggiore barocco è del 1711, eseguito da Luigi Valadier. Il duomo è dedicato a Santa Maria la Nova.
 
 
Se, quando visiti le città utilizzi i bus turistici anche a Palermo esiste questo servizio che prevede due itinerari distinti. Potrai visitare gli stessi posti ma salendo e scendendo dal bus turistico ed ascoltando durante il tour le audio guide offerte.
 
 Contenuto sponsorizzatio
Tour panoramici di Palermo in autobus sali e scendi
Bus Hop-on Hop-off City Sightseeing a Palermo con audioguida in italiano e altre 7 lingue. Guida che parla italiano, tedesco, inglese, francese, giapponese, portoghese, russo, spagnolo. Wi-Fi gratis a bordo. Durata: il biglietto è valido per 24 ore. Durata di un circuito completo: linea A, 60 minuti; linea B, 50 minuti. Puoi annullare gratuitamente fino a 72 ore prima ed ottenere il rimborso completo. Prezzo a partire da 20,00 euro. Ulteriori informazioni su tiqets.com.
 
 
 
Il terzo giorno di soggiorno a Palermo, vi proponiamo un tour fuori porta per scoprire il Parco archeologico di Segesta che dista poco più di 60 km da Palermo. Per raggiungerlo potete noleggiare un auto se desiderate muovervi in autonomia o sceglere un tour proposto da Get Your Guide come quelli che abbiamo selezionato per voi.
 
3° GIORNO: TOUR ORGANIZZATO AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SEGESTA
Contenuto sponsorizzato
Segesta, Erice e Saline di Trapani
Tempio di Segesta Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
 
 Segesta ed Erice
La fortezza normanna di Erice Foto: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
 
 
 
Il Parco archeologico di Segesta
Si trova a pochi chilometri dalla città di Trapani ed è uno dei siti archeologici più importanti dell'isola ospitando alcuni dei monumenti più significativi della cultura greca in Sicilia.
 
Il Tempio Greco di Segesta Foto: Copyright © Sisterscom.com / Depositphotos
Il Tempio Greco di Segesta Foto: Copyright © Sisterscom.com / Depositphotos
 
La principale attrazione del parco è il tempio di Segesta, uno dei più belli e ben conservati d'Italia. Costruito nel V secolo a.C., il tempio domina la valle circostante con le sue colonne doriche e il suo maestoso frontone.
Oltre al tempio, il parco archeologico di Segesta ospita anche un teatro greco, che può contenere fino a 4.000 spettatori. Questo teatro è uno dei migliori esempi di architettura greca in Sicilia ed è ancora usato oggi per concerti ed eventi.
 
Il Teatro Greco di Segesta Foto: Copyright © Sisterscom.com / Depositphotos
Il Teatro Greco di Segesta Foto: Copyright © Sisterscom.com / Depositphotos
 
All'interno del parco si trovano anche resti di una città antica, tra cui mura, un agorà e una fontana monumentale. Il parco offre anche una vista panoramica sulla campagna circostante, con i suoi oliveti, i campi di grano e le montagne che si ergono all'orizzonte.
 
 Contenuto sponsorizzatio
Biglietto di ingresso al Parco Archeologico di Segesta
Biglietto d'ingresso prioritario e saltafila. Segesta: Biglietto d'ingresso al Parco Archeologico. Visita il tempio dorico e il Teatro di Segesta. Possibilità di cancellare fino a 24 ore prima per ricevere un rimborso completo. Prezzo a partire da 12,20 euro a persona. Ulteriori informazioni su getyourguide.i
 
 
 
 
Se sceglierete l'auto a noleggio per raggiungere il parco archeologicigo di Segesta potete optare tra diversi itinerari:
 
 
3° GIORNO: TOUR IN AUTO AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SEGESTA
La spiaggia di Mondello a Palermo Foto: Copyright © Sisterscom.com / Depositphotos
La spiaggia di Mondello a Palermo Foto: Copyright © Sisterscom.com / Depositphotos
Itinerario costiero - E90 e A29 (76 km circa)
È leggermente più lungo ma vi consentirà di ammirare la costa e di fare delle tappe durante il tragitto come quella alla famosa spiaggia di Mondello
 
3° GIORNO: TOUR IN AUTO A TRAPANI ED ERICE
Terminata la visita al Parco è possibile proseguire l'itinerario raggiungendo Trapani: la città tra due mari che dista solo 32 km tramite A29 per una breve visita al centro città e alle sue saline e proseguire poi alla scoperta di Erice
 
Erice Foto: Copyright © Sisterscom.com / Depositphotos
Erice Foto: Copyright © Sisterscom.com / Depositphotos
Itinerario Trapani - Erice SP31 (13 km circa)
Erice è un antico borgo medievale situato sulla cima del Monte Erice, a circa 750 metri sul livello del mare. Il borgo con la sua fortezza normanna è famoso per i suoi dolci e per le viste panoramiche spettacolari sul Golfo di Trapani e sulla costa della Sicilia.
 
in alternativa potete utilizzare la funivia che collega Trapani ad Erice. È sicuramente il miglior mezzo per raggiungere la vetta del monte, comoda e veloce, percorre il tragitto in 10 minuti godendo durante il percorso di una bellissima vista panoramica su Trapani e le Isole Egadi.
 
Il rientro in serata a Palermo da Erice (127 km circa) vi consentirà di assaporare in relax la vera cucina siciliana provando le proposte dello street food palermitano o quelle dei numerosi ristoranti della città.
 
Testi di Alisè Vitri, Avion Tourism Magazine
Foto visual ed articolo: Copyright © Sisterscom.com  / Depositphotos
Vietata la riproduzione. Copyright © Sisterscom.com / Avion Tourism Magazine

I prodotti e i servizi sono selezionati e proposti in piena autonomia editoriale. Se decidi di acquistare attraverso i link e/o i banner presenti sul sito, potremmo ricevere una commissione senza che il prezzo finale dei prodotti e servizi subisca variazioni.

Voli per Palermo

 
Contenuto sponsorizzato
Noleggio auto in aeroporto
Auto Europe è uno dei broker di autonoleggio leader a livello mondiale con oltre 60 anni di esperienza che collabora con le principali società di autonoleggio internazionali come Avis, Budget, Dollar, Europcar, Hertz e con fornitori nazionali e regionali in diverse destinazioni. Negli anni, Auto Europe ha ricevuto numerose candidature e premi  tra cui quello di Compagnia di autonoleggio leader in Europa, oltre al Magellan Silver Award per la categoria Collezione complessiva di auto di lusso. Dal 1993, Auto Europe è un'azienda accreditata con una valutazione A+ presso il Better Business Bureau. Sul sito di Auto Europe è possibile confrontare le migliori tariffe di noleggio auto e scegliere la soluzione più giusta per te. Informazioni: www.autoeurope.it 
 
 
 
Avion Tourism Magazine N10/2022
Direttore Responsabile: Angela Trivigno. Collaboratori: Alisè Vitri, Anna Glik, Enzo Cuppatri, Lea Tocchi, Lisa Maria River, Nicolò Villa. Traduzioni: Juliet Halewood. Fotografie: Archivio Fotografico Sisterscom.com Snc. Immagini utilizzate su licenza acquistata e con uso esclusivo editoriale. Copyright © Sisterscom.com Snc / Shutterstock.com / Depositphotos.com. Uffici Stampa: Comune di Lampedusa e Linosa; Comune di Pantelleria; Ente del Turismo Isole Canarie; Ente Nazionale Ellenico per il Turismo; GetYourGuide; Patronato del Turismo di Fuerteventura; Turismo de Canarias/Tenerife/Fuerteventura; Turismo Lanzarote; Ufficio Spagnolo del Turismo (Turespana). Avion Tourism Magazine N.9/2021: chiuso in Redazione e pubblicato il 12/08/2021 su www.aviontourism.com Registrazione: Registro Stampa Tribunale di Bergamo N. 9/2019 del 03/07/2019. Periodicità: quadrimestrale. Editore, Direzione, Redazione, Amministrazione e Concessionaria: Sisterscom.com Snc - Via Piave, 102 - 23879 Verderio (Lc) Italy. P.Iva/C.F. 03248170163 - Registro delle Imprese di Lecco Numero LC-304260. Proprietà letteraria ed artistica: Copyright © Sisterscom.com Snc. Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione.
The texts are protected by copyright and cannot be copied.
If you wish, you can share this page.
Be inspired
Subscribe to our newsletter and get useful tips for your next trip